Rutaceae

Arancia amara, Arancia amara, Bouquetier


Arancio amaro, Arancio amaro, Arancio amaro


Botanica

Nome latino: Citrus aurantium

.
Famiglia: Rutaceae
Origine : India


Fine della primavera

.
Colore del fiore: bianco
.
Tipo di pianta : agrumi
Tipo di vegetazione:
Albero da frutto

.
Tipo di fogliame:
perenne

.
Altezza:
6 m, campo aperto


Piantagione e coltivazione

Resistenza: bassa resistenza, -8 °C

.
Esposizione: soleggiato

.
Tipo di terreno :
Ricco e drenante


tollerante, tollera il calcare
.
Umidità del suolo :
normale

.
Uso:
pentola, argilla

.
Piantare, reimpiantare:
primavera, estate

Metodo di propagazione: innesto, taglio, scrofa

.
Malattie e parassiti :
scaglie di insetti, crosta, virus della tristezza


Generale

L’arancio amaro, o arancio amaro, è un agrume coltivato da oltre 1000 anni. È anche conosciuta come l’arancia di Siviglia. Si pensa che abbia avuto origine in India e oggi è ben differenziata dall’arancia dolce, un’altra specie. È un albero molto decorativo, cresciuto come albero ornamentale. Particolarmente aromatico, viene utilizzato nell’industria dei profumi, con il suo famoso olio di Neroli. I suoi frutti si mangiano come marmellata e sciroppo. Questo agrume, il più resistente, è coltivato nei terreni aperti intorno al Mediterraneo e a Biarritz. Altrove, nelle regioni più fresche, viene coltivata in tini, utilizzando le varietà più compatte.


Descrizione dell’Arancio Amaro

L’albero può raggiungere più di 8m in pieno campo, ma i metodi di coltivazione e il suo sfruttamento lo mantengono tra i 4 e i 6m, con un bel ramo completo e rotondo. Il sistema di radice è ben sviluppato. I rami giovani sono leggermente spinosi, ma quelli più vecchi hanno spine lunghe 8 cm.

Le foglie alterne sono ovali, leggermente seghettate, lisce e sempreverdi. La foglia è lunga 10 cm e larga 5 cm e poggia su un fusto fortemente alato. Rispetto all’arancio dolce, le foglie sono più strette, meno appuntite e il picciolo alato è largo 2,5 cm. Le foglie sono molto aromatiche e sprigionano una potente fragranza quando sono rugose.

I fiori, da soli o in gruppi di 2 o 3, sono bianchi, leggermente rosa. Con un diametro da 3 a 4 cm, sono anche fragranti. È il loro olio essenziale che viene utilizzato nella composizione dei profumi.

I frutti, da 5 a 8 cm, sono un po’ appiattiti. Di colore da giallo ad arancione, hanno una polpa verdastra, spesso cava, acida e leggermente amara. I semi sono numerosi. La crosta è spessa e la pelle è anche aromatica.


Coltivazione di arance amare

Gli piace il caldo, il clima subtropicale. Ha bisogno di sole e di un terreno drenante che consenta un’irrigazione regolare. Non appena la temperatura scende sotto i -4°C, è preferibile coltivarla in contenitori di 50-60 cm, in una miscela di terra e agrumi.

Durante tutta l’estate, Citrus aurantiumse ama stare all’aperto in pieno sole, con innaffiature settimanali e concimazioni mensili. In ottobre, l’arancio amaro è vestito troppo bene e al riparo dal freddo estremo, dove è molto meno annaffiato. Le radici non devono mai essere immerse nell’acqua.

Fiorisce in tarda primavera ed è autofertile. I frutti sono maturi da novembre a gennaio.

È senza dubbio uno degli agrumi più resistenti alle malattie e, avendo un costante sviluppo delle radici, è stato a lungo utilizzato come portainnesto per altre specie.


Uso dell’arancio amaro

L’olio essenziale di Neroli viene prodotto dai fiori dell’arancio amaro. Viene utilizzato in profumeria per realizzare profumi di alta gamma, in particolare quelli delle “Bouquetiers de Grasse”. I fiori vengono raccolti al mattino, appena sbocciati.

Questo olio essenziale ha anche un uso medico, è rilassante, antispasmodico e antisettico. Uno dei suoi principi attivi, vicino all’adrenalina, gli conferisce un’azione dimagrante, ma la prescrizione medica è molto limitata.

Un olio essenziale di foglie, chiamato olio di petit grain, viene utilizzato per aromatizzare le bevande: tè, Cointreau, Grand-Marnier, limonate… Meno costoso, a volte sostituisce l’olio di Neroli in aromaterapia.

La corteccia produce anche un olio essenziale.

La frutta viene consumata principalmente sotto forma di marmellata e sciroppo.


Specie e varietà di agrumi

Il genere comprende circa 15 specie e un gran numero di ibridi e veri
ibridi.
.
molte varietà: Citrus aurantium

  • Citrus aurantium Bouquetier de Grasse, per l’industria dei profumi
  • Citrus aurantium Bouquet e Salicifolia, più compatto per l’ornamento

Mappe di piante dello stesso genere

  • Agrumi , Arancia amara, Limone, Mandarino, Arancia, Pompelmo, Pompelmo, Clementina
  • Citrus aurantifolia , Tiglio, Tiglio, Tiglio, Tiglio, Tiglio amaro
  • Citrus australasica , Caviale di limone, Dito di limone, Microcitrus
  • Agrumi bergamia , Bergamotto (bergamotto)
  • Clementina di agrumi , Clementina (Clementina)
  • Citrus deliciosa , Mandarino (mandarino)
  • Citrus Hysteria , Combava, Linden ear, Papeda di Mauritius
  • Citrus latifolia , Tiglio a foglia larga, Tiglio di Tahiti, Tiglio di Tahiti, Tiglio persiano, Tiglio
  • Agrumi Limone , Limone (limone), Limone (limone), Limone
  • Lemon Tree Eureka , Lemon Tree of the Four Seasons
  • Citrus medica , Cedro
  • Citrus medica var. sarcodactylis , Mano di Buddha
  • Citrus mitis , Calamondin, Naranjo
  • Citrus sinensis , Arancio, Arancio dolce
  • Agrumi x junos , Yuzu, Limone giapponese
  • Agrumi x paradisi , Pompelmo

Deja una respuesta

Tu dirección de correo electrónico no será publicada. Los campos obligatorios están marcados con *