solanacee

Salpiglossis con fiori cangianti, tromba di velluto


Dashing con fiori cangianti, tromba di velluto

Salpiglossis con fiori cangianti, Tromba di velluto, Salpiglossis sinuata


Botanica

Nome latino: Salpiglossis sinuata

.
Famiglia: Solanaceae
Origine: Ande: Argentina, Cile

Tempo di fioritura: da giugno a settembre

.
Colore dei fiori: tutti i colori: giallo, rosso, marrone, blu, rosa…
annuale
Tipo di vegetazione:
perenne

.
Tipo di fogliame:
perenne

.
Altezza:
da 35 cm a 100 cm


Piantagione e coltivazione

Resistenza: bassa resistenza, fino a -8°C

.
Esposizione: da sole a mezz’ombra

.
Tipo di suolo :
ricco e relativamente drenante

.
Acidità del suolo:
da leggermente acido a neutro
.
Umidità del suolo:
raffreddare per asciugare, irrigazione regolare
.
Uso:
aiuola, vaso, pianta della casa, fiori recisi

.
Piantare, reimpiantare:
molla

Modalità di propagazione: seminare febbraio marzo in vasi T° 18 °C non coprono i semi, impacchettare leggermente, la pianta non ama pungere. La radice deve essere piantata direttamente in posizione ad una distanza di 20 cm. Seminare direttamente sul posto alla fine di aprile, inizio maggio.

Malattie e parassiti : afidi, muffa grigia


Generale

Salpigsossi sinuata, salpiglossis o tromba di velluto è una pianta erbacea perenne che appartiene alla famiglia delle Solanaceae. Il Salpiglossis è originario delle valli montane delle Ande, dell’Argentina e del Cile, presenti fino a 2000 metri. Questa pianta, sebbene perenne, viene talvolta proposta come coltura annuale da far fiorire in estate nei nostri climi temperati. La tromba di velluto è molto fiorita e porta molta gioia con i suoi diversi colori caldi.


Descrizione di Salpiglose

La Salpiglossis sinuata è una pianta eretta, alta da 40 a 100 cm, molto ramificata (40 cm di larghezza). Le sue foglie si alternano con una lama stretta, lanceolata e leggermente venata; le foglie sul lato inferiore della pianta sono spiccatamente a mandorla.

I fiori sono numerosi su una pianta molto ramificata. In molte cultivar sono grandi, a forma di tromba, larghe 5 cm o più, spesso molto colorate: gialle, rosse, marroni, blu, rosa, bianche… Non solo questi colori sono vividi, ma spesso il fiore ha una gola di colore diverso, striata di nero. Questo fiore è discretamente profumato.

Impollinato dagli insetti, produce baccelli di semi che possono essere raccolti l’anno successivo.


Come si coltiva la salpiglosa?

La tromba di velluto è estremamente soddisfacente quando si semina bene, ma allo stesso tempo è un po’ difficile da riprodurre: La Salpiglossis sinuatasi cresce in terreni ricchi con un drenaggio minimo. Ha bisogno della luce diretta del sole per prosperare, ma allo stesso tempo può temere il pieno sole di mezzogiorno, la luce del giorno o il sole. Preferisce un ambiente arioso. Richiede un approvvigionamento idrico medio: il terreno deve asciugare quasi completamente tra due innaffiature.

Le sue radici non amano essere disturbate da trapianti (le singole piante vengono piantate senza distruggere la palla delle radici) o da diserbi prematuri.

Nella cultura, salpiglose è spesso proposto un po ‘più compatto, ma se le trombe di velluto sono alte, daranno un effetto migliore in un gruppo o supportato da piante vicine, sia come riempitivo. Possono essere coltivate sia in vaso che a letto. La rimozione dei fiori appassiti prolungherà il periodo di fioritura. Il cruscotto può resistere a temperature di congelamento fino a -8°C.


Come si fa a creare problemi?


Semina diretta

Le trombe di velluto possono essere seminate direttamente nei letti da aprile a maggio.


Pianta in vasi da trapianto

In generale, salpiglose germina facilmente: i semi posti in superficie su un fertilizzante di qualità, mantenuti umidi ed esposti alla luce, germinano per 3 mesi. Vengono seminate a 20°C, coperte fino alla comparsa delle piantine. Le piante giovani vengono trapiantate individualmente allo stadio di foglia vera e propria (quelle che seguono i cotiledoni), che sono molto giovani, in quanto le loro radici saranno troppo disturbate in seguito.


Piantumazione autunnale

Nella serra o sulla terrazza, i semi vengono seminati alla fine dell’estate. Le piantine svernano in un certo senso protette o aspettano fino a fine inverno per emergere.


Specie e varietà di Salpiglossis

Il genere è composto da due specie, la seconda Salpiglossis spinescens

Gli ibridi del casinò hanno una porta compatta

Deja una respuesta

Tu dirección de correo electrónico no será publicada.