Funghi

Plicaturopsis crispa

Caratteristiche macroscopiche

Caratteristiche:

Carpoforo con una larghezza non superiore a 3 o 4 cm e una sporgenza compresa tra 1 e 2`5 cm. Di solito sono a forma di ventaglio, e alcuni esemplari possono avere altre forme meno tipiche, come le conchiglie, o possono essere semplicemente carpofori dimidati. Alla nascita hanno un colore bianco che dura poco, poiché diventano rapidamente ocracei, mantenendo più a lungo il margine con il colore biancastro originale, e acquisendo tonalità fulve e talvolta anche giallastre di vecchio. La superficie è inizialmente un po’ infeltrita e poi finemente vellutata, con un bordo ondulato o addirittura lobato in alcuni esemplari.

Imenio formato da pieghe che assomigliano a lame, disposte in modo irregolare ma radiale, anastomizzate. Il colore varia dal biancastro iniziale al crema, per poi diventare grigiastro in seguito.

Il piede raramente evidente, di solito presenta uno pseudostite che lo lega al substrato e presenta un colore simile al resto del carpoforo.

Carne biancastra molto sottile, negli esemplari giovani è abbastanza morbida, ma col tempo diventa coriacea. Non ha odore o sapore degni di nota.

Habitat:

Specie che fruttifica su legno di vari platani, in questo caso localizzato su legno di faggio (Fagus sylvatica). Generalmente cresce in gruppi di numerosi individui, spesso anche intrecciati. È abbastanza abbondante in alcuni anni e scarsa in altri, dobbiamo considerarla una specie relativamente comune. Può apparire in quasi tutti i periodi dell’anno.

Commenti:

Questa specie si caratterizza per la sua crescita in gruppi sul legno, per il suo imene a pieghe e per la sua spora bianca. Quest’ultimo fatto lo differenzia dalle specie del genere Crepidotus che hanno una spora bruna. Il comune di Schizophyllum, anch’esso con una spora bianca, è molto più peloso e grigiastro, senza i toni ocra di questa specie.

Ulteriori informazioni:

  • Nome comune:
    Nessuna.
  • Sinonimo:
    Merulius crispus (Pers.) Pers.

Tassonomia:

  • Divisione:
    Basidiomycota
  • Suddivisione:
    Basidiomicotina
  • Classe:
    Omobasidiomiceti
  • Sottoclasse:
    Aphyllophoromycetidae
  • Ordine:
    Schizophyllales
  • La famiglia:
    Schizophyllaceae

Deja una respuesta

Tu dirección de correo electrónico no será publicada.