Funghi

Volvopluteus gloiocephalus

Caratteristiche macroscopiche

Caratteristiche:

Cappello che nel suo massimo sviluppo può arrivare a superare i 10 cm di diametro. La sua forma si evolve per tutta la vita, essendo svasata o a forma di casco da ciclista contro il tempo, per poi appiattirsi in seguito. Il colore della sua superficie varia a seconda del grado di idratazione, da grigio argento o oliva quando è idratata, diventa crema quando è essiccata. La sua cuticola nel primo stato menzionato è liscia e lucida, tuttavia diventa radialmente fibrillare quando non è idratata. Il suo margine spesso e ottuso si ritrae una volta essiccato, formando le tipiche scanalature che gli esemplari freschi non hanno.

Fogli liberi rispetto al piede, abbastanza densi e quindi stretti, all’inizio di colore bianco, che diventano rosa quando le spore si depositano su di essi.

Piede biancastro allungato, a volte con una sfumatura grigiastra, più stretto vicino al cappello e un po’ più spesso alla base. Ha una volva membranosa e persistente a lobi bianchi di forma irregolare.

Carne non troppo spessa e morbida nella consistenza, anche se il fungo è apparentemente carnoso. Il colore è bianco e il sapore è dolce, anche se il suo odore rafanoide non è affatto gradevole.

Habitat:

L’habitat di questa specie è piuttosto vario, può comparire nelle foreste su terreni azotati, ma è un fungo che generalmente fruttifica su materia organica decomposta, segatura, paglia o simili. Si trova spesso nei giardini urbani e nelle discariche di rifiuti con residui vegetali. È relativamente comune, soprattutto in autunno, anche se può uscire anche in altri periodi dell’anno.

Commenti:

Il genere Volvariella, già Volvaria, è composto da specie che hanno in comune la presenza di una volva più o meno membranosa e persistente al piede, e la totale assenza di un anello. Si differenzia dalle specie del sottogenere Amanitopsis per la spora rosa di massa, che tinge le lamelle di quel colore, mentre gli Amanitopsis hanno tutti la spora bianca.

Ulteriori informazioni:

  • Nome comune:
    Volvaria vistosa, kosko-ziza lingirdatsu.
  • Sinonimo:
    Volvariella gloiocephala (DC.) Boekhout & Enderle

Tassonomia:

  • Divisione:
    Basidiomycota
  • Suddivisione:
    Basidiomicotina
  • Classe:
    Omobasidiomiceti
  • Sottoclasse:
    Agaricomycetidae
  • Ordine:
    Pluteal
  • La famiglia:
    Agaricaceae

Deja una respuesta

Tu dirección de correo electrónico no será publicada.