Funghi

Tulostoma brumale

Caratteristiche macroscopiche

Caratteristiche:

La testa ha una forma più o meno globosa, semmai può tendere ad appiattirsi un po’ nella zona inferiore. Ha una dimensione molto piccola, raggiunge appena 1,5 cm di diametro al massimo, e il suo colore è un po’ variabile nei toni chiari, biancastro o crema con qualche sfumatura grigiastra, un po’ ocra nella zona dell’apice. Precisamente la deiscenza è apicale attraverso un peristoma tubolare evidenziato da un ostio perfettamente definito e circondato da una zona circolare brunastra.

Imenio trovato all’interno della testa, dove troviamo una gleba, paradossalmente senza rivestimento imenico, dove le basidiospore brune si formano in massa.

Il piede è lungo tra 1,5 e 4 cm di lunghezza per un paio di mm di spessore, giovane biancastro e presto ocraceo, squamoso o scanalato, di consistenza dura e tenace, fibroso, ed è anche cavo. È cilindrica, tranne forse alla base, che di solito è un po’ bulbosa per la presenza di abbondante massa miceliale. È usuale che sia praticamente sepolto nel substrato lasciando visibile solo la testa fertile.

Carne inesistente sulla testa e molto dura sul piede, infatti la fugacità del suo esoperidio e l’endoperidio che è come la carta proteggono solo la massa sporadica, senza che ci sia nessun tipo di carne.

Habitat:

Questi esemplari sono stati trovati nella provincia di Bizkaia, in un terreno sabbioso con la presenza di briofite vicino a un bosco di lecci. Non è una specie comune in questa zona, ma è in altre aree della nostra geografia che viene fuori in gruppo. È stato localizzato in autunno, uscendo quasi in ogni periodo dell’anno secondo la la latitudine, che contraddice chiaramente la sua etimologia, brumale = inverno.

Commenti:

Questa specie è caratterizzata dalla presenza di un ostiolo ben definito con peristoma tubulare all’apice e dall’alone che lo circonda. Una specie molto simile è il Tulostoma fimbriatum, che si differenzia da questo per la sua zona apicale con ostioli mal definiti e fimbriti, senza tubo e senza l’aureola circolare. Altre specie del suo genere sono meno frequenti, come Tulostoma simulans, con peristoma conico e gleba dai toni giallastri, Tulostoma giovanellae ha spore con verruche allineate, mentre Tulostoma squamosum si differenzia per il piede lacerato che forma una sorta di squame.

Ulteriori informazioni:

  • Nome comune:
    Nessuna.
  • Sinonimo:
    Tulostoma mammosum P. Micheli ex fr.

Tassonomia:

  • Divisione:
    Basidiomycota
  • Suddivisione:
    Basidiomicotina
  • Classe:
    Omobasidiomiceti
  • Sottoclasse:
    Gasteromycetidae
  • Ordine:
    Tulostomatales
  • La famiglia:
    Tulostomataceae

Deja una respuesta

Tu dirección de correo electrónico no será publicada.