Funghi

Verpa digitaliformis

Caratteristiche macroscopiche

Caratteristiche:

Cappello disposto sulla sommità del carpoforo come se fosse un cappuccio posto sopra, molto piccolo, raggiunge al massimo i 3 cm di larghezza per altrettanta altezza. E’ più o meno marrone lucido su tutta la superficie esterna, molto più chiaro, quasi grigio, all’interno. È ciondolo, cioè non si attacca al piede nella parte inferiore.

L’imenio che occupa la faccia esterna del cappello, non è alveolato come le Morchelle, solo un po’ rugoso o plissettato.

Piede eccezionalmente lungo in proporzione al cappello, supera facilmente i 10 cm, bianco o crema, cilindrico e spesso curvo. Di solito è decorato con scaglie ed è cavo.

Carne scarsa, sottile e fragile, senza un odore eccezionale e dal sapore delicato.

Habitat:

È una specie esclusivamente primaverile e difficile da trovare, in quanto non è molto comune. Di solito cresce su alberi lungo il fiume come l’olmo, anche se non esclusivamente.

Commenti:

Vi presentiamo qui un’altra specie primaverile commestibile poco conosciuta dai dilettanti, tossica nel crudo come tutti i suoi congeneri, tuttavia non è molto carnosa e non raggiunge il livello di eccellenza delle Morchelle. Si può confondere con la Bohemian Verpa, che ha delle costole sul cappello.

Ulteriori informazioni:

  • Nome comune:
    Verpa a forma di dito, karraspina ditare.
  • Sinonimo:
    Verpa conica (O. F.Mull.) Sw.

Tassonomia:

  • Divisione:
    Ascomycota
  • Suddivisione:
    Ascomicotina
  • Classe:
    Himenoascomiceti
  • Sottoclasse:
    Pezizomycetidae
  • Ordine:
    Pezizales
  • La famiglia:
    Morchellaceae

Deja una respuesta

Tu dirección de correo electrónico no será publicada.