Funghi

Lattario piperatus

Caratteristiche macroscopiche

Caratteristiche:

Cappello che supera di molte volte i 10 cm di diametro, di forma convessa e con un ombelico ben definito nella sua zona centrale, poi viene incanalato creando in quello stato una depressione al centro. È bianco puro, soprattutto da giovane, acquisendo con l’età qualche macchia ocra, essendo la sua superficie glabra e liscia. Il margine viene arrotolato negli esemplari giovani, poi fine e un po’ ondulato.

Lenzuola decorrenti e tremendamente strette, al punto che nelle prime fasi del loro sviluppo sono a malapena visibili a occhio nudo. Sono sottili e stretti, di colore bianco, tranne che per quelli vecchi, quando sono sporchi di toni cremosi.

Generalmente piede corto, anche se gli esemplari con il piede più lungo si trovano in determinate condizioni del substrato, pieno e solido, di solito attenuato verso la base. È liscio o un po’ pruinoso, di colore simile al cappello, ma a volte macchiato di ocra alla base.

Carne bianca, spessa, consistente, dura. Al taglio diventa un po’ giallastra, ed emana un lattice bianco leggermente abbondante. Il suo odore è da fungino a fruttato, non sgradevole, e il suo sapore è estremamente speziato.

Habitat:

È una specie relativamente frequente che comincia a comparire durante la primavera, prolungando la sua comparsa fino all’inizio dell’autunno. Può quindi essere considerata una specie termofila che emerge sotto gli alberi di planifolia.

Commenti:

Non è commestibile per il suo sapore molto speziato quando è crudo, dopo la sua preparazione, nonostante abbia perso in gran parte la piccantezza, ha comunque un pessimo sapore. È molto simile, quasi identica, la specie Lactarius pergamenus=Lactarius glaucescens, che inizia a fruttificare un po’ più tardi, il cui lattice diventa verde oliva quando viene essiccato sulle lenzuola, questo lattice reagisce anche con la potassa in modo vivace, cosa che la specie qui descritta non fa. Altri bianchi Lactarius come Lactarius vellereus o Lactarius controversus hanno lamelle molto più separate.

Ulteriori informazioni:

  • Nome comune:
    Lactario pimentero, pebraza, pebrás illeter, esne-min, esneki zuri-orribildu, pementeiro.
  • Sinonimo:
    Agaricus piperatus (L.)

Tassonomia:

  • Divisione:
    Basidiomycota
  • Suddivisione:
    Basidiomicotina
  • Classe:
    Omobasidiomiceti
  • Sottoclasse:
    Agaricomycetidae
  • Ordine:
    Russulales
  • La famiglia:
    Russulaceae

Deja una respuesta

Tu dirección de correo electrónico no será publicada.