Funghi

Agaricus xanthodermus

Caratteristiche macroscopiche

Caratteristiche:

Cappello che può superare i 10 cm, prevalentemente bianco, anche se esistono varietà con toni più grigi. La parte superiore è tipicamente appiattita dando al cappello una forma trapezoidale o “casco tedesco”. Il margine è leggermente lobato e a volte incrinato. Diventa giallo brillante solo strofinandolo.

Lastre strette, grigie, colore che rimane anche a lungo, solo alla fine rosa-marrone e marrone-nero come tutti gli Agaricus. Libero rispetto al piede.

Piede centrale e cilindrico, piuttosto allungato e rifinito in forma bulbosa alla base, di colore bianco e con un anello persistente dello stesso colore. Se lo tagliamo alla base, diventa rapidamente di un giallo molto luminoso.

Polpa spessa, bianca, giallastra, con un odore sgradevole, a volte debole se l’esemplare è molto giovane e fresco. Gusto anche sgradevole.

Habitat:

Di solito esce dalla tarda estate all’autunno inoltrato, di solito nei “circoli delle streghe”. Di solito appare nei prati, nei giardini, nelle aree ruderali, e l’abbiamo vista anche uscire con una profusione di discariche.

Commenti:

È una specie leggermente tossica, anche se sappiamo che in molti luoghi è stata mangiata per decenni, confondendola con l’Agaricus campestris. Produce lievi disturbi gastrici. Può essere confuso con qualsiasi agaricus che ingiallisce, ma di solito odora di anice.

Ulteriori informazioni:

  • Nome comune:
    Fungo giallastro.
  • Sinonimo:
    Psalliota xanthoderma (Gen.) Rich. e Roze.

Tassonomia:

  • Divisione:
    Basidiomycota
  • Suddivisione:
    Basidiomicotina
  • Classe:
    Omobasidiomiceti
  • Sottoclasse:
    Agaricomycetidae
  • Ordine:
    Agaricales
  • La famiglia:
    Agaricaceae

Deja una respuesta

Tu dirección de correo electrónico no será publicada. Los campos obligatorios están marcados con *