Funghi

Fomitopsis betulina

Caratteristiche macroscopiche

Caratteristiche:

Carpoforo annuale di notevoli dimensioni, può sporgere dal substrato in più di 10 cm, potendo raggiungere i 20 cm di larghezza, e uno spessore che può superare i 5 cm. Di solito ha la forma di un rene, anche se a volte adotta una forma semicircolare o a forma di lingua. La sua superficie pileica è completamente liscia, di colore grigio ocraceo uniforme, chiaramente ocraceo di vecchio, in situazione di siccità tende a screpolarsi, ed è frequente che la zona vicino al margine sia più chiara. Una caratteristica di questa specie è il margine sempre arrotondato.

Imenio formato da tubi bianchi lunghi fino a 8 mm e con pori ugualmente bianchi, un po’ più scuri dei vecchi, più o meno arrotondati, con una dimensione di circa 3 o 4 per mm. Una caratteristica insolita del genere è che negli esemplari avanzati questi possono essere separati dalla carne.

Il piede e il fianco rudimentale, dello stesso colore del cappello, è a volte sepolto nel substrato e non visibile.

La carne biancastra, relativamente morbida nella prima fase di sviluppo, si indurisce rapidamente fino a raggiungere una consistenza simile a quella del sughero. Il suo odore è percettibile, ma non sgradevole, e il suo sapore è un po’ amaro.

Habitat:

È una specie che parassitizza esclusivamente il legno di betulla causando il marciume bruno. Frutta praticamente in ogni periodo dell’anno, essendo una specie frequente e abbondante nel suo habitat esclusivo.

Commenti:

Come regola generale, i funghi del legno non sono facili da identificare, ma questa è un’eccezione, la loro forma particolare e il loro habitat unico sotto gli alberi di betulla li rendono facilmente identificabili. Questa specie è solitamente parassita da una specie chiamata Trichoderma pulvinatum, che descriviamo anche in questo articolo.

Ulteriori informazioni:

  • Nome comune:
    Yesquero del birch, urki-ardagai, bolet d’esca de bedoll.
  • Sinonimo:
    Piptoporus betulinus (Toro) P. Karst.

Tassonomia:

  • Divisione:
    Basidiomycota
  • Suddivisione:
    Basidiomicotina
  • Classe:
    Omobasidiomiceti
  • Sottoclasse:
    Aphyllophoromycetidae
  • Ordine:
    Poliporales
  • La famiglia:
    Fomitopsidaceae

Deja una respuesta

Tu dirección de correo electrónico no será publicada.