Funghi

Pilobolus kleinii

Caratteristiche macroscopiche

Caratteristiche:

Corpi fruttuosi di dimensioni molto piccole, ma non microscopici come la maggior parte dei funghi nella loro divisione. In un primo stadio fruttificano come una sorta di filo di appena un paio di millimetri, con la parte inferiore giallastra e la parte superiore cristallina, poi si distende verso l’alto, crescendo contemporaneamente a creare nella zona superiore una sorta di testa di colore giallo brillante, lasciando il piede cristallino. Infine, si crea uno sporangio a forma di lenticchia, prima giallo e poi nero, che occupa l’apice, sotto un sacchetto cristallino gonfiato con contenuto liquido all’interno, e un pedicello altrettanto cristallino.

Ciclo riproduttivo Una volta che lo sporangio è nero il fungo è pronto per iniziare il suo ciclo riproduttivo. All’interno della sacca si crea una pressione osmotica che può raggiungere le 7 atmosfere, alla fine la sacca non sopporta la pressione e scoppia, il liquido del suo interno viene proiettato attraverso un orifizio situato sotto lo sporangio, lanciandolo come se fosse una palla di cannone ad una distanza compresa tra i 2 e i 3 metri. In appena 0`25 millesimi di secondo lo sporangio raggiunge una velocità prossima ai 100 Kmh, costituendo la più grande accelerazione conosciuta in qualsiasi essere vivente, fare un equivalente fittizio con l’uomo sarebbe approssimativamente come se un essere umano fosse in grado di lanciare una pallina da tennis a 4 o 5 km di distanza. È anche un fungo fotosensibile, quindi dirige sempre gli scatti verso la luce, portando gli sporanghi in zone più aperte, dove vengono fissati al substrato erbaceo, lì vengono ingeriti dal bestiame, trattenendo tutto il passaggio attraverso il tratto intestinale senza germinare o essere distrutti. Quando l’animale defeca il fungo germoglia, creando il micelio sul letame e dando origine a nuovi corpi fecondi che completano il ciclo.

Piede dall’aspetto cristallino la cui lunghezza dipende dalla distanza dalla luce del sole, più lungo è il piede.

Habitat:

Questo curioso fungo si trova negli escrementi di vari tipi di bestiame, noi l’abbiamo trovato negli escrementi dei cavalli. Porta sempre i suoi frutti su sterco che si trova in luoghi umidi, spesso all’ombra degli alberi, ma getta la sua sporangia verso la zona più soleggiata accessibile al bestiame. Situato nel mese di maggio, non siamo consapevoli che ha una predilezione per un particolare periodo dell’anno. Specie rara e curiosa.

Commenti:

Gli zigomiceti sono generalmente funghi microscopici, con eccezioni come quella qui mostrata, sono comunemente chiamati muffe. Le specie del genere Pilobolus danno sempre i loro frutti sugli escrementi di vari animali, dai conigli alle mucche, la specie in questione è solitamente legata agli escrementi dei cavalli. Gli sporangia hanno cristalli di ossalato di calcio che li proteggono durante il tratto intestinale per evitare di essere danneggiati e per poter fruttificare in seguito una volta liberati. È una di quelle sorprendenti curiosità che la natura ci regala, come un fungo così piccolo possa diventare un vero e proprio canyon.

Ulteriori informazioni:

  • Nome comune:
    Cannone.
  • Sinonimo:
    Pilobolus crystallinus var. kleinii (Tiegh.) R. Y. Zheng & G. Q. Chen

Tassonomia:

  • Divisione:
    Zygomycota
  • Suddivisione:
    Mucoromicotina
  • Classe:
    Incertae sedis
  • Sottoclasse:
    Incertae sedis
  • Ordine:
    Mucorales
  • La famiglia:
    Pilobolaceae

Deja una respuesta

Tu dirección de correo electrónico no será publicada.