Funghi

Marasmius graminum

Caratteristiche macroscopiche

Caratteristiche:

Cappello piccolo, la maggior parte dei campioni situati raggiungeva a malapena i 2 o 3 mm di diametro, il più grande 5 o 6 mm. Quando esce ha una forma semisferica, si apre gradualmente fino ad assumere la forma di un ombrello, anche le sporgenze che fanno sì che le lame assomiglino a quelle delle aste dell’ombrello. Al centro del cappello si può vedere un ombelico ben definito, che rimane dall’inizio e per tutto il suo sviluppo. La sua superficie, dapprima liscia, diventa ruvida con il tempo, e da giovane è di colore arancione rossastro, poi più ocra rossastra. A causa delle nervature del cappuccio il margine è molto merlato.

Lenzuola o creme biancastre, ben separate l’una dall’altra, libere rispetto al piede, larghe e un po’ ventricolari. Alcuni esemplari hanno un collarium ben definito intorno al piede, mentre in altri è appena percettibile.

Piede allungato e filiforme, quasi interamente bruno nerastro, solo la zona vicino al cappello è un po’ più leggera.

Carne bianca insignificante, tenace nel piede, senza odore e sapore degni di nota.

Habitat:

Questo piccolo fungo ha un habitat graminico, cresce sui fusti di diverse erbe, o anche sulle radici, gli esemplari fotografati sono stati trovati in una zona erbosa vicino ad alcune querce centenarie. Li abbiamo visti nel mese di luglio, bibliograficamente lo collocano come un fungo estivo e autunnale. È una specie piuttosto rara, ma quando si trova sono sempre numerosi gli esemplari, dato che la sua fruttificazione è in modo gregario.

Commenti:

Esistono tre specie con una certa somiglianza di colore e altre caratteristiche, da un lato c’è il Marasmius armeniacus, perfettamente distinguibile per il cappello appiattito e non ombelicale e per l’assenza del collare. Non ci è così chiaro il Marasmius curreyi, differenziato da alcuni autori come specie indipendente per le sue dimensioni maggiori e il piede più corto, che pensiamo possa essere la stessa specie. Viene descritto anche Cryptomarasmius corbariensis, simile ma con habitat esclusivo su rami d’ulivo.

Ulteriori informazioni:

  • Nome comune:
    Marasma delle Erbe.
  • Sinonimo:
    Marasmius curreyi Berk. & Broome

Tassonomia:

  • Divisione:
    Basidiomycota
  • Suddivisione:
    Basidiomicotina
  • Classe:
    Omobasidiomiceti
  • Sottoclasse:
    Agaricomycetidae
  • Ordine:
    Tricholomatals
  • La famiglia:
    Marasmiaceae

Deja una respuesta

Tu dirección de correo electrónico no será publicada.