Funghi

Boletopsis leucomelaena

Caratteristiche macroscopiche

Caratteristiche:

Cappello che può raggiungere un massimo di 15 cm di diametro, da 8 a 12 cm nella maggior parte dei casi, semisferico nella sua prima fase, evolvendosi in forme convesse piuttosto irregolari. Il colore è fondamentalmente grigio, ma con varie tonalità, tra cui occasionali toni marroni o viola. Ha una superficie fibrosa con un aspetto asciutto, che in condizioni asciutte può creparsi. Il confine è più regolare all’inizio, ma diventa più irregolarmente ondulato e lobato nel tempo.

Tubi molto corti, di colore bianco sporco da giovane, diventano grigi nel tempo, sono decorrenti sul piede e praticamente inseparabili dalla carne del cappello.

Pori di medie dimensioni, 2 o 3 per mm, di colore identico a quello dei tubi. Giovane omogeneamente arrotondato, spigoloso e vecchio di forma irregolare.

Piede centrale o leggermente eccentrico, spesso e robusto, pieno, solitamente cilindrico, ma attenuato alla base a volte in modo radiale. La sua lunghezza è inferiore al diametro del cappello e il suo colore è simile a quello del cappello.

Carne spessa e compatta di colore biancastro, piuttosto dura, al taglio diventa rosa all’inizio, diventando grigiastra col tempo. Il suo odore non è molto percettibile e il suo sapore è marcatamente amaro.

Habitat:

Specie rara che fruttifica in isolamento o al massimo due esemplari insieme, terrestri. Esce in primavera e in autunno, e lo abbiamo sempre collocato nelle foreste di pini.

Commenti:

Questa specie è interessante per la sua difficile collocazione, oltre che per la difficile disposizione tassonomica, in quanto non è né un boletinico né un poliporale in senso stretto. Per il suo colore può assomigliare al Tylopilus porphyrosporus, ma è un vero e proprio boletino con tubi staccabili dalla carne e molto più lungo. È completamente immangiabile a causa di due fattori, la sua carne amara e la sua durezza. La Boletopsis grisea è meno robusta e meno fibrosa, ma abbiamo seri dubbi che non si tratti di forme della stessa specie.

Ulteriori informazioni:

  • Nome comune:
    Polipropilene bianco e nero, unddo-ardagai beltz.
  • Sinonimo:
    Polyporus leucomelas (Pers.) Pers.

Tassonomia:

  • Divisione:
    Basidiomycota
  • Suddivisione:
    Basidiomicotina
  • Classe:
    Omobasidiomiceti
  • Sottoclasse:
    Aphyllophoromycetidae
  • Ordine:
    Telephorales
  • La famiglia:
    Bankeraceae

Deja una respuesta

Tu dirección de correo electrónico no será publicada.