Funghi

Sarcoscypha coccinea

Caratteristiche macroscopiche

Caratteristiche:

Carpoforo a forma di coppa, da 2 a 5 cm, a volte un po’ appiattito se l’esemplare è molto maturo. Il colore della superficie esterna è rosso-arancio nella sua prima fase, per diventare rapidamente biancastro, granuloso alla vista e tomentoso al tatto. Il bordo della “tazza” è solitamente sinuoso e tende ad ingiallire nei vecchi esemplari.

Imenio che ricopre la superficie interna del carpoforo, di un colore rosso molto vivo, liscio.

Piede molto corto ma distinguibile, appena 1 cm o poco più, con una parte basale pelosa.

Carne non molto consistente, molto sottile, senza odore o sapore particolarmente evidente.

Habitat:

Frutta su rami caduti di vari alberi, generalmente planifolia, anche se sappiamo che fruttifica anche su alcune conifere. La particolarità di questo fungo è il suo tempo di comparsa, poiché esce durante l’inverno e l’inizio della primavera, qualcosa di insolito.

Commenti:

Questo bel fungo invernale non ha alcun valore culinario, anche se può essere assaggiato senza problemi. Di solito cresce in modo gregario, a volte anche semi coperto dalla neve, nonostante il contrasto cromatico non è facile da individuare. Le specie di questo genere non possono essere differenziate senza un’analisi microscopica. La Sarcoscilfa austriaca e la Sarcoscilfa Jurana sono specie praticamente identiche anche nella penisola iberica.

Ulteriori informazioni:

  • Nome comune:
    Pesce scarlatto, txanogorritxu, cassoleta vermella.
  • Sinonimo:
    Peziza coccinea (Scop.) Pers.

Tassonomia:

  • Divisione:
    Ascomycota
  • Suddivisione:
    Ascomicotina
  • Classe:
    Himenoascomiceti
  • Sottoclasse:
    Pezizomycetidae
  • Ordine:
    Pezizales
  • La famiglia:
    Sarcoscyphaceae

Deja una respuesta

Tu dirección de correo electrónico no será publicada. Los campos obligatorios están marcados con *