Funghi

Macrolepiote procura

Caratteristiche macroscopiche

Caratteristiche:

Un grande cappello, di 40 cm di diametro, prima globoso e chiuso sul piede, come un microfono o un martello per suonare la grancassa, poi allungato e dotato di un ottuso mamelone, ricoperto di scaglie marroni su fondo bianco crema, con un centro chiaramente marrone.

Lenzuola biancastre, larghe e un po’ ventralizzate, libere dal piede o un po’ scollate.

Piede lungo e cilindrico, terminante con un bulbo alla base, cavo e di consistenza legnosa, con un aspetto soriano perché ricoperto di fibre brune su fondo più chiaro. Dotato di un anello scorrevole bianco, un po’ marrone in basso.

Polpa tenera e bianca sul cappello, dura e legnosa sul piede, con un odore delicato e un piacevole sapore di noci.

Habitat:

Appare dalla fine dell’estate nelle radure erbose delle pinete, nelle faggete e nei campi. Abbondante e diffuso.

Commenti:

I cappelli di questa specie sono un alimento accettabile. È la Macrolepiota più grande, tutti i suoi “cugini” sono più piccoli. Vi è la var. permixta, attualmente separata come specie con il nome di Macrolepiota fuliginosa, più scagliosa e con piede liscio, versicolor. Tutti i Lepiota velenosi sono di piccole dimensioni, con l’eccezione dei Chlorophyllum molybdites, una specie abbondante in America e scarsamente referenziata in Europa.

Ulteriori informazioni:

  • Nome comune:
    Galanperna, ammortizzatore, portacandele.
  • Sinonimo:
    Lepiota procera (Scop.) Grigio

Tassonomia:

  • Divisione:
    Basidiomycota
  • Suddivisione:
    Basidiomicotina
  • Classe:
    Omobasidiomiceti
  • Sottoclasse:
    Agaricomycetidae
  • Ordine:
    Agaricales
  • La famiglia:
    Agaricaceae

Deja una respuesta

Tu dirección de correo electrónico no será publicada. Los campos obligatorios están marcados con *