Funghi

Gomphidius roseus

Caratteristiche macroscopiche

Caratteristiche:

Un piccolo cappello per il suo genere, normalmente gli esemplari adulti hanno un diametro compreso tra 2 e 4 cm, occasionalmente fino a 5 cm. Fin dalla nascita ha una forma convessa, che si appiattisce in seguito e deprime anche un po’ gli esemplari più maturi. Il colore della sua superficie è certamente suggestivo, rosso intenso con una certa sfumatura rosa, abbastanza uniforme, in netto contrasto con il resto del carpoforo che è bianco. Cuticola luminosa e un po ‘viscosa con la pioggia, liscia e glabra, e margine involuto negli individui più giovani evolvendosi per essere negli esemplari maturi migliorato.

Fogli decorrenti, notevolmente separati l’uno dall’altro, molto spessi e di aspetto ceroso, da giovani di colore bianco quasi immacolato, che diventano con maturazione sporadica a un colore grigio scuro con una tonalità lilla o olivastra.

Piede corto, spesso lungo appena più di 2 cm, pieno e rastremato verso la base. È di colore bianco, e può avere una sfumatura rosata in alcune parti e una zona miceliale giallastra. Ha un velo colorato molto chiaro nei giovani, quasi come un anello, che nel tempo tende ad essere una zona a sipario.

Polpa spessa e consistente per il piccolo fungo, bianca, rosa sotto la cuticola. Ha un gusto morbido e dolce, e il suo odore è appena percettibile.

Habitat:

Si tratta di una specie che abbiamo sempre osservato nelle stesse circostanze senza eccezioni, nelle pinete e in diretta relazione con i micelii di Suillus bovinus. Resta ancora da chiarire se il rapporto tra le due specie sia simbiotico o parassitario, anche se in linea di principio abbiamo osservato che i micelii di Suillus continuano a dare frutti anche negli anni successivi, per cui la comparsa del Gomphidius roseus non sembra influire su di loro. È una specie molto rara che abbiamo sempre visto durante l’autunno.

Commenti:

Specie dei Boletales con lame caratterizzate dal suggestivo colore rosso vivo, dalle dimensioni ridotte, e per essere sempre in crescita rispetto al micelio di Suillus bovinus. La sua confusione con altre specie è improbabile, solo il Chroogomphus fulmineus ha un sorprendente colore rossastro, ma è una specie la cui taglia può triplicare quella attuale e le sue lamine e il suo piede non sono bianchi.

Ulteriori informazioni:

  • Nome comune:
    Gonfidio rosa, lerdeki arrosa.
  • Sinonimo:
    Gomphus glutinosus var roseus (Fr.) P. Kumm.

Tassonomia:

  • Divisione:
    Basidiomycota
  • Suddivisione:
    Basidiomicotina
  • Classe:
    Omobasidiomiceti
  • Sottoclasse:
    Agaricomycetidae
  • Ordine:
    Newsletter
  • La famiglia:
    Gomphidiaceae

Deja una respuesta

Tu dirección de correo electrónico no será publicada.