Piante

Eguzkilore: un autentico simbolo nei Paesi Baschi

Molte civiltà sono passate attraverso la penisola iberica che hanno lasciato il segno nell’attuale Spagna che conosciamo. E nel caso specifico, nel nord del Paese troviamo molti riferimenti a simboli e leggende, come l’ Eguzkilore o, come è anche noto, il Fiore del Sole.

Questo simbolo a forma di fiore ( Carlina acaulis) è una tradizione con molti anni di storia, posto alla porta della nostra casa per simulare il Sole stesso e difenderci dall’ingresso di spiriti maligni, streghe, geni e qualsiasi nemico che possa entrare.

Attualmente, l’ Eguzkilore  è diventato un autentico riferimento per qualsiasi famiglia basca e, sebbene ci siamo già allontanati dai concetti arcaici di stregoneria e spiriti maligni, rimane comunque una rappresentazione di protezione, pace e prosperità, e a sua volta ci permette di decorare il porta di casa nostra.

Storia di Eguzkilore

La storia di Eguzkilore si basa su leggende, dalle prime popolazioni dell’uomo nel nord della Spagna e dalla creazione del mondo. Secondo la mitologia basca, Amalus (Dea Madre Terra), forniva luce di notte attraverso l’Eguzkilore per impedire l’ingresso di esseri oscuri, streghe e spiriti maligni nella casa.

Alla creazione del mondo, i primi uomini che abitarono le caverne vissero nell’oscurità totale. Per questo hanno chiesto il Sole, che è stato loro concesso e da lì gli uomini hanno cominciato ad uscire nel mondo esterno. Tuttavia, le lunghe notti buie causavano ancora grande paura all’uomo, così chiesero nuovamente una fonte di luce per la notte, alla quale fu concesso l’Eguzkilore o «Fiore del sole».

Per approfondire la storia di Eguzkilore, vi lasciamo un video con il significato.

Usi attuali del “Fiore del Sole”

Viene utilizzata come pianta ornamentale una volta coltivata e successivamente essiccata.

Aragona:  elemento protettivo o amuleto contro Bruixons e Bruixas (stregoni e streghe) e contro Foscor (spiriti maligni). L’Eguzkilore è strategicamente posizionato in camini, finestre e porte, luoghi in cui le streghe possono entrare.

Paesi Baschi e Navarra:  L’Eguzkilore è posto sulle porte delle case o sul segno superiore della porta per proteggere l’ingresso dagli spiriti maligni. Secondo la leggenda, se qualcuno di questi esseri voleva entrare in casa, era obbligato a contare ciascuna delle brattee del fiore di Carlina acaulis, quindi non avevano mai il tempo di contarle prima che apparissero i primi raggi di sole..

Al giorno d’oggi è molto facile e pratico acquistare un Eguzkilore coltivato in condizioni sostenibili, precedentemente essiccato e protetto per prolungarne la durata, anche online e ad un ottimo prezzo, nel negozio con spedizione in tutta la Spagna.

Conoscere la pianta della carlina ( Carlina acaulis)

L’Eguzkilore rappresenta il fiore di Carlina acaulis, comunemente noto come carlina angelica. La sua morfologia è simile al cardo, anch’esso appartenente alla famiglia delle Asteraceae. L’infiorescenza è grande, simile a quella del girasole, ma con notevoli differenze.

tassonomia

  • Ordine:  Asterales
  • Famiglia: Asteracee
  • Sesso:  Carlina
  • Specie:  Carlina acaulis

Viene utilizzato principalmente per le sue qualità ornamentali, dove l’infiorescenza viene essiccata e utilizzata in porte, camini e finestre secondo la tradizione dei Paesi Baschi, Navarra, Aragona e alcune zone dei Pirenei catalani.

Tuttavia, la Carlina acaulis offre anche proprietà medicinali, utilizzate preferibilmente per l’olio essenziale che produce, che ha proprietà antinfiammatorie e antibatteriche. È usato per trattare la pelle contro l’acne e l’eczema.

Questa pianta è distribuita praticamente in tutta l’Europa centrale, dove cresce naturalmente. In Spagna, le loro popolazioni raggiungono il nord del paese, principalmente nei Paesi Baschi, Navarra, La Rioja, Cantabria e Pirenei.

Epoca di fioritura:  da giugno a settembre.

Relazione del nome scientifico:  Carlina in relazione a Carlo Magno, dove la leggenda narra che gli angeli gli mostrarono le proprietà medicinali della pianta per combattere malattie gravi come la peste. Successivamente la leggenda fu modificata sostituendo Carlo Magno a Carlo I. Acaulis significa «senza stelo», di origine latina.

Caratteristiche e sviluppo della carlina angelica

La Carlina angelica ( Carlina acaulis), dalla cui infiorescenza si ricava l’Eguzkilore, è una pianta biennale e perenne a bassa crescita, che solitamente non supera i 30 cm di altezza. Sta strisciando, formando nuovi germogli a forma di rosetta, praticamente senza lasciare il suolo. Colloquialmente potremmo dire che questa pianta è un mix morfologico tra il fiore di cardo e il girasole, che si trova al centro della pianta.

Una caratteristica molto interessante di questo fiore, che può superare i 10 cm di diametro, sono le sue ottime proprietà essiccanti, senza appassire. Come il girasole, interagisce secondo la sua incidenza, aprendo il disco argentato che si trova sul bordo dell’infiorescenza.

Deja una respuesta

Tu dirección de correo electrónico no será publicada.