Piante

Guida alla coltivazione della palma Livistona rotundifolia

Il mondo delle palme comprende centinaia di specie adattate alla coltivazione in giardino e alcune per l’interno. Questo duplice uso può essere attribuito alla specie Livistona rotundifolia, palma di origine tropicale che può raggiungere i 20 metri di altezza.

In termini di foglie, è molto simile al genere Washingtonia,  e la cosa buona è che poiché i suoi bisogni di temperature calde sono elevati, può essere coltivata durante i primi anni della sua vita come pianta da interno.

La sua crescita è lenta, cosa che favorisce anche molte persone che lo acquistano per posizionarlo vicino a una finestra o su patii e terrazzi.

In questo articolo vogliamo dirti tutto ciò che devi sapere per prenderti cura di questa palma in giardino, anche se dedicheremo anche una sezione alla fine per conoscere la cura all’interno della casa.

Caratteristiche della Livistona rotundifolia

La Livistona rotundifolia  è una specie di palma (famiglia delle Arecaceae) di origine tropicale e asiatica. Le prime specie sono state identificate in alcune zone dell’Asia, come l’isola di Giava e Malacca.

Ha una forma molto simile alla palma Washingtonia, ma con differenze evidenti una volta che ce l’abbiamo davanti a pochi metri di distanza. Il suo tronco è molto più sottile ed è la specie che siamo abituati a vedere in ambienti paradisiaci come spiagge e zone costiere.

tassonomia

  • Ordine:  Arecales
  • Famiglia: Arecaceae
  • Genere:  Livistona
  • Specie: Livistona rotundifolia

Significato del nome

  • Livistona:  descrizione in onore del suo identificatore, Patrick Murray, Baron Livingstone
  •  rotundifolia:  significato in latino della parola «rotondeggiante», data la forma delle sue foglie.

Cura della palma Livistona rotundifolia

Climatologia

Andremo a conoscere le principali caratteristiche climatologiche della palma Livistona rotundifolia. Come sapete, le specie di palma della famiglia delle Arecaceae sono molto resistenti alle intemperie e hanno un’ampia gamma di temperature di adattamento.

Temperatura

La Livistona rotundifolia  è una delle piante più sensibili alle temperature di congelamento all’interno della famiglia delle palme. Infatti, data la sua lenta crescita, è comune utilizzarla anche come pianta da interno. Tuttavia, adattandolo al giardino freddo fin dalla giovane età, può prosperare senza grossi problemi.

La sua escursione termica ottimale è compresa tra 16 ºC e 28 ºC, cosa molto comune nelle zone tropicali, dove di solito cresce. Tuttavia, possiamo ampliare molto di più l’intervallo di temperature, anche se eviteremo condizioni particolarmente fredde in inverno.

Nelle zone a bassa temperatura, le sue foglie perdono la brillantezza e il colore verde originari, diventando più chiare e prive di sviluppo.

In inverno, sulle piante giovani (di età inferiore ai 3 anni), possiamo applicare pacciamatura o pacciamatura di sostanza organica per aumentare la temperatura del suolo, poiché è il fattore più sensibile per lo sviluppo delle piante alle basse temperature.

illuminazione

La palma Livostone è una specie che necessita di alte dosi di illuminazione. Dovrai posizionarlo in giardino in una zona particolarmente soleggiata, almeno durante i primi anni di vita. Più tardi e nel corso degli anni, la sua altezza fa si che poche specie o dimore lo ombreggiano, poiché supera facilmente i 10 o 15 metri di altezza.

Umidità

È una delle specie più tropicali della famiglia delle palme. Tuttavia, se lo adattiamo dall’inizio, può vivere in aree con umidità relativa inferiore al 60%. Il suo intervallo ottimale è compreso tra il 65% e l’85%.

Terra

La Livistona rotundifolia  si adatta perfettamente a tutti i tipi di terreno, ma bisogna tenere presente che l’opzione migliore sono quelli di tipo sabbioso con un buon drenaggio. Sebbene il suo apparato radicale sia potente, il ristagno d’acqua non giova affatto alla palma e può mostrare sintomi di marciume.

Sarà necessario evitare terreni pesanti che si inzuppano facilmente, soprattutto con piogge autunnali o invernali, quando la pianta smette di crescere.

Irrigazione

L’irrigazione delle palme deve essere ben controllata, poiché è preferibile non esagerare. Il suo apparato radicale non è preparato per l’acqua in eccesso, quindi è consigliabile, secondo gli esperti, lasciare il terreno asciutto prima di ogni annaffiatura.

Un piano di irrigazione abituale e generale che devi adattare in base alla zona e al clima in cui pianti la tua Livistona rotundifolia  è il seguente:

  • Irrigazione in estate:  2 irrigazioni a settimana, con un contributo da 4 a 8 litri per irrigazione, a seconda delle dimensioni della pianta.
  • Irrigazione in inverno:  1 irrigazione a settimana o ogni 15 giorni, a seconda delle precipitazioni.

Le specie giovani sono quelle che più devono controllare il loro approvvigionamento idrico. Prima della successiva irrigazione, possiamo controllare l’umidità del terreno, sia manualmente (percependo l’umidità a 15 cm dal terreno con la mano) che attraverso la strumentazione.

Fecondazione

Le specie di palma vengono fertilizzate raramente poiché non producono frutti o sostituiscono rapidamente le foglie. Solo specie giovani e nei giardini dove si desidera una crescita rapida si possono utilizzare fertilizzanti liquidi o solidi.

Se vogliamo fornire fertilizzanti durante i primi anni di vita della Livistona rotundifolia,  cercheremo quelli ricchi di azoto speciale per piantare verdure e palme.

Un appropriato rapporto di Azoto, Fosforo e Potassio (NPK) può essere la formula NPK 12-5-12 con magnesio o NPK 12-8-16 sotto forma di granuli a lenta solubilizzazione. Il contributo del fertilizzante viene effettuato sulla base dello stelo principale.

Questo fertilizzante verrà aggiunto solo 1 o 2 volte l’anno, all’inizio della primavera ea metà estate, quando viene effettuata una maggiore produzione di nuove foglie. Contribuiremo tra 0,5 kg e 1 kg per pianta giovane.

Parassiti e malattie della Livistona rotundifolia

Sebbene si possa pensare che le palme come la Livistona rotundifolia  siano estremamente resistenti (e lo sono), ciò non significa che non possano essere visitate da vari parassiti e malattie.

In generale, la presenza di insetti è molto più comune dei funghi. Tra i parassiti più comuni della famiglia delle Arecaceae ci sono cocciniglie, punteruoli e punteruoli. Il punteruolo e il punteruolo della banana scavano gallerie interne e indeboliscono la pianta in generale. Alcune foglie emerse di recente si presentano deformate a causa dell’alimentazione dei vermi allo stadio larvale.

In questa tipologia di palme si effettuano solitamente trattamenti preventivi con saponi di potassio, piretrine e oli.

Potatura e manutenzione

La potatura è un elemento fondamentale nella manutenzione di qualsiasi palma. Nel caso della Livistona rotundifolia , e come accade anche per le palme Washingtonia, vengono potate dal basso verso l’alto, mantenendo lo stesso livello nella circonferenza immaginaria.

Si potano a sega dalla base, il più vicino al tronco principale, lasciando, nelle specie giovani, almeno 3 altezze o livelli di foglie.

Livistona rotundifolia  come pianta d’appartamento

Nei primi anni di vita, la Livistona rotundifolia  può essere coltivata indoor in vaso. In esso si raggiungeranno temperature molto piacevoli per il suo sviluppo. Per fare questo bisogna scegliere un substrato che permetta una buona ossigenazione dell’ambiente, consigliando la miscela di torba o substrato universale con un po’ di fibra di cocco o sabbia.

La sistemazione verrà effettuata nell’ambiente più luminoso possibile della casa, al riparo dai raggi del Sole. Se l’ambiente è molto secco (<60% di umidità relativa), bisogna irrorare la pianta almeno una volta alla settimana.

Di solito non vengono concimati, anche se possiamo aggiungere un fertilizzante ricco di azoto se vediamo che le foglie perdono il loro colore verde originale (analizzeremo anche se la Livistona rotundifolia  riceve abbastanza luce, poiché è un’altra causa di clorosi).

L’irrigazione deve essere molto controllata, lasciando asciugare il supporto prima della successiva. Questa regola garantirà che non manchiamo mai di irrigare e impedirà alla pianta di marcire a causa del soffocamento delle radici.

Deja una respuesta

Tu dirección de correo electrónico no será publicada.