Suggerimenti

4 tipi e varietà più famosi di gelsomino

Il gelsomino è una pianta della famiglia delle oliaceae. È rustico e delicato, con fogliame sempreverde e deciduo.

Ha duecento specie di viti e arbusti ampiamente coltivate, dal profumo squisito e sublime. I più noti sono i seguenti:

Gelsomino officinale

Pianta rampicante che può raggiungere i 6 metri di altezza, conosciuta con i nomi di gelsomino estivo , gelsomino dei poeti, gelsomino bianco o gelsomino comune.

È la pianta originaria dell’Iran, del Pakistan, dell’India, del Nepal e della Cina occidentale, il che la rende la specie più coltivata in quei paesi.

È così anche in Romania, Jugoslavia, Indie Orientali, Francia, Portogallo, Italia e in Florida negli Stati Uniti, dove è stato naturalizzato. È una foglia di vite scaduta ha un invidiabile profumo di fiori bianchi a cinque petali con foglie lanceolate lineari sfocate.

È una pianta estiva, favorevole ai climi caldi, che può essere coltivata in altre stagioni in serra se dotata delle condizioni adeguate.

È di sublime bellezza e nell’industria viene utilizzato nella produzione di oli essenziali per profumeria e aromaterapia grazie alla sua squisita fragranza. Serve anche come ornamento agli ingressi delle residenze per decorare giardini o rivestire muri. 

Il gelsomino officinale ha proprietà medicinali ed è usato come tonico espettorante, astringente e sedativo. La sua coltivazione è pratica perché ha bisogno di essere annaffiata solo una volta alla settimana, e una volta che ha avuto produzione va potata per ottenere il successivo raccolto di fiori sui rami giovani e robusti.

Gelsomino Nudiflorum

Questa varietà, originaria delle montagne del Tibet, è conosciuta come gelsomino invernale gelsomino giallo gelsomino San Jose o per il colore dei loro fiori.

È un arbusto sarmentoso a tessitura rustica e resistente , buono per giardini, famiglia del gelsomino officinalis, ma più duro di questo.

Il gelsomino nudiflorum ha bellissimi fiori di colore giallo intenso sullo sfondo verde dei suoi rami e delle sue foglie a tre lobi lanceolati, bellezza con cui compensa la sua mancanza di aroma, che lo differenzia dalla varietà officinale.

Un’altra differenza è che questo è il fiore dell’inverno , ma, anche così, resiste a temperature estreme, alte e basse. Il periodo di fioritura, abbondante, va da novembre a marzo, raggiungendo la sua pienezza a gennaio.

È una pianta di bellezza esotica, alta tre metri, rampicante, che serve a rivestire muri e decorare gli spazi della casa, indipendentemente dal fatto che sia piantata in fioriere, in vaso o su terrazze.

Il gelsomino nudiflorum non va annaffiato nei mesi invernali, ed è consigliabile potarlo dopo la fioritura per rafforzarlo in vista della stagione successiva quando, con nuove energie, produrrà fiori radiosi, ovviamente, purché abbia un struttura in cui si trova può fissarsi e svilupparsi senza intoppi.

Gelsomino del Paraguay

Questa varietà di gelsomino, del gruppo delle solanacee, il cui nome scientifico è Jazminum multipartitum.

È molto curioso per il colore caratteristico dei suoi fiori, che all’inizio sono violacei e con il tempo degradano, cambiando colore, dal pallido lavanda al bianco .

Questa fioritura rende questa pianta ideale per decorare gli spazi aperti soprattutto durante i mesi primaverili .

Una trentina di specie sono conosciute dalle regioni tropicali dell’America e delle Antille, e sono anche chiamate brunfelsiaes in onore del dottor Otto Brunfels, medico e botanico del Rinascimento tedesco.

Il gelsomino del Paraguay, o paraguaiano, può misurare tre metri di altezza e ha foglie ovali di colore verde brillante, un po’ più chiare nella pagina inferiore, con una ramificazione molto fitta.

Si tratta di una pianta con un caldo e clima temperato, molto sensibile al gelo; dobbiamo tenerlo in mezz’ombra, ricevendo luce solare durante le ore più fresche della giornata.

La sua fioritura avviene durante l’estate, ma può durare fino all’autunno , e la particolarità del suo profumo è che diffonde un profumo di essenza di cocco che lo rende diverso dagli altri, per questo viene utilizzato nell’industria cosmetica e manifatturiera. di profumi.

Un’altra delle sue caratteristiche importanti è che, se piantata in luoghi caldi, può avere un nuovo processo di fioritura a gennaio o febbraio.

È una pianta dalle proprietà medicinali perché può essere usata come sedativo, antinfiammatorio, analgesico, per artriti e reumatismi, e per la depurazione e stimolazione del sistema linfatico. Allevia dolori, raffreddori, febbre, influenza e febbri ed è utile anche per le malattie veneree.

gelsomino stellato

Bellissima pianta rampicante dai fusti legnosi contorti, che è della famiglia Apodinamica, a differenza degli altri tipi di gelsomino che sono della famiglia delle Oleaceae, e il suo nome tecnico-scientifico è Trachelospermum jasminiodes.

Questa varietà di gelsomino è originaria del Giappone e della Cina da dove è migrata in America ed Europa. Ha rami sarmentosi e foglie lucide verde scuro.

I suoi fiori sono bianchi e gialli formati da cinque petali, raggruppati a forma di elica. Il suo aroma è molto profumato e apprezzato per il modo in cui inonda gli spazi dove è stato piantato.

Il gelsomino stellato è anche conosciuto con i nomi di gelsomino stellato, gelsomino sempreverde, gelsomino cinese, gelsomino del latte e gelsomino falso, quest’ultimo perché tende a essere confuso con altre specie.

È una vite, rampicante o rampicante, ma non è naturale, quindi se vogliamo impedire che cresca come un cespuglio, dobbiamo fissarlo in un luogo dove possa arrampicarsi.

Può essere utilizzato per decorare muri, recinzioni, o qualsiasi spazio della casa, può essere coltivato in vaso e può essere piantato anche nelle zone costiere in riva al mare, preservandolo dai forti venti.

Per questo si adatta alle alte temperature dove riceve molto sole, ma è una pianta versatile che può cambiare aspetto più volte all’anno.

Durante la primavera e l’estate spuntano i grappoli di fiori bianchi a cinque petali, e man mano che cresce bisogna prendere provvedimenti per proteggerlo dalle gelate invernali perché la sua crescita è molto lenta nelle prime fasi.

Tuttavia, la versatilità del gelsomino profumato è tale che, man mano che si sviluppa, raggiunge il punto di resistere a temperature di -10 gradi Celsius.

Deja una respuesta

Tu dirección de correo electrónico no será publicada.