Suggerimenti

Parassiti e malattie della cipolla: [rilevamento, cause e soluzioni]

Per chi ama la buona cucina, saprà che la cipolla è uno di quegli ortaggi indispensabili.

Questo è esattamente ciò che ha portato molti di noi ad includerlo nei nostri giardini domestici, godendo dei migliori raccolti del suo tempo.

Il dettaglio è che puoi essere vittima di una serie di parassiti e malattie, quindi devi essere molto ben informato sull’intera questione. 

E, per aiutarti in questo, qui abbiamo raccolto le informazioni più complete che non dovresti perdere di vista in nessuna eventualità.

viaggi

È un parassita frequente nelle colture di cipolle , specialmente quelle che vengono mantenute in un intervallo di temperatura compreso tra 15 e 20º C.

Si verificano in tre fasi del loro ciclo biologico, le uova sono le più numerose, ma gli adulti sono i più dannosi per la semina.

I tripidi eseguono un processo di suzione della linfa dalle foglie che provoca la comparsa di macchie verde chiaro su di esse, che in seguito diventano necrotiche. 

Queste condizioni nella struttura delle foglie fungono da via di ingresso per i funghi ed è necessario considerare che sono insetti che trasmettono anche virus.

È necessario presumere che le erbe infestanti siano un habitat ideale per ospitare i tripidi , quindi le aree di coltivazione devono essere protette dalla loro presenza. Quando si tratta di lavorare con trattamenti preventivi, questi dovrebbero essere avviati nel momento in cui si genera l’aumento delle temperature.

Inoltre, è possibile combattere applicando un buon getto d’acqua sulla pianta o spruzzando olio di neem nelle ore ombrose della giornata.

marciume molle

Il marciume molle è una malattia generata dalla presenza di un batterio che modifica sfavorevolmente la consistenza della pianta.

La sua azione si nota sia nei campi che nelle cantine , dopo la vendemmia.

I batteri possono provenire dal terreno dove viene effettuata la semina, oltre che dall’acqua di irrigazione, e penetrano attraverso le ferite che la pianta ha .

È anche una malattia che si sviluppa più rapidamente quando le temperature sono alte , al di sotto dei 3º C si disattivano. La loro azione principale è sul bulbo , che penetrano attraverso il collo, ma può interessare anche l’intera pianta.

Gli effetti, quando si taglia una pianta, saranno evidenti perché il suo contenuto sarà un po’ acquoso e appiccicoso. Per evitare che la malattia danneggi le colture, è molto importante mantenere l’area libera dalle erbe infestanti, nonché controllare i livelli di umidità .

Quest’ultima condizione, infatti, dovrebbe essere mantenuta anche nei locali di stoccaggio, che dovrebbero essere più o meno freddi e poco umidi.

Mosca di cipolla

Quando si tratta di parlare dei parassiti più complicati della cipolla, la mosca è uno di quelli che cattura l’attenzione più rapidamente.

Il motivo è che tende a deporre le uova nella parte interna della pianta, da dove si schiudono le larve, nutrendosi della pianta quasi invisibile ai nostri occhi.

Come è logico, la sua dieta provoca ferite sulla struttura, il che aiuta molte malattie a insediarsi nella pianta. Ma, in caso contrario, anche il futuro non è molto incoraggiante, poiché nella maggior parte dei casi si verifica un marciume batterico che uccide la pianta.

La sua azione non distingue tra piantine piccole e piante adulte , facendo perdere a queste ultime i bulbi. 

Le misure per prevenirne la comparsa sono di utilizzare terreni con un ottimo drenaggio per evitare alte concentrazioni di umidità.

Sarà anche utile associare le colture di cipolla con altre verdure che aiutano a respingere le mosche , come il cavolfioreInfine, l’utilizzo di semi di buona qualità precedentemente lavorati con insetticidi potrebbe essere determinante per prevenire l’attacco.

Ruggine

Le colture di cipolla sono molto suscettibili ai danni da parte della presenza di funghi, come nel caso della ruggine .

La sua condizione si manifesta con la formazione di piccole pustole che si depositano nella parte superiore ed inferiore delle foglie. Questi sono di colore marrone e al loro interno contengono il micelio del fungo.

Inoltre, appaiono in quantità considerevole. Queste spore sono facilmente trasportabili con il vento, quindi bisogna fare attenzione che le colture si trovino in una zona che non soffra di raffiche costanti. 

Ciò si traduce in una struttura complessiva scadente della pianta , ma la cosa più preoccupante è che influisce sia sulla qualità che sulla quantità del raccolto In questo caso la ruggine è una malattia che colpisce di preferenza quelle colture che si trovano nella fase finale, prossima alla raccolta.

Per affrontare esistono opzioni ecologiche che offrono buoni risultati, come nel caso dell’estratto di coda di cavallo e della poltiglia bordolese .

Minatore di cipolle

Il minatore di cipolle provoca danni alle colture con le sue larve, identificabili in grigio. Questi si sviluppano e vivono sulle foglie, creando piccoli tunnel o gallerie nella loro struttura.

Il danno maggiore è prodotto dalla larva, pochi giorni prima di diventare una ninfa.

Quando sono pochi, l’entità dei danni alla struttura delle piante non è motivo di preoccupazione, ma quando sono molti causeranno danni considerevoli. I principali punti di azione sono orientati al collo e alla testa della cipolla , l’effetto sul raccolto è notevole.

Le erbacce sono l’ambiente ideale per il minatore di cipolle per alloggiare e influenzare le colture di cipolle. 

Come misura di protezione, è possibile utilizzare alcuni insetticidi naturali, come la purina di ortica o l’olio di neem, che aiuteranno a prevenirne la comparsa. 

La cosa più importante in tutta questa questione è controllare i livelli di umidità poiché quando sono molto alti, aumentano le possibilità di attacco.

Deja una respuesta

Tu dirección de correo electrónico no será publicada.