Suggerimenti

Mela cotogna: [Cura, semina, irrigazione, substrato e parassiti]

Per coltivare il cotogno, va tenuto presente che non solo produce frutti, ma include anche fiori belli e aromatici .

Inoltre, i suoi rami giovani sono flessibili e tenaci , il che rende possibile che in passato fossero usati per fare il vimini.

Grazie a ciò, la sua coltivazione divenne molto popolare in Asia (da dove trae origine), in quanto forniva con i suoi rami il materiale per diversi usi.

Se vuoi piantare un albero di mele cotogne, è meglio continuare a leggere, qui ti daremo molte informazioni ideali per avere successo

Punti importanti quando si pianta un albero di mele cotogne
  • Quando? Durante tutto l’anno, avendo cura delle temperature a cui è sottoposto.
  • Dove? In uno spazio con buona luce solare e buona ventilazione.
  • Come prepariamo il terreno? Terreno ben concimato con adeguato drenaggio.
  • Come dovremmo annaffiare? Facendo attenzione che non ci sia troppa umidità.
  • Ogni quanto bisogna annaffiare? Nella siccità frequentemente, due volte a settimana. Durante le piogge, mai.
  • Quali parassiti e malattie hanno? Ha insetti come gli afidi e malattie come la macchia fogliare.

Caratteristiche dell’albero di mele cotogne

Il cotogno, il cui nome scientifico è Cydonia oblonga , è rinomato per la produzione di deliziosi frutti .

Ha avuto origine in Asia, sebbene le sue implicazioni economiche lo abbiano reso molto popolare in settori del Medio Oriente e in altre parti del mondo. In generale, paesi come la Spagna hanno alcune colture.

Tuttavia, sono esclusi alcuni settori come l’Andalusia o la Comunità Valenciana, dove la sua produzione è molto più comune.

Questa pianta è l’unico membro del genere Cydonia.

Dove dovremmo piantare l’albero di mele cotogne?

Il cotogno è abbastanza versatile per quanto riguarda il luogo di coltivazione , poiché può vivere serenamente sia in pieno sole che all’ombra.

Allo stesso modo, è ideale per le temperature temperate, con estati calde e inverni lunghi (può resistere alle basse temperature).

Inoltre non è molto esigente in termini di substrato in cui è piantato , permettendogli di presentarsi sia in terreni a basso che ad alto contenuto nutritivo.

Coltivarli in terreni argillosi, con buon drenaggio, umidità, fertilità e un pH relativamente acido (5,6-7,2) è la cosa migliore per questa specie.

Tuttavia, è necessario sapere che la cotogna albero ha bisogno di una buona ventilazione. Quindi è consigliabile seminare in luoghi con una ventilazione adeguata.

Quando dovrebbe essere coltivato il cotogno?

Essendo una pianta in grado di sopportare diverse temperature, si presta ad essere coltivata in qualsiasi periodo dell’anno.

Tuttavia, è importante tenere presente che non è consigliabile farlo quando fa troppo caldo o troppo freddo .

È meglio mantenere un ambiente temperato, ideale perché si sviluppi e aderisca al terreno senza problemi.

Come prepariamo il terreno?

  1. Una volta presa la decisione di coltivare il cotogno, diventa importante scegliere il sito giusto e dedicare un po’ di tempo alla preparazione.
  2. Tra le cose da fare c’è quella di eliminare tutte le erbe che si trovano vicino al luogo prescelto.
  3. Successivamente, dovrebbe essere praticato un grande foro di circa 60 × 60 cm, poiché uno spazio ampio aumenta la probabilità di fruttificazione.
  4. Una volta che il buco è pronto, il passo successivo è riempirlo con terreno ben fertilizzato, che consentirà lo sviluppo e la crescita dell’albero in modo appropriato.
  5. Per finire, la pianta viene posizionata nello spazio preparato ad una profondità di 5 cm, coprendola bene di terra una volta terminata.
  6. Se si vogliono piantare più cotogni, è consigliabile lasciare una distanza di 4 metri e mezzo tra l’uno e l’altro.

Come seminare un albero di mele cotogne passo dopo passo?

Il cotogno può essere seminato da seme o da piantine che si possono acquistare al mercato.

Il processo di semina da una piantina è semplice, poiché cerca semplicemente di seminarli in un determinato spazio, come accennato in precedenza .

Tuttavia, la semina dal seme richiede un lavoro molto più arduo, quindi ti lasceremo il passo dopo passo.

Semina da seme

  1. Per poter utilizzare i semi di mela cotogna per la coltivazione, è fondamentale rompere la dormienza del seme, essendo questo il primo passo da compiere.
  2. In questo caso, ci sono due metodi per ottenerlo. Il primo è mettere i semi in acqua bollente per circa 5 minuti. Il secondo ha bisogno di più tempo, poiché devono essere messi a bagno per due settimane prima di poter essere piantati.
  3. In entrambi i casi lo scopo è quello di far ammorbidire il seme e, quindi, accelerare il processo di germinazione .
  4. Successivamente, i semi vanno posti in un vaso da vivaio, proprio al centro insieme ad una miscela di terriccio fertilizzato.
  5. Non è conveniente annaffiarlo con troppa acqua, quindi si consiglia di utilizzare uno spruzzo d’acqua .
  6. Inoltre, il contenitore deve essere collocato in un luogo caldo, mantenendo una temperatura di circa 18ºC o più.
  7. Nei climi freddi, è meglio usare un termoforo per semi, per controllare la temperatura in modo appropriato.
  8. Questi semi dovrebbero germinare tra la seconda e l’ottava settimana , a seconda della temperatura e del tipo di seme.
  9. Dovresti stare attento a spruzzare acqua sul terreno dove sembra asciutto o mostra segni di secchezza.

Di che cure ha bisogno il cotogno?

Non è un albero molto manutentore, anche se richiede alcune cose per rimanere in salute.

Tieni d’occhio la temperatura

Per cominciare, non è consigliabile che sia sottoposto a grandi cambiamenti climatici , poiché possono danneggiarlo, in particolare le nevicate.

Inumidisci il terreno regolarmente

È anche necessario che il terreno venga inumidito regolarmente durante la siccità e che il terreno mantenga un buon drenaggio durante le piogge.

Potatura

La potatura è consigliata solo se i suoi rami si intromettono o sono impigliati tra loro, causando danni alla produzione di frutta.

Quali parassiti e malattie ha?

Sebbene sia improbabile che venga attaccato da parassiti, i suoi principali nemici sono afidi e omotteri .

Mentre gli afidi si nutrono della linfa delle foglie e dei rami, gli omotteri ne impediscono la circolazione, provocando gravi danni.

Malattie della mela cotogna

Per quanto riguarda le malattie, si può parlare della macchia fogliare, prodotta dall’eccesso di umidità.

E la macchia nell’occhio, che fa cadere le foglie e nel tempo i frutti si macchiano e si deformano.

Del resto, dovremo solo aspettare che passi il tempo e goderci il nostro cotogno.

Deja una respuesta

Tu dirección de correo electrónico no será publicada.