Suggerimenti

Ravanelli: come piantare e coltivare

Il ravanello, con il nome scientifico Raphanus sativus, è una pianta annuale o biennale a seconda della specie, conosciuta in tutto il mondo per il valore culinario delle sue radici, in quanto alcune non hanno molto sapore mentre altre sono pungenti. È una pianta che trova la sua origine nell’area dell’Eurasia, ma si è ormai diffusa a livello globale.

Se vuoi imparare a piantare e coltivare i ravanelli per goderne il consumo in modo ecologico, unisciti a noi in questo articolo di EcologíaVerde in cui ti insegneremo come farlo correttamente passo dopo passo.

Quando piantare i ravanelli

I ravanelli vengono seminati più comunemente in primavera, due settimane prima dell’ultima gelata, ma la maggior parte delle varietà di questa pianta può essere coltivata durante il periodo primaverile-autunnale. Infatti piantarle ogni 15 giorni per poterle raccogliere per gradi e godere così più a lungo di una vendemmia recente è una pratica abbastanza diffusa e consigliata.

Se scegli un ravanello primaverile come il cherry belle, che è il più comune, puoi iniziare i semi in primavera o in autunno. I ravanelli estivi, d’altra parte, crescono un po’ più lentamente e i ravanelli invernali, come il daikon, sono molto più grandi, hanno più contenuto di amido e vengono piantati a fine estate.

Come piantare i ravanelli

I ravanelli non necessitano di trapianto, quindi possono essere piantati direttamente nella loro posizione finale, sia all’aperto che in contenitori che hanno un fondo adatto a seconda delle dimensioni della specie da piantare. Segui questi suggerimenti per coltivare i ravanelli con successo:

  • Scegli una zona che riceva pieno sole o ombra parziale, a seconda del tipo di clima nella tua zona. Se avete un clima particolarmente caldo sarà meglio dare loro un po’ di ombra, mentre, se si tratta di una zona temperata, sarà meglio esporla a più sole possibile.
  • È anche importante che il terreno abbia un buon drenaggio e che abbia un pH di circa 7,4. Con un pH più basso, rischi che il fungo dell’ernia del cavolo si manifesti e infetti i tuoi ravanelli. Se il pH del tuo terreno è inferiore a questo valore, puoi aumentarlo con la calce.
  • Almeno una settimana prima della semina, arricchisci il terreno con abbondante sostanza organica, poiché queste piante sono molto esigenti in termini di nutrienti.
  • Seppellire i semi a circa 1 cm di profondità, separati tra loro di circa 2 o 3 centimetri. Se pianti in giardino, in più file, rispetta circa 30 centimetri tra le file.
  • Innaffia dopo aver piantato i semi e fallo di nuovo ogni volta che il terreno sembra asciutto. Una varietà comune di ravanello primaverile germoglierà in circa 3-5 giorni se tutto va bene.

Come coltivare i ravanelli: cure di base

Abbiamo già discusso delle esigenze di sole e del pH del suolo di questa pianta. Pertanto, di seguito, parliamo di maggiori dettagli per imparare a coltivare correttamente i ravanelli con queste cure di base:

innaffiare i ravanelli

Per quanto riguarda le annaffiature, i ravanelli necessitano di annaffiature abbondanti e, soprattutto, uniformi. Bisogna annaffiare regolarmente ogni volta che la terra si spacca, anche se senza mai allagarsi. Se trascorri diversi giorni senza annaffiare e poi innaffi abbondantemente per compensare, i tuoi ravanelli probabilmente si spezzeranno man mano che crescono.

fertilizzante per ravanelli

Fertilizzare i ravanelli due settimane dopo la semina per dare loro un apporto extra di sostanze nutritive che aiutino a far crescere le loro radici. Scopri di più sul fertilizzante organico: cos’è, i suoi tipi e come farlo a casa in questo altro post di EcologíaVerde.

Convivenza con altre piante in giardino

Inoltre, presta particolare attenzione alla rimozione delle erbacce, che possono privare i ravanelli di sostanze nutritive dal terreno e farli crescere di meno. Nota anche che questa pianta funziona benissimo come pianta da compagnia in giardino poiché tiene lontani molti insetti. Funzioneranno particolarmente bene insieme a cavoli, carote e pastinache.

Come coltivare più rafano

Se vuoi che i tuoi ravanelli abbiano un sapore più piccante del solito, puoi giocare con l’irrigazione: riducendola aumenta quell’aspetto del loro sapore.

Se noti qualcosa di strano nell’aspetto delle tue piante, puoi consultare questo altro articolo in cui parliamo di Problemi di crescita del ravanello.

Quando raccogliere i ravanelli

Quando le loro radici hanno un diametro di circa 2,5 cm, la maggior parte delle varietà è pronta per la raccolta. Tieni presente che le varietà più grandi avranno bisogno di dimensioni maggiori prima della raccolta, ovviamente. Non lasciarli lievitare troppo a lungo o diventeranno duri e di consistenza sgradevole. Inoltre, se vanno a seme, il loro sapore sarà rovinato.

Rimuovere il terreno circostante e utilizzare una pala per estrarre i ravanelli dal basso e senza danneggiarli. Una volta raccolte, dovrebbero essere consumate fresche, anche se puoi conservarle in un luogo fresco e buio per un massimo di 15 giorni.

Se desideri leggere altri articoli simili a Ravanelli: come piantare e coltivare, ti consigliamo di visitare la nostra categoria Suggerimenti.

Deja una respuesta

Tu dirección de correo electrónico no será publicada.