Suggerimenti

Come fare le talee di cactus di Natale

I cactus di Natale sono piante succulente molto graziose, che in realtà comprendono l’intero genere Schlumbergera, con 7 specie accettate. Sono anche chiamati cactus di Santa Teresita o piume di Santa Teresa e sono imparentati con il cactus di Pasqua. Il cactus di Natale prende il nome dal fatto che i suoi bellissimi fiori, che possono essere rosa, fucsia, rossi, bianchi, gialli o arancioni, compaiono proprio in questo periodo dell’anno poiché è una pianta a fioritura invernale. Pertanto, porta molto colore in qualsiasi spazio, in un momento in cui la maggior parte delle piante è in uno stato vegetativo.

Sono piante molto facili da curare e, come nel caso di molte succulente, la loro moltiplicazione è alla portata di tutti. Se vuoi imparare a moltiplicare o riprodurre un cactus di Natale senza il minimo problema, unisciti a noi in questo articolo di EcologíaVerde, perché qui vedrai una guida su come realizzare talee di cactus di Natale.

Come si riproduce il cactus di Natale

Come per molte piante, la riproduzione della pianta del cactus di Natale può essere eseguita in vari modi. Il più naturale è usare i semi del cactus di Natale, ma per questo dovremmo aspettare che la pianta adulta dia fiori e frutti e poi germini i semi.

Le piante grasse, invece, sono caratterizzate dalla tendenza ad offrire una maggiore facilità di riproduzione per talea. La cosa buona di questo tipo di moltiplicazione è che otterremo una pianta che sarà una copia genetica esatta dell’originale, quindi se una talea è fatta da un cactus natalizio forte e sano, abbiamo buone possibilità di farlo crescere altrettanto bene. Inoltre, la riproduzione per talea è molto più veloce, poiché ci consente di saltare l’intero processo di germinazione dei semi e crescita iniziale della piantina.

Quando prendere le talee di cactus di Natale

La moltiplicazione per talea del cactus di Natale richiede un clima mite, quindi, nella maggior parte dei climi, il periodo ideale per effettuarla sarà durante la primavera.

Se hai il tuo cactus in casa o l’estate non è molto calda e secca, puoi farlo anche in questo periodo dell’anno, o anche in autunno se non ci sono gelate o freddo intenso nella tua zona. Certo, dobbiamo evitare di fare il taglio durante l’inverno, indipendentemente dal tempo o dalla zona perché non funzionerà.

Come riprodurre il cactus di Natale passo dopo passo

Ora che sai di più sulla riproduzione di questa pianta, segui questa guida per riprodurre con successo un cactus di Natale:

  1. Il primo passo è ovviamente quello di preparare il taglio del cactus di Natale. Per fare questo, possiamo usare uno stelo che è stato rotto o tagliarlo noi stessi con la massima cura possibile. Per tagliare il taglio bisogna preparare gli attrezzi per la potatura. Idealmente, utilizzare forbici da potatura o un coltello il più affilato possibile e sterilizzarli con alcol o un prodotto specifico.
  2. Quando selezioni lo stelo da tagliare, puoi notare che il cactus di Natale a volte può produrre radici aeree in alcune di quelle sezioni dello stelo che sembrano foglie. Ciò è dovuto al fatto che si tratta di una pianta epifita, che nel suo habitat naturale cresce sui tronchi degli alberi, quindi quelle radici servono a tenersi meglio. Se tagli la talea lì, senza danneggiare queste radici, sarà più facile e veloce che cresca bene una volta trapiantato.
  3. Una volta tagliato lo stelo, puoi separarlo in più talee di circa due o tre sezioni, poiché ognuna di queste parti è sufficiente per far crescere un nuovo cactus di Natale. Non bisogna però piantarle dopo averle tagliate: per evitare problemi di marciume, è necessario lasciare asciugare le talee in un luogo fresco e asciutto, all’ombra, in modo che le ferite tagliate si chiudano. È meglio non tenere le talee del cactus di Natale nell’acqua, poiché hanno bisogno di secchezza.
  4. Successivamente, sarà necessario preparare il contenitore. Avrai bisogno di una pentola con fori di drenaggio, poiché il cactus di Natale richiede molta umidità, ma non tollera il ristagno d’acqua. È sufficiente un piccolo contenitore, poiché le radici di questa pianta non raggiungono molto in profondità.
  5. Per il substrato, puoi mescolare parti uguali di torba e fibra di cocco, quindi aggiungere una generosa quantità di perlite. Questo darà origine ad un substrato molto leggero, con la capacità di trattenere l’umidità, ma anche con una grande capacità drenante, proprio quello di cui ha bisogno il cactus di Natale. Se hai tagliato la talea in primavera e hai intenzione di posizionare la pentola al chiuso, lontano da correnti d’aria e termosifoni o condizionatori d’aria, non avrai bisogno di coprire la pentola. Se il tuo clima è lontano da 20 ºC a causa di eccesso o carenza, potrebbe essere necessario trovare un’area più adatta con quell’intervallo di temperature fino a quando il taglio non acquista forza.
  6. Infine, preparate dei piccoli solchi nel substrato, dove piantare le talee, in posizione verticale e con le radici in basso e l’estremità rivolta verso l’alto, come è naturale.
  7. Innaffia dopo la semina e cerca di mantenerlo umido, ma mai impregnato d’acqua.

In un paio di mesi, le tue talee dovrebbero iniziare a mostrare una nuova crescita, segno che il processo ha avuto successo. Ora che sai come fare le talee di cactus di Natale, ti consigliamo di leggere quest’altra guida su Come prendersi cura di un cactus di Natale e guardare il video qui sotto sullo stesso argomento.

Se desideri leggere altri articoli simili a Come fare talee di cactus di Natale, ti consigliamo di visitare la nostra categoria Suggerimenti.

Deja una respuesta

Tu dirección de correo electrónico no será publicada.