Suggerimenti

Etichettatura degli alimenti biologici

In accordo con le normative europee sulla produzione e l’etichettatura dei prodotti biologici , possiamo definire le principali caratteristiche dei prodotti biologici come segue:

  • Da agricoltura biologica .
  • Prodotto senza l’uso di prodotti chimici di sintesi ( pesticidi, fertilizzanti, erbicidi ).
  • Ottenuto rispettando il tasso di crescita.
  • Realizzato senza l’aggiunta di sostanze artificiali (additivi, coloranti, aromi, aromi).
  • Prodotto senza organismi geneticamente modificati (OGM) ( transgenico ).
  • Certificato da un organismo di controllo (società privata) o autorità di controllo (ente pubblico).

In generale, l’etichettatura dei prodotti biologici:

  • Deve rispettare le disposizioni normative comunitarie, nazionali e regionali in materia di etichettatura generale dei prodotti alimentari .
  • Non puoi fuorviare il consumatore o l’utente suggerendo che un prodotto o i suoi ingredienti soddisfano i requisiti per essere considerato biologico. Ciò include i termini utilizzati nei marchi, nell’etichettatura e nella pubblicità.
  • Nella composizione degli alimenti biologici trasformati non possono esserci contemporaneamente un ingrediente biologico e lo stesso ingrediente ottenuto in maniera non biologica o da un appezzamento in fase di conversione; Per etichettatura si intende “qualsiasi parola, termine, dettaglio, marchio registrato, marchio, motivo illustrato o simbolo posto su qualsiasi contenitore, documento, avviso, etichetta, targa, anello o collana, o correlato allo stesso, che accompagni o si riferisca a ad un prodotto”.

I termini ECOLOGICO, BIOLOGICO, BIOLOGICO e loro derivati ​​o abbreviazioni, come “ECO”, “BIO” e “ORG”, usati da soli o combinati con altri termini, hanno lo stesso significato e possono essere utilizzati su etichettatura, materiale pubblicitario o commerciale documenti, da un operatore controllato da un organismo di controllo autorizzato nella produzione biologica, e i cui risultati dei controlli sono stati favorevoli.

Cosa deve avere l’etichetta del cibo biologico biologico?

logo europeo.

ES-ECO-XXX-YY Codice dell’ente che certifica il prodotto, deve essere sempre indicato.

ES = Stato UE

ECO = ECO, BIO, ORG, OKO ,,,

XXX = Numero dell’ente certificatore. In Spagna ce ne sono 27. Vedi enti.

YY = Comunità Autonoma. Vedi codici.

Agricoltura UE È obbligatorio indicare l’origine delle materie prime, UE o paesi terzi.

Il logo dell’organismo o dell’autorità di controllo è facoltativo.

Alcune considerazioni da tenere a mente:

  • Il codice dell’organismo di controllo (ES-ECO-XXX-YY), è obbligatorio in tutti i prodotti commercializzati con riferimenti al metodo di produzione biologico.
  • Il logo della comunità…

È obbligatorio nei prodotti freschi confezionati e trasformati in cui almeno il 95% degli ingredienti di origine agricola sono biologici.

È facoltativo per due tipologie di prodotti: non confezionati e importati da paesi terzi.

È vietato nei ” prodotti in conversione all’agricoltura biologica ” e nei “prodotti con ingredienti biologici”.

  • Le indicazioni sull’origine del prodotto (“Agricoltura UE”, “Agricoltura Extra UE”, “Agricoltura UE/Extra UE”)…

Sono associati all’uso del logo della comunità.

Possono essere sostituiti dal nome del paese in questione.

Può essere omesso, se la quantità di ingredienti cui si riferisce è inferiore al 2%.

  • Sono regolamentati l’uso del logo, il codice numerico dell’organismo di controllo e il luogo di provenienza.

Il codice dell’organismo di controllo deve comparire nello stesso campo visivo del logo.

L’origine delle materie prime (“Agricoltura UE”, “Agricoltura Extra UE”, “Agricoltura UE / Extra UE”) deve apparire immediatamente sotto il codice dell’organismo di controllo.

  • Il logo dell’organismo o dell’autorità di vigilanza è facoltativo.
  • Alcuni organismi o autorità di controllo includono un proprio codice di identificazione.
  • Come in altri prodotti, biologici e non, per facilitarne la tracciabilità, l’etichettatura deve indicare i dati identificativi del produttore, fabbricante o distributore del prodotto, numero di lotto, data di consumo preferito, ecc.

“Da ECO agricoltore ti invitiamo a controllare l’ etichettatura dei prodotti alimentari biologici che hai in casa e quindi essere in grado di identificarli ed essere sicuro di ciò che acquisti.”

INTERECO , Associazione Onlus che raggruppa le Autorità Pubbliche di Controllo dell’Agricoltura Ecologica, ovvero i Comitati/Consigli di agricoltura ecologica della CCAA, che sono gli enti pubblici preposti al controllo, promozione e certificazione dei prodotti provenienti da agricoltura biologica, offre diversi corsi e workshop con i quali è possibile approfondire la conoscenza dell’etichettatura ecologica. Puoi vedere la loro guida all’etichettatura ecologica

Di seguito possiamo vedere diversi casi di etichettatura ecologica a seconda della tipologia di prodotto:

PRODOTTO AGRICOLO VIVO NON LAVORATO

.

Prodotto in conversione all’agricoltura biologica

.

PRODOTTO TRASFORMATO

Prodotto trasformato in conversione all’agricoltura biologica

I prodotti trasformati possono avvalersi della menzione “in conversione all’agricoltura biologica”, purché siano composti da un unico ingrediente vegetale e il 100% degli ingredienti di origine agricola provenga dalla conversione all’agricoltura biologica.

.

Prodotto il cui ingrediente principale è la caccia o la pesca e gli ingredienti agricoli sono interamente biologici

.

Prodotti che contengono almeno un ingrediente di origine agricola biologica

Gli ingredienti biologici di origine agricola che il prodotto contiene sono inferiori al 95%.

.

.

Deja una respuesta

Tu dirección de correo electrónico no será publicada. Los campos obligatorios están marcados con *