Suggerimenti

Piantare i meloni: quando e come farlo

Il melone, il cui nome scientifico è Cucumis melo, è coltivato da più di 5000 anni. Questo perché, nonostante sia un frutto oggi consumato in tutto il mondo, il melone è originario dell’Antico Egitto, dove veniva gustato già nel III millennio a.C.

Come ben sapete è un frutto molto apprezzato per il suo gusto dolce e per le sue incredibili proprietà e benefici, poiché il melone è ricco di potassio, magnesio e calcio. Se vuoi imparare a piantare i tuoi meloni per goderti un raccolto biologico, non perdere il seguente articolo di EcologíaVerde, dove scoprirai tutto sulla piantagione di meloni: quando e come farlo.

Quando e come piantare i meloni

Per cominciare, da EcologíaVerde vogliamo dirti che è assolutamente possibile seminare i meloni direttamente all’aperto. Tuttavia, sono in molti a consigliare di iniziare con un semenzaio indoor, soprattutto nei climi più freddi, per garantire un buon sviluppo della pianta nelle sue fasi iniziali.

Inoltre, iniziare con i letti di semina ti permetterà di iniziare a piantare prima, così puoi piantare i tuoi semi di melone tra la fine dell’inverno e l’inizio della primavera.

È meglio usare piantine di dimensioni generose, delle dimensioni di un normale yogurt da supermercato. Utilizzare un substrato arricchito con compost e torba e mantenere il letto di semina in un’area in cui la temperatura sia di circa 15ºC. Seppellire i semi completamente nel substrato e annaffiarli abbondantemente ma senza allagare.

È anche importante che riceva un adeguato apporto di luce solare, soprattutto quando iniziano a spuntare le piantine. Se non ricevono abbastanza luce, i germogli possono avvizzire, il che è sempre meglio evitare.

Quando e come piantare i meloni

Un mese dopo la semina, i tuoi meloni dovrebbero essere pronti per essere trapiantati nella loro posizione finale. Per fare ciò, ti mostriamo questa guida su come piantare i meloni passo dopo passo:

  1. La prima cosa da fare è preparare un terreno ricco di humus.
  2. Dovrai anche assicurarti che il terreno non sia acido. Per mantenere il pH sopra 7, che è quello che vuoi, puoi aggiungere un po’ di lime al terreno.
  3. Ora sì, puoi procedere alla scelta di una location che riceva un grande apporto di luce, soprattutto durante il pomeriggio.
  4. Quando si esegue il trapianto, si può seminare in fila, con una separazione di poco più di 1 metro tra ogni albero di melone. Se fai più di una fila, rispetta almeno 150 cm di separazione tra di loro (a meno che tu non utilizzi letti profondi, nel qual caso puoi ridurre questi centimetri).
  5. Seppellisci la pianta insieme al terriccio del semenzaio.
  6. Assicurati che le radici non vengano danneggiate durante il processo.
  7. Una volta terminato il trapianto, innaffia la pianta.

Coltivazione e cura dei meloni

Ora che abbiamo visto quando e come seminare e piantare i meloni, passiamo a vedere le cure necessarie da tenere in considerazione affinché si sviluppino correttamente. Segui queste istruzioni se vuoi sapere come coltivare i meloni con successo:

Temperatura

Uno dei punti più importanti da tenere in considerazione per il corretto sviluppo della melonera è la temperatura, poiché deve essere sufficientemente calda. Questa pianta è molto sensibile alle basse temperature e se vuoi che la tua pianta di melone si sviluppi bene e dia buoni frutti, dovresti tenerla tra 23 e 30ºC. Per questo motivo è importante dedicargli un luogo con una buona illuminazione. Inoltre, nelle giornate fredde puoi coprire la pianta con un tipo di plastica o tela che non la schiacci e la aiuti a mantenere una temperatura stabile.

Irrigazione

I meloni hanno un enorme contenuto d’acqua. Tenendo conto di ciò, non è difficile immaginare che la pianta abbia bisogno di una buona scorta per crescere sana e dare grandi frutti. Nei mesi caldi, innaffia quotidianamente i tuoi alberi di melone, assicurandoti che il terreno sia sempre umido e che non si asciughi completamente. Nei mesi freddi, puoi distanziare un po’ le annaffiature per evitare che la temperatura del terreno scenda troppo.

Passaggio

Gli alberi di melone sono molto esigenti quando si tratta di nutrienti del suolo. Hanno bisogno di un terreno ricco di sostanza organica, concimato con compost o humus due volte al mese nei mesi caldi, e una volta al mese o ogni due mesi in quelli freddi. Se non sai come seguire correttamente questo passaggio, non perdere questo altro articolo su Come nutrire le piante con letame e fertilizzanti.

terra

Anche se abbiamo già detto che questa pianta ha bisogno di molta acqua, è importante che il terreno non si inzuppi d’acqua in nessun momento. Ecco perché, da EcologíaVerde, ti consigliamo di garantire un buon drenaggio nell’area in cui pianti la melonera.

parassiti

I meloni sono anche abbastanza suscettibili agli attacchi di parassiti e insetti che tendono a penetrare nella pianta o nei suoi frutti. Per evitare che ciò accada, puoi utilizzare fertilizzanti ricchi di idrogeno prima della stagione delle piogge o una sorta di insetticida naturale.

Questo articolo su Come preparare insetticidi naturali per le piante può esserti di grande aiuto.

Quando raccogliere i meloni

E qual è il momento migliore per raccogliere i meloni? Ora che conosci tutti i passaggi necessari affinché i tuoi meloni si sviluppino correttamente, in EcologíaVerde vogliamo parlarti del periodo migliore dell’anno per raccogliere i meloni e goderti questo frutto dolce e delizioso.

Il momento ideale per raccogliere i meloni è tra la fine dell’estate e l’inizio dell’autunno. L’odore caratteristico del frutto ti dirà se è davvero giunto il momento di raccoglierlo o meno, perché se senti il ​​​​melone anche attraverso la buccia, vorrà dire che è andato tutto bene e che puoi raccogliere i tuoi meloni con facilità.

Se desideri leggere altri articoli simili a Piantare i meloni: quando e come farlo, ti consigliamo di visitare la nostra categoria Suggerimenti.

Deja una respuesta

Tu dirección de correo electrónico no será publicada.