Suggerimenti

Cura della pianta Dracunculus vulgaris, Dragontea o Dragoncillo

Il genere Dracunculus appartiene alla famiglia delle Araceae e comprende 2 specie di piante rizomatose : Dracunculus vulgaris, originario del bacino del Mediterraneo, e Dracunculus canariensis, originario delle Isole Canarie.

È conosciuta anche con i nomi comuni di Dragonea, Dragoncillo, fiore di lucertola, erba serpente, dragonera e serpentina.

Queste piante erbacee rizomatose hanno un fusto di colore bianco crema e verde molto scuro. Le curiose foglie sono suddivise in un lobo centrale indiviso e 2 lobi laterali allungati. L’imponente fiore è simile a quelli del genere Arum ma è verde all’esterno e marrone all’interno; può crescere fino a 40 cm di lunghezza e va tenuto presente che produce un odore sgradevole che attira le mosche.

Può essere utilizzato per formare ciuffi verdi nelle zone fresche del giardino e anche in vasi profondi per decorare la terrazza.

La Dragontéa ha bisogno di essere esposta al sole pieno o all’ombra leggera ed è in grado di resistere a qualche sporadica gelata a bassa intensità.

Il terreno per queste piante può essere un normale terreno da giardino, profondo, ricco di humus e ben drenato. In caso di , il trapianto avrà luogo in autunno.

Acqua in abbondanza ma lasciare asciugare il terreno tra un’annaffiatura e l’altra per circa 2 giorni e aumentare un po’ l’apporto idrico durante l’estate.

Se abbiamo preparato il terreno con abbondante humus, non avrete bisogno di altro fertilizzante.

A volte possono essere attaccati da funghi che fanno marcire il rizoma e fanno appassire le foglie.

Il Dracunculus vulgaris può moltiplicarsi per divisione del rizoma durante l’inverno.

Deja una respuesta

Tu dirección de correo electrónico no será publicada.