Suggerimenti

Tè Earl Grey, cosa sai di una delle bevande più popolari? Vi raccontiamo tutto di questo infuso

Tè e infusi ci aiutano a prenderci cura di noi stessi in modo naturale a sorsi. Questa volta vi raccontiamo tutto sul tè Earl Grey:

Che cos’è, quali sono i suoi componenti principali e la sua azione medicinale, a cosa serve, i benefici di berla regolarmente, come dovrebbe essere preparata correttamente e non dimentichiamo le possibili controindicazioni che questa bevanda popolare può avere.

Cos’è il tè Earl Grey?

Earl Grey Tea è una miscela di diverse varietà provenienti dalla Cina e dall’India di foglie della pianta del ( Camellia Sinensis ) profumate con olio di bergamotto .

Il bergamotto è il frutto di una pianta di agrumi ( Citrus aurantium ssp . Bergamia ) che richiede un clima e un terreno speciali per prosperare. Il frutto non può essere consumato crudo perché ha un sapore aspro e amaro, ma il suo olio essenziale ha buone proprietà antistress e digestive .

Gli oli essenziali di bergamotto sono stati utilizzati, dal XVIII secolo ad oggi, sia nell’industria cosmetica che alimentare per la loro inconfondibile fragranza, ma anche perché, estratti solo a freddo, ne conservano tutte le proprietà ed i principi attivi .

Il tè Earl Grey veniva tradizionalmente preparato con le foglie preparate per la produzione del tè nero , anche se oggi si ottiene anche con le foglie di questa pianta sotto vari processi di produzione e ossidazione ( tè bianco e tè verde ).

Delle sue origini si narrano diverse storie, tutte legate al Conte Gray , che fu Primo Ministro della Gran Bretagna tra il 1830 e il 1834, epoca in cui il consumo di questo infuso si diffuse come una moda e in seguito divenne una consuetudine tradizionale tra gli inglesi .

Nelle origini della commercializzazione dell’Earl Grey Tea ci sono anche disparità tra i marchi, principalmente perché, dopo essere diventato popolare e fino ad oggi, questo continua ad essere il tè preferito dagli inglesi.

Azione terapeutica dell’Earl Grey Tea

Il tè nero è una bevanda che fornisce vari benefici per la salute grazie al suo contenuto di Polifenoli , che forniscono protezione contro la comparsa di vari disturbi cronici grazie alla sua partecipazione al miglioramento del potenziale antiossidante dell’organismo.

I polifenoli sono antiossidanti derivati ​​da piante che si ritiene rappresentino alcuni dei benefici per la salute associati a frutta, verdura, cacao , semi , noci e , in generale, alimenti a base vegetale. Gli antiossidanti presenti nel tè nero fanno parte del gruppo dei flavonoidi , tra cui catechina, epicatechina, epigallocatechina, glicosidi della quercetina, teaflavnia e thearubigine , queste ultime due formatesi durante la produzione (ossidazione) del tè nero.

L’effetto dei polifenoli presenti nel tè nero può aiutare a combattere l’obesità riducendo la digestione e l’assorbimento di lipidi e carboidrati complessi, aumentando la lipolisi e diminuendo l’accumulo di lipidi riducendo la proliferazione delle cellule adipose (adipociti).

Le teaflavine polifenoliche presenti nel tè nero, invece, hanno un’azione chemioprotettiva nei confronti dei tumori mammari ormone-dipendenti ed è stata dimostrata l’attività antiproliferativa del polifenolo del tè nero nelle cellule tumorali, inibendo la sopravvivenza e la proliferazione delle cellule tumorali.

È stata studiata anche l’azione antibatterica dei polifenoli, che mostra una significativa riduzione della crescita delle infezioni batteriche.

La pianta del tè, invece, accumula naturalmente fluoro dal terreno, componente che ha un importante ruolo protettivo contro la carie dentale .

Un altro elemento importante nel tè è la caffeina , che ha effetti positivi sulle prestazioni cognitive , sulla resistenza fisica e sulla prontezza.

L’olio di bergamotto, che aromatizza il tè nero nella composizione di Earl Grey, contiene bergaptene, bergamotina e citroptene, oltre a limonene e linalolo, che gli conferiscono attività analgesica, antinfiammatoria, antibatterica e antimicotica (contro i funghi).

Inoltre, e se ciò non bastasse, l’olio di bergamotto ha un effetto ansiolitico e neuroprotettivo , aiutando a ridurre lo stress, l’ansia, la depressione e il dolore cronico .

Benefici del bere regolarmente Earl Grey Tea

Bere regolarmente tè nero aiuta a ridurre le possibilità di disturbi cardiovascolari e, grazie al suo alto contenuto di antiossidanti, ha il potenziale per diminuire l’infiammazione e ridurre il rischio di malattie croniche .

È stato dimostrato che l’inclusione del tè nero nella dieta riduce il colesterolo lipoproteico a bassa densità negli esseri umani ipercolesterolemici e migliora i livelli di colesterolo negli adulti a rischio di disturbi cardiaci e obesi.

È stato anche dimostrato che bere tè nero favorisce la pressione sanguigna, contribuendo a ridurre il rischio di complicanze associate a ipertensione e ictus.

Bere tè nero ha anche attività antimicrobica , combattendo la crescita di batteri patogeni.

Per quanto riguarda il diabete , alcuni studi hanno riportato un miglioramento dello stato di insulina e una diminuzione della glicemia dal consumo regolare di tè nero non zuccherato.

Così, la coniugazione del tè nero e dell’olio di bergamotto, con le sue proprietà e la sua azione terapeutica, porterebbe al consumo regolare di tè Earl Grey, considerato uno stimolante aromatico in tutto il mondo, per avere effetti benefici su:

  • Migliora l’umore , riduce l’ansia e dona energia, grazie agli effetti positivi della caffeina presente nel tè nero e all’effetto aromaterapico ansiolitico dell’olio di bergamotto.
  • Contribuire alla perdita di peso e ridurre o regolare i livelli di glucosio nel sangue, grazie alle proprietà del tè nero poiché, con l’aroma dell’olio di bergamotto, è una bevanda che può essere consumata senza dolcificanti sia calda che fredda.
  • Allevia raffreddori e sintomi influenzali , grazie all’effetto antinfiammatorio e analgesico fornito dall’olio essenziale di bergamotto.
  • Migliora la salute dentale, grazie al fluoro nel tè nero che aiuta a prevenire la carie .
  • Aiuta a ridurre il rischio di malattie coronariche e riduce la comparsa di disturbi cronici, grazie all’effetto antiossidante del tè nero.
  • Contribuire alla prevenzione del cancro, sebbene ancora in fase di studio, l’azione antiossidante del tè potrebbe avere un buon effetto antiproliferativo sulle cellule tumorali .

Quando si pensa di prendersi cura di noi stessi, è importante tenere presente che le piante coltivate con pesticidi ne conservano traccia quando vengono consumate. Per evitare di ingerire e accumulare queste tossine nel nostro corpo, scegli il tè Earl Grey biologico .

Come preparare il tè Earl Grey?

Il tè Earl Grey ha un gusto rinfrescante, corpo e aroma delicato, che può essere bevuto senza dolcificanti o aggiungendo miele , succo di limone , latte o bevanda vegetale per completare il delizioso aroma del bergamotto e ammorbidire il gusto leggermente amaro del tè.

Il marchio più riconosciuto e tradizionale di tè Earl Grey consiglia di preparare un cucchiaino di Earl Grey con circa 200 ml di acqua appena filtrata al punto di ebollizione – non bollente o troppo bollita, poiché perde ossigeno, che è ciò che esalta il sapore del tè – , lasciando riposare tra 2 e 3 minuti. Viene poi filtrato e bevuto quando è a temperatura confortevole.

Il tè è molto delicato, per questo motivo non si deve mai versare acqua bollente direttamente su di esso, poiché questo scotterà e brucerà il prodotto, impedendogli di rilasciare i sapori.

Controindicazioni

Consumare troppo può causare crampi muscolari, spasmi, parestesie e visione offuscata.

Questi effetti collaterali sono stati rilevati a seguito dell’aromatizzazione con olio di bergamotto, poiché il bergaptene può agire come bloccante dei canali del potassio, che è ciò che può causare fasicolazioni, miochimia e crampi.

In caso di rilevamento di qualsiasi effetto collaterale, il suo consumo deve essere ridotto o interrotto. Gli effetti svaniscono dopo una settimana.

Da parte sua, si raccomanda di non superare l’assunzione di 6-8 tazze di tè nero al giorno e di evitare l’assunzione durante la notte, soprattutto nelle persone con problemi di insonnia, poiché la caffeina nel tè ha un effetto più duraturo rispetto a in altre infusioni.

Bibliografia consultata

  • “Studio della qualità del tè” Twinings “, Sabka Pashova, Kristina Nikolova, Georgi Dimitrov. Università di Economia, Dipartimento di Scienze delle Merci, Bulgaria. 2013
  • “Intossicazione da tè Earl Grey”, Josef Finsterer. The Lancet, vol 359. 2002
  • “Evidenze molecolari dei benefici per la salute del consumo di tè nero”, Zafar Rasheed. Int. J. Salute Sci (Qassim). 2019
  • “Tè nero e salute”, CHS Ruxton. British Nutrition Foundation, Bollettino nutrizionale, 22. 2008
  • “Rapporto di valutazione su Citrus bergamia Risso et Poiteau, aetheroleum”, Comitato per i prodotti erboristici (HMPC), Agenzia europea per la medicina (EMA). 2012

Deja una respuesta

Tu dirección de correo electrónico no será publicada. Los campos obligatorios están marcados con *