Suggerimenti

5 tipi e varietà di ravanello più famosi

Il ravanello è un ortaggio che ha composti di zolfo e agisce come un antiossidante naturale che si basa sul suo contenuto di vitamina C.

Aumenta la flora intestinale, forma anticorpi nel sistema immunitario, combatte l’influenza, rafforza la circolazione e serve a perdere peso, tra molte altre proprietà medicinali.

Le sue diverse varietà sono le seguenti:

Daikon, ravanello cinese o giapponese

Questo tipo di ravanello, sebbene abbia un nome giapponese (daikon significa ‘grande radice’ in quella lingua), dove viene prodotto e consumato il 90% della produzione, ha in realtà origine in Europa e in Cina.

Il suo aspetto è simile a quello di una carota bianca, con una consistenza croccante e un sapore più delicato rispetto al normale ravanello. Ha radici lunghe 30 cm.

È disponibile tutto l’anno, ma le colture autunnali e invernali hanno il sapore migliore. È molto usato nei piatti orientali, perché anche le sue foglie sono commestibili e versatili in cucina. Il daikon può essere consumato crudo in insalata o in zuppe, curry e riso , tra gli altri alimenti.

Ha proprietà medicinali perché ha sodio, potassio , vitamina C e B-6, calcio, magnesio e fosforo , ed è ricco di calorie e povero di grassi, senza colesterolo.

Da Daikon si produce un succo che ha effetti antinfiammatori e analgesici, in quanto viene utilizzato per alleviare mal di testa, emicranie e febbre; favorisce la salute dell’apparato digerente e allevia i problemi respiratori.

Ravanello nero o invernale

Come indica il nome, è di colore nero. È imparentato con il ravanello selvatico , un tubero che veniva coltivato nell’antico Egitto, anche prima delle piramidi.

Viene anche chiamato ravanello nero spagnolo; la sua forma è cilindrica o arrotondata; la sua pelle è molto difficile da digerire, ma la sua carne è bianca e digestiva.

Questa varietà è della famiglia delle crocifere la cui qualità principale è quella di essere utilizzata per scopi medicinali per le sue proprietà antitumorali (ha isotiocianati e glucosinolati) e protegge il fegato.

Fa parte della medicina tradizionale cinese in caso di febbre, disturbi digestivi, infezioni intestinali, ulcera e flatulenza; sinusite e bronchite e abbassa la pressione sanguigna. Il ravanello nero è anche usato come antiossidante, diuretico, detergente, antimicrobico e immunostimolante.

Nella sua composizione troviamo sostanze sulfuree, vitamine, minerali e fibre. In cucina, questo ravanello è ideale per zuppe, stufati e piatti di verdure arrosto, anche cinesi, giapponesi ed europee.

Quelli delle varietà spagnole sono detti anche neri spagnoli rotondi , e sono grandi e rotondi, con buccia scura e polpa bianca. Bisogna seminarlo alla fine dell’estate , in modo da dare il tempo di maturare prima delle prime forti gelate, poiché questi ortaggi impiegano fino a 70 giorni per maturare.

Ravanelli primaverili

Sono rotondi o oblunghi, piccoli e ne esistono diverse varietà. Ad esempio, cherriette, cabernet e funghi hanno la pelle rossa e la polpa bianca.

Viola prugna , viola intenso. Il bagliore, rosso e bianco; l’uovo di Pasqua con i colori rosso, bianco, rosa e viola insieme. Il ravanello bianco include ghiacciolo, neve e grandine.

Ravanelli estivi

Non è facile da seminare in estate, e il ravanello non fa eccezione, poiché necessita di più cure, con una leggera sarchiatura per non distruggere le delicate radici.

I ravanelli maturi non danno risultati desiderabili per gli agricoltori nel clima caldo d’estate.

Succede che i ravanelli che crescono in un terreno caldo hanno la tendenza ad irrigidire le radici o a romperle prematuramente. Per questo motivo dobbiamo mantenere il terreno fresco con un pacciame di paglia, oltre a fornirgli un po’ d’acqua perché in questa stagione le piogge non ci sono e se ci sono scarseggiano.

I ravanelli estivi sono di forma allungata e più grandi dei ravanelli primaverili , anche se vengono mangiati crudi come questi. Alcune varietà estive sono fluo, rosso vivo con punte bianche; colazione francese, con una radice cilindrica morbida e dolce; e ribella, con radici rotonde.

Ravanelli autunnali

Sono più grandi delle specie precedenti e devono essere cotti prima di consumarli, cioè non vanno mangiati crudi. Hanno anche radici più voluminose e il loro ciclo è di sei settimane.

Sono pratici per insalate e per succhi e frullati mescolati all’aranciaIl loro colore è attraente, sono ricchi di vitamina C e hanno anche proprietà digestive e antibatteriche. 

Deja una respuesta

Tu dirección de correo electrónico no será publicada.