Suggerimenti

Begonia Rex: [Coltivazione, Substrato, Irrigazione, Associazioni, Parassiti e Malattie]

Punti importanti durante la semina di Begonia rex
  • Dove seminare? Molta luce, ma non diretta dal sole. Ombra.
  • Quando? In primavera .
  • Come prepariamo il terreno? Rimosso. Il pH tra 5,5-6,0. Con substrato come compost e una miscela di torba, corteccia e sabbia: 2.2.1.
  • Come innaffiamo? Per aspersione , senza allagare.
  • Quanto spesso annaffiamo? In primavera e in estate: 2 volte a settimana. Ogni 15 giorni in inverno.
  • Piaghe e malattie? Ragno rosso , tripidi , cocciniglia e mosca bianca .  Oidio, Botrytis, marciume del fusto.

La Begonia rex è il prodotto dell’ibridazione di begonie di origine tropicale e, quindi, deve essere coltivata indoor o outdoor in condizioni ben precise (zone 10-12).

Soprannominata la pianta dai mille colori, è una specie dalla forma molto particolare e dal colore molto attraente. È originario dell’India, di cui esistono innumerevoli ibridi .

Il suo nome comune è begonia fogliare, begonia reale o begonia reale, anche se è meglio conosciuta con il nome scientifico Begonia rex .

Quando piantare una begonia rex?

La begonia rex richiede attenzione durante la semina. È una pianta la cui semina è consigliata durante la primavera per poter godere dei suoi bellissimi fiori fino all’autunno .

I bulbi si seminano in aprile e maggio, appena cessano le gelate, mantenendo una distanza di 20-25 cm l’uno dall’altro e premendoli (2-3 cm). Possono iniziare all’inizio di marzo.

Dove piantare una bengonia rex?

Queste begonie necessitano di un luogo luminoso, poiché influenza il cromatismo del fogliame (meno luce e calore, meno colore), anche se al di fuori dell’azione diretta del sole, che brucia le foglie .

La begonia rex va collocata vicino a una finestra esposta a nord, dove la luce è sufficiente e il sole diretto non tocca le foglie.

L’influenza del sole diretto è devastante, provoca ustioni che provocano l’essiccazione parziale o totale delle foglie, e le nuove foglie saranno più piccole. Preferiscono una temperatura costante – se possibile non superare i 26 gradi in estate o scendere sotto i 12 gradi in inverno – e l’umidità ambientale.

Per questo motivo è comune trovare esemplari così belli al nord, l’ atmosfera secca si traduce in arricciamento delle foglie, ma anche l’eccessiva umidità non si addice loro.

Una buona ventilazione li manterrà privi di funghi, ma ciò non significa esporli a correnti d’aria, che hanno anche un effetto negativo.

Come preparare il terreno?

Il terreno che richiede la begonia rex è un impasto che deve essere ricco di sostanza organica (meglio se composto ) ma poroso: che drena bene è fondamentale.

Necessita di un terreno abbastanza nutriente, che sia sciolto e in cui l’acqua non si accumuli, allagandosi. Quando si annaffia, è necessario tenere presente che la begonia rex richiede un buon drenaggio.

Nella preparazione del terreno per piantare la begonia rex è una buona idea aggiungere un po’ di sabbia alla torba per migliorare il drenaggio e l’aerazione del terreno.

È meglio usare la torba che ha un pH più acido che varia tra 4,5 e 5. Perché la Begonia rex abbia colori così belli e luminosi avrà bisogno di un terreno molto nutriente.

Come innaffiamo una Begonia rex?

La begonia rex ha bisogno di una grande quantità di acqua, quindi è fondamentale mantenere il substrato sempre umido.

La cosa migliore è darle pioggia o acqua calma immergendo il vaso in un secchio per circa 5 minuti un paio di volte a settimana nei mesi caldi, e ogni 10-15 giorni in inverno; se l’acqua è tiepida, meglio è. Le foglie non devono essere bagnate. Il supporto deve asciugare tra razioni e razioni d’acqua.

L’eccesso che si accumula alla base deve essere rimosso (fare molta attenzione se il vaso viene posto in un vaso senza foro di drenaggio). Troppa acqua può portare alla putrefazione del rizoma e alla morte delle piante .

Se il terreno si secca, lo sapremo abbastanza presto perché le foglie perderanno tutta la loro consistenza e saranno foglie sciolte e cadenti. Nel caso in cui ciò si verificasse, può comunque essere salvato.

Come seminiamo una Begonia rex passo dopo passo?

La Begonia rex può essere facilmente moltiplicata sia per divisione del suo rizoma che per talea di foglie e steli.

Il modo migliore per propagare la Begonia rex è attraverso le talee delle foglie e per la sua semina si consiglia:

Tagliare le vene sul lato inferiore con un coltello affilato e lasciare la lama rivolta verso l’alto. Mettilo in un vassoio con parti uguali di torba e compost di sabbia .

Tenere le talee protette dalla luce solare diretta e garantire un ambiente umido. Da loro puoi vedere come emergono piccole piante .

Quali associazioni favorevoli ha?

L’associazione di colture vegetali compatibili produce benefici rispetto alla loro coltivazione separata, oltre all’utilizzo di luce, acqua e/o sostanze nutritive.

La begonia rex per essere una pianta con fiori arbustivi e la sua associazione deve essere con piante anche floreali con le quali non compete ma che abbelliscono l’ambiente tra la tradescantia , impatiens e carex .

Quali parassiti e malattie attaccano la Begonia rex?

parassiti

Tra i parassiti che attaccano la begonia rex ci sono:

ragno rosso

Le foglie colpite della begonia rex hanno un’area giallastra sulla superficie superiore che corrisponde all’esistenza di colonie nella parte inferiore.

Nuove foglie opache (opache). Possono anche essere deformati e con ragnatele sotto.

viaggi

Che sono piccoli insetti che possono essere osservati ad occhio nudo quando colpiscono la pianta. I loro morsi producono macchie bruno-rossastre e zone esterne più o meno grigio argento.

Woodlouse

Colpisce direttamente le foglie di Begoña, che diventano scolorite e appassite.

Mosca bianca

Si sviluppa frequentemente sul raccolto di Begonia rex quando le temperature raggiungono i 25 gradi Celsius. I primi sintomi consistono nell’ingiallimento delle foglie, si scoloriscono e successivamente si seccano e cadono.

Altri parassiti

Ci sono anche altri parassiti che colpiscono la Begonia rex come i nematodi dell’anguilla e il punteruolo .

Malattie

Tra le malattie più comuni della Begonia rex, invece, vi sono: oidio , marciume del fusto, botrite o marciume grigio; Punti rossi; batteri Virus del mosaico, tra gli altri.

La muffa grigia può apparire nella parte inferiore delle foglie sotto forma di macchie brunastre, quindi si consiglia di mantenere la pianta in un luogo molto più arioso.

La muffa può colpire anche gli steli, quindi la pianta dovrebbe essere lasciata asciugare quasi completamente; aumentare la ventilazione e trattare con un fungicida . D’altra parte, la pianta dovrebbe essere spruzzata con un insetticida sistemico tre volte durante la fase di crescita per prevenire l’attacco di altri parassiti.

Se si notano foglie bruciate, questo può essere evitato mantenendo la Begonia rex protetta dal sole intenso.

Bibliografia e riferimenti

  • Beretta, Daniela. (2017). Le Begonie. Parkstone International. New York, Stati Uniti d’America.
  • Guzman de Fasano, Dolores. (1998). La cura delle piante da appartamento. Immaginatore editoriale. Buenos Aires, Argentina.
  • Morales Alvero, Carlos; Calaña Naranjo, Juan M.; Corbera Gorotiza, Jorge; Rivera Espinosa, Ramon. (2011). Valutazione dei substrati e applicazione di funghi micorrizici arbuscolari in Begonia sp. Colture tropicali . Istituto Nazionale di Scienze Agrarie. L’Avana Cuba. Riprodotto da: http://www.redalyc.org/articulo.oa?id=193222422001
  • Chávez Infante, Pamela Alejandra. (2016). Controllo della muffa grigia (Botrytis cinerea Pers.) In Begonia rex con fungicidi chimici e biologici. Università Nazionale Agraria La Molina. Lima, Perù. Riprodotto da: http://repositorio.lamolina.edu.pe/bitstream/handle/UNALM/1967/H20-C43-T.pdf?sequence=1&isAllowed=y


Deja una respuesta

Tu dirección de correo electrónico no será publicada.