Suggerimenti

Come piantare un ulivo passo dopo passo: [Guida completa + immagini]

Punti importanti quando si tratta di piantare olive:
  • Quando? In autunno o primavera. 
  • Dove? Richiede tra le 8 e le 12 ore al giorno di luce. Cresce molto bene nei climi mediterranei. Essi non sopportanoil freddo clima moltoe che sopportano le alte temperature.
  • Tempo di crescita? In 5 anni può crescere fino a un metro e mezzo e dare i suoi frutti. Massimizzerà la produzione quando raggiungerà i 20-25 anni di vita. Sebbene tutto ciò dipenda dai nutrienti e dall’irrigazione che hai ricevuto.
  • Come prepariamo il terreno ? Si adatta molto bene a tutti i tipi di terreni, anche rocciosi e sabbiosi. Resiste ancheai terreni calcarei e alla salinità, anche se sconsigliati.
  • Come innaffiamo? Irrigazione a goccia ideale. Non richiede molta acqua, ma bisogna evitare le pozzanghere.
  • Dal seme? Puoi utilizzare le olive raccolte direttamente dall’albero o acquistate da un negozio di giardinaggio. Le olive acquistate al supermercato non funzioneranno perché sono già state trattate per il consumo e le lavorazioni hanno probabilmente ucciso il seme.
  • Quando fare il trapianto?  Preferibilmente trapiantare in autunno. In una giornata fresca e senza vento. Quando il seme è germogliato e sta crescendo nel vaso da diversi mesi.
  • Come viene raccolto? L’olivo è una specie alternata, il che significa che un raccolto abbondante precede un altro con poca fioritura. Questo può essere evitato o almeno ridotto se leggi questo articolo.
  • Piaghe e malattie? Ragno dell’olivo, mosca dell’olivo, carie del legno , repilo.

 L’oliva o l’oliva è un alimento essenziale nelle diete mediterranee per il suo alto valore nutritivo , oltre che per la sua importanza culturale ed economica , poiché i suoi frutti si estrae l’olio d’oliva. 

Oggi l’olivo è uno degli alberi più coltivati ​​al mondo . E sebbene la sua coltivazione sia semplice, ci sono alcuni requisiti essenziali affinché la sua coltivazione abbia successo.

In questo articolo te lo raccontiamo  qual è il modo più efficiente per seminarlo. 

Quando piantare un ulivo?

Il momento migliore per piantare gli ulivi è  in autunno o in primavera quando non c’è rischio di gelo.

Dove piantare un ulivo?

Si sviluppa molto bene nei climi mediterranei , dove gli inverni non sono molto freddi e in estate si ottengono temperature elevate . Perciò, non è molto tollerante al freddo. 

Le condizioni di illuminazione devono essere totali , quindi è bene sistemarlo in campo aperto , lontano da ogni ostacolo che possa creare ombra. Hanno bisogno tra le 8 e le 12 ore di luce  solare in giornata.

La carenza di luce riduce la formazione di fiori o induce che questi non siano vitali.

La sua temperatura ottimale di crescita varia tra i 18 ei 22 ºC durante la fioritura e la formazione dei frutti.

Non tollera temperature inferiori a -10°C . Il gelo, infatti, può danneggiare lo sviluppo del frutto .

È importante prendersene cura durante la fioritura di venti secchi e temperature molto elevate.

Ogni quanto bisogna annaffiare gli ulivi?

È molto resistente alla siccità e, in casi estremi, viene indotta la produzione di fiori maschili.

Se lo si pianta al chiuso , si consiglia di mantenere l’umidità relativa nella stanza, utilizzando umidificatori o frequenti irrorazioni delle foglie, in modo da imitare l’ umidità naturale che l’albero perde quando non è all’aperto.

Il terreno va annaffiato quando gli strati superficiali, i primi 5 cm , risultano moderatamente asciutti al tatto. Bisogna fare molta attenzione a non creare pozzanghere.

Come prepariamo il terreno?

Si adatta molto bene a tutti i tipi di suoli, anche rocciosi e sabbiosi. 

È anche resistente ai terreni calcarei e alla salinità , anche se sconsigliati.

Il terreno, invece, deve essere molto fertile e profondo per consentire un corretto sviluppo delle radici e un corretto ancoraggio . Inoltre si consiglia un terreno con una proporzione equilibrata di elementi grossolani e fini per garantire una buona aerazione e facilitare il passaggio dell’acqua.

Il drenaggio è essenziale in quanto  non tollerano le pozzanghere. 

L’olivo ha bisogno di un terreno equilibrato  del pH tra 5,0 e 7,5 

  • Per saperne di più: Come concimare un ulivo

Come piantare l’olivo passo dopo passo

Raccogli il seme

Il modo migliore per coltivare gli ulivi è far germogliare il seme prima di piantare. Puoi utilizzare le olive raccolte direttamente dall’albero o acquistate da un negozio di giardinaggio.

 Le olive comprate al supermercato non funzioneranno perché sono già stati trattati per il consumo ei processi hanno probabilmente ucciso il seme.

Battere delicatamente le olive per allentare il nocciolo che si conserva all’interno. Quindi col ócalas in acqua tiepida e lasciarli in ammollo per una notte , mescolando l’acqua ogni 3 ore per aiutare la frutta a rilasciare di più.

Quelli che galleggiano non saranno vitali. Puoi rimuoverli dal secchio d’acqua e buttarli via.

Prepara il seme

Elimina quei pozzi che sono vitali. Puoi usare una spugna per rimuovere la buccia in eccesso. Infine sciacquateli con acqua tiepida.

Ora, fai un leggero taglio nell’estremità arrotondata della pietra . Il taglio non dovrebbe essere molto profondo, solo un piccolo foro delle dimensioni della punta di una penna.

Devi stare attento a non rompere il seme , perché sarà inutile . Inoltre, assicurati che sia l’estremità tonda del seme , non quella che termina a punta.

Semina i semi in un vaso

Ottenere  una pentola di almeno 15 centimetri e riempirlo con una buona miscela di terreno , assicurandosi che abbia un buon drenaggio.

Puoi riempirlo con 1 parte di sabbia grossolana e 1 parte di compost di semi.

Aggiungi un po’ d’acqua per mantenere la miscela di terreno umida, ma non fangosa. Non è necessario utilizzare fertilizzanti, anche se se lo ritieni necessario, puoi utilizzare il pacciame per dare ai semi più nutrienti.

Metti il ​​seme nel terreno, ma non seppellirlo completamente. Solo ¾ parti del seme dovrebbero rimanere sottoterra.

Non piantare più di un seme per vaso.

Mantieni il terreno umido e posiziona il vaso in un luogo ben illuminato e caldo, ma evitando la luce solare diretta.

Conserva l’umidità

Metti un sacchetto di plastica sopra la pentola per aiutare a trattenere l’umidità.

 La germinazione avverrà dopo tre settimane.  Quando noti i primi germogli, rimuovi il sacchetto.

Prova ad innaffiare la pentola ogni volta che vedi che gli strati superficiali si seccano. Evita le pozzanghere.

Quando la pianta raggiunge più di 40 centimetri di altezza, è pronta per il trapianto.

Pulisci il terreno

Si toglie le erbacce e resti di colture precedenti e tutti i tipi di residui per garantire che il vostro albero di ulivo riceve la giusta quantità di nutrienti.

Tutte le piante devono essere estratte dalle radici per evitare che ricrescano.

Preparare il terreno

Inumidisci il terreno prima di piantare l’olivo.

Fertilizzare il terreno. Stendere uno strato di compost da 1 pollice sul terreno.

Trapianta i tuoi germogli

Preferibilmente trapiantare in autunno . In una giornata fresca e senza vento. Se il terreno è ghiacciato, molto fradicio o troppo secco , Il trapianto non deve essere effettuato. 

Scava una buca abbastanza grande e profonda da consentire alla zolla di radici del tuo albero di crescere liberamente e di sviluppare le radici. La misura può variare a seconda delle dimensioni del tuo albero, ma dovrebbe essere almeno il doppio della dimensione della zolla.

Quando si pianta, controllare che nessuna radice sia rimasta fuori dal buco. Riempi il buco. Assicurati che il collo della radice – dove inizia lo stelo – non sia interrato , ma a livello del suolo. Battere il terreno per compattarlo ed eliminare le sacche d’aria.

Tieni presente che ci vorranno dai 3 ai 12 anni prima che gli alberi inizino a dare i loro frutti, quindi ti consigliamo molta pazienza.

Per saperne di più, puoi vedere: Talee di olive .

Di tanto in tanto potare le piante

Durante tutto il ciclo di vita dell’olivo, rimuoveremo le foglie in cattive condizioni. La potatura assicura anche che la luce raggiunga il centro dell’albero e che le foglie abbiano una buona ventilazione.

Taglialo di tanto in tanto, solo se assolutamente necessario. In questo senso, gli ulivi non crescono rapidamente, quindi la potatura potrebbe non essere necessaria.

 Non poti gli alberi per i primi tre anni,  poiché la potatura può arrestare la crescita dei giovani alberi.

Come raccogliere l’olivo

L’olivo è una specie alternata , il che significa che un raccolto abbondante precede un altro con poca fioritura.

Per evitare ciò, possiamo:

  • Ridurre la popolazione frutticola potando l’anno precedente a quello che si presume abbia una produzione elevata.
  • Diradamento intenso dei frutti appena allegati.
  • Vendemmia anticipata.

Quanto tempo impiega un ulivo a crescere?

Il tempo è variabile, e dipende molto dalle condizioni particolari dell’olivo (nutrienti, irrigazione, suolo, temperatura, ecc.).

Tuttavia, possiamo impostarlo come 5 anni affinché dia i primi frutti. Dopo 20-25 anni l’olivo massimizzerà la sua produzione e sarà completamente adulto.

Parassiti e malattie dell’olivo

Per i parassiti che colpiscono l’olivo, l’applicazione di ossicloruro di rame può essere una soluzione efficace ed ecologica. Anche se è comodo non andare oltre con questo fungicida perché è molto tossico.

Alcuni dei parassiti e delle malattie più comuni che colpiscono l’olivo sono:

Acaro dell’olivo (liothrips oleae)

Viene controllato, quando ci sono popolazioni basse, rimuovendo gli individui manualmente e schiacciandoli.

Per il controllo delle popolazioni più dense si può applicare l’ olio di neem , che è molto efficace.

Mosca dell’olivo (dacus oleae)

È l’insetto che provoca i maggiori danni negli uliveti.

Le alte temperature estive , la ridotta attività atmosferica , nonché l’azione dei nemici naturali, ne limitano lo sviluppo.

Si può applicare l’ olio di Neem , che è molto efficace.

Repilo (cicloconio oleaginum)

La presenza del fungo sulla foglia si riconosce da una macchia scura con un alone giallo. Le foglie malate cadono, limitando la formazione dei fiori.

Per prevenirlo, si consiglia di installare un sistema di irrigazione a goccia e applicare l’ equiseto . Oltre a favorire una buona ventilazione delle piante.

Carie del legno

Questi funghi penetrano nel tronco e nei rami attraverso le ferite , provocando la morte della corteccia.

Per il suo controllo si consigliano applicazioni con pennello Bordelés Broth.  Può essere eseguita una scortecciatura per aumentare l’efficacia del trattamento.

Per saperne di più, puoi vedere: Malattie dell’olivo .

Dove posso acquistare questo albero?

Ti consigliamo sempre di andare in un asilo nido nel paese in cui vivi. In questo modo puoi farti consigliare da professionisti.

Nel caso in cui non ne possiedi uno, puoi anche acquistare un ulivo su Amazon:

Deja una respuesta

Tu dirección de correo electrónico no será publicada.