Suggerimenti

Come conservare correttamente il raccolto del vostro giardino per mantenerlo fresco più a lungo

Piante verdi squisite, canto degli uccelli, farfalle e profumi dolci, questo è il vostro luogo di felicità.

Sì, sto parlando del tuo giardino. Mettete il vostro sangue, il sudore e le lacrime a coltivare questo posto, e avrete un raccolto.

Tuttavia, non è sicuro di cosa dovrebbe fare con il prodotto del suo lavoro. Questi sono sentimenti ragionevoli per la maggior parte dei giardinieri principianti.

Tuttavia, non c’è bisogno di preoccuparsi. Potete seguire alcuni semplici passi e imparare a gestire il raccolto del vostro giardino. In questo modo il vostro raccolto e il vostro lavoro non andranno sprecati.

>


Mettere da parte il raccolto

Se volete utilizzare ogni parte del vostro raccolto, seguite questi passi:


1. portate il vostro raccolto in cucina

>

Quando hai finito di raccogliere il tuo giardino, è ora di tornare a casa. La maggior parte della raccolta dovrebbe essere fatta al chiuso.

Tuttavia, se avete raccolto un prodotto non ancora maturo, trovate un posto soleggiato dove possa terminare la maturazione.

Può essere in una finestra soleggiata della cucina, su una terrazza o in un cortile. Il sole è ideale per le verdure che non hanno ancora raggiunto la piena maturità.

Ci possono essere molte ragioni per cui è necessario prendersi cura dei green. Potrebbe essere la fine della stagione e hai deciso di sceglierli invece di perderli a causa del gelo.

Potreste aver raccolto alcune verdure per caso o averne trovate alcune che erano cadute per terra e non erano ancora mature, ma non c’era niente che non andasse.

Qualunque sia il motivo, assicuratevi che questa parte del vostro raccolto trovi un posto soleggiato. Il resto del raccolto dovrebbe essere portato al coperto il più presto possibile.

Troppo sole può continuare a maturare il vostro raccolto, rendendolo morbido e sgradevole.


2. Decisioni, decisioni

Una volta che le verdure mature sono state preparate in casa, è il momento di decidere cosa farne. A seconda di ciò che si intende fare con loro, determinerà il resto delle fasi di questo processo.

Potreste decidere di approfittare del vostro raccolto fresco. Conservare le verdure fresche significa tenerle in frigorifero e cuocerle entro una settimana dalla data di scadenza.

Tuttavia, se non potete usare il vostro raccolto rapidamente, considerate altre opzioni per preservarlo.

Prima di tutto, si può scegliere di inscatolare il proprio raccolto. La conservazione in scatola è il processo di trasformazione delle verdure in conserve, come quelle che si comprano di solito in negozio.

Solo questo metodo permette di farlo da soli e di risparmiare denaro.

In secondo luogo, si può scegliere di congelare il raccolto. Il vostro raccolto sarà preparato al punto che normalmente lo cucinerete.

Invece, si mette il raccolto in sacchetti da freezer e lo si conserva fino a tre mesi. Si tratta di una soluzione rapida, ma se si dispone di un grande raccolto, si potrebbe presto esaurire lo spazio nel congelatore.

Dovresti pensarci su.

In terzo luogo, potreste decidere di fare il vostro raccolto. Il decapaggio è un processo che consiste nel mettere le verdure in una soluzione di aceto e conservarle.

Un esempio potrebbe essere quello di trasformare i cetrioli in sottaceti per un uso successivo.

Infine, si può decidere di disidratare o congelare il cibo. Entrambi richiedono attrezzature specifiche, ma hanno un effetto simile. Gli alimenti vengono congelati fino a quando non sono completamente asciutti (mediante liofilizzazione), oppure le verdure vengono messe in un disidratatore fino a quando tutta l’umidità è stata rimossa.

Tutti questi metodi sono un ottimo modo per salvare il vostro raccolto per un uso successivo e garantire che il vostro duro lavoro non vada sprecato.


3. Bagno di acqua fredda

Una volta deciso cosa fare della vostra cultura, dovrete decidere se fare o meno questo passo.

Se prevedete di utilizzare il vostro raccolto entro una settimana, fategli un bagno veloce in acqua fredda per rimuovere lo sporco esistente.

Tuttavia, se si intende conservare il raccolto con un altro tipo di metodo di conservazione, non si vuole lavare il raccolto prima di andare a lavorarci.

Se si lava il cibo prima di conservarlo, può far entrare umidità nelle verdure e iniziare a marcire.

L’unico modo per lavare le verdure in modo sicuro prima di conservarle è quello di avere un grande frigorifero per conservare il raccolto nel frattempo.


4. Metodi di conservazione

Allineare”>>

attraverso amodernhomestead.com

Discuteremo poi i diversi metodi di conservazione per il vostro raccolto. Se avete intenzione di mangiare il vostro raccolto fresco, dovreste lavarlo e metterlo in frigorifero.

Per esempio, se si conservano le erbe, le si avvolge in un tovagliolo di carta e le si mette in un sacchetto di plastica sigillato. Il tovagliolo di carta assorbirà l’umidità delle erbe durante la settimana nel frigorifero per evitare che appassiscano.

Se avete intenzione di mangiare pomodori freschi, è una buona idea evitare di lavarli fino a quando non si decide di metterli in frigorifero. Metteteli in un cassetto per le verdure dove non sono impilati.

Potete anche conservare i pomodori non lavati a testa in giù sul bancone per evitare che marciscano anch’essi.

Tuttavia, se si decide di conservare gli alimenti con altri metodi di conservazione, è necessario sapere come conservare il raccolto.

Vorrai tenere le verdure come cipolle e patate separate, ma in luoghi bui come una dispensa o un luogo asciutto in una cantina. Questo dovrebbe mantenerli freschi per mesi di utilizzo.

Ma si possono anche conservare in cantina ortaggi a radice, mele, cipolle e patate. Una cantina per le radici è un luogo buio, asciutto e fresco dove prosperano. E non ha bisogno di elettricità.

Se decidete di disidratare il vostro raccolto, conservarlo in contenitori ermetici in un luogo buio e asciutto è un ottimo modo per mantenerlo fresco più a lungo senza usare l’elettricità.

Infine, se è possibile raccogliere, conservare i vasi in una dispensa buia, in cantina o in cantina per un anno.


5. Avvolgilo

Allineare”>>

attraverso notjustgreenfingers.wordpress.com

Volevo menzionare il condizionamento del vostro raccolto perché è un metodo di conservazione alternativo per gli ortaggi raccolti comunemente. È possibile utilizzare questo metodo in aggiunta a quello sopra menzionato per favorire una maggiore freschezza.

Diciamo che avete diversi meli. Noterete che la maggior parte di loro matura contemporaneamente. Potete disidratare le mele e le cassette di mele, ma probabilmente ne avrete ancora un po’.

Cosa ci fai con tutte quelle mele?

Bene, tenete le mele intere e non lavate. Dovete avvolgere queste mele in carta di giornale o di macelleria e metterle in una scatola.

Da lì, è possibile conservarli in una scatola in una cantina di verdure dove rimarranno freschi per qualche mese. L’idea principale è quella di evitare che marcisca.

Tuttavia, si dovrebbe di tanto in tanto spuntare la casella per la marcescenza, perché una volta che la marcescenza inizia, si diffonde rapidamente. Scartare le mele che mostrano segni di marciume.

Ma si può fare qualcosa di simile a una carota. Devi mettere le carote in una scatola. Si possono coprire le carote con la segatura. La segatura impedisce che si tocchino l’un l’altro, il che impedisce loro di marcire.

È possibile conservare le carote in una cantina per mesi nello stesso modo e utilizzarle come se fossero carote fresche.

Come potete vedere, l’imballaggio del vostro raccolto aggiunge una barriera protettiva supplementare per mantenere freschi i vostri prodotti per una conservazione a lungo termine.


6. Lascialo a terra

Se state raccogliendo il vostro orto e siete alla fine della stagione, potete lasciare alcune verdure nel terreno per un uso successivo.

Gli ortaggi a radice sono piante resistenti. Possono resistere a temperature più fredde. Se volete tenerli al fresco, ma non avete modo di conservarli per un uso a lungo termine, considerate la possibilità di lasciarli sotto terra.

Dovrete stendere uno spesso strato di pacciame sulla zona in cui si trovano le radici degli ortaggi. Lasciateli a terra finché non siete pronti ad usarli. È un processo semplice.


7. Non dimenticare i semi

Infine, quando si raccoglie l’orto, si possono trovare verdure che sono sfuggite o sono andate a seminare verso la fine della stagione.

Dovreste conservare questi ortaggi e raccogliere i loro semi per reimpiantarli l’anno prossimo.

Inoltre, se avete un’abbondanza di certe verdure e non volete più mangiarle o conservarle, prendete in considerazione la possibilità di tagliare la verdura in semi.

Potete essiccare i semi in un disidratatore o al sole e conservarli per il reimpianto l’anno prossimo. In questo modo avrete semi da piantare nel giardino dell’anno prossimo, e non vi costerà nulla.

Ora conoscete le sette fasi della raccolta del vostro giardino. Il raccolto non è difficile. È più difficile decidere come utilizzarlo e conservarlo per un uso successivo e a lungo termine.

Sono curioso, come raccogliete il vostro giardino e cosa ne fate? Avete qualche consiglio o preferenza che vorreste condividere con noi?

Lasciateci i vostri commenti nello spazio sottostante.

>

Deja una respuesta

Tu dirección de correo electrónico no será publicada. Los campos obligatorios están marcados con *