Suggerimenti

Coltivare il rafano: come piantare, coltivare e raccogliere il rafano

Sei un fan di Wasabi? Non c’è qualcosa di delizioso in un panino al tonno? Non vi piacerebbe poter coltivare gli ingredienti per farli a casa?

Il wasabi reale – come il materiale ricavato dalla radice della wasabia giapponese – è incredibilmente difficile da trovare al di fuori del Giappone. La pianta è anche molto esigente in termini di condizioni di coltivazione. Infatti, per coltivarla nella maggior parte delle regioni, si dovrebbero creare perfette condizioni artificiali e prendersi cura intensivamente delle piante per 2 anni prima di raccoglierle.

Per fortuna, la maggior parte di noi non ha mangiato vero wasabi. Questa pasta di argilla verde che si trova nel vostro piatto di sushi è in realtà a base di radice di rafano ( Armoracia rusticana ).

Il wasabi fatto in casa è solo uno dei motivi per cui potreste voler coltivare ravanelli in casa. Qui ce ne sono alcuni altri.

>


Informazioni sull’impianto di rafano:

  • Zone di durezza: 3, 4, 5, 6, 7, 8, 9
  • Terreno: sabbioso, limoso, pH compreso tra 6,0 e 7,5, profondo, fertile, ben drenato, lavorare il terreno con 4-6 cm di fertilizzante e 2 once di fertilizzante multiuso per metro quadrato prima di piantare
  • Esposizione al sole: da pieno sole a parziale ombra
  • Impianto: l’impianto viene stabilito 2 o 3 settimane prima della data media dell’ultima gelata primaverile
  • Spazio: da 18 a 24 cm tra le piante e 1 piede tra le file
  • Profondità: da 4 a 5 cm, pianta ad angolo di 45 gradi
  • I migliori compagni: patata, igname, prugna, rabarbaro, patata dolce, uva, fragola, asparagi
  • I peggiori compagni: il pomodoro
  • Irrigazione: Irrigare regolarmente, da 1 a 2 cm di acqua a settimana
  • Concimazione: Applicare un fertilizzante ricco di potassio e fosforo ma a basso contenuto di azoto da 4 a 8 settimane dopo l’impianto
  • Problemi comuni: marciume radicale, macchia di foglia batterica, macchia di foglia di felce, ruggine bianca, macchia di foglia di ramularia, malattia del mosaico, zecca del cavolo, scarabeo delle pulci, coleottero incrociato, tignola a dorso di diamante
  • .

  • Raccolto: Raccogliere quando le cime si sono congelate in autunno, di solito da 140 a 160 giorni dopo la semina


Motivi per la coltivazione del rafano

>

La radice di rafano è eccezionalmente facile da coltivare, molto produttiva, e ha molti altri usi oltre al wasabi. È eccellente per la pulizia dei seni paranasali. È l’ingrediente chiave della salsa cocktail. Personalmente, non potrei immaginare di mangiare il roast beef senza.

Se siete appassionati di lievito, una piccola radice di rafano aggiunge un piccolo scintillio al kimchi. Rende magica la senape fermentata. Mettetene un po’ sul pane e sui sottaceti al burro fatti in casa per un boccone che si abbini perfettamente al sapore agrodolce di questi vecchi favoriti.

Nel caso in cui dovessimo affrontare un’altra peste bubbonica, l’aggiunta di radice di ravanello appena grattugiata al vostro Aceto Tonico Quattro Ladri (o Sidro di Fuoco) renderà ancora più probabile prevenire la malattia. OK – Forse sto esagerando un po’. Ma, in realtà, i benefici medicinali del ravanello sono ben noti, soprattutto come prevenzione delle malattie stagionali e come trattamento per la congestione del seno.

E vi ho detto che il ravanello è una delle migliori piante da compagnia per tenere lontani i parassiti dai vostri raccolti più preziosi?


Varietà di rafano

>

Ci sono solo poche varietà di rafano da piantare a casa. In generale, si riferiscono alla loro struttura fogliare. Ci sono varietà con foglie lisce o rugose.


1. rafano

Il ravanello comune, a volte chiamato Maliner Kren, ha foglie rugose. Questa varietà è apprezzata per le sue grandi radici. Tuttavia, può essere un po’ più suscettibile a certe malattie.


2. Rafano di Boemia

Il rafano di Boemia ha foglie morbide. Ci sono due ceppi comuni di questa varietà sul mercato, chiamati Swiss e Sass. Le radici non sono grandi come quelle del ravanello comune, ma la loro resistenza alle malattie è migliore.


3. Controventatura trasversale

Al fine di migliorare la resistenza alle malattie per la produzione commerciale, sono in fase di sviluppo anche nuove varietà di rafano incrociate. Ad esempio, l’Università dell’Illinois Western Horseradish ha grandi radici e una buona resistenza alle malattie. Tuttavia, hanno anche uno strato esterno a forma di plug-in attorno alla radice che deve essere sbucciato prima dell’uso.


Come piantare il rafano

Il rafano può essere ottenuto da semi o talee di radici mature.


Metodo 1: Iniziare il rafano da seme

Per iniziare il rafano da seme, utilizzare le stesse procedure di qualsiasi altro seme di ortaggio annuale. Iniziare in casa, sotto la luce, per anticipare la stagione della crescita.

Si può anche dirigere il seme all’aperto quando la temperatura del terreno raggiunge i 45ºF.

In ogni caso, premere i semi per circa 14 cm nel vostro terreno di coltura. Mantenere il terreno umido, ma non bagnato, fino a quando le piante non sono ben stabilite.


Metodo 2: Inizio Talee di radici in vaso

I semi richiedono molto tempo e non sono così affidabili come se fossero stati prelevati da talee di radice. Fortunatamente, nelle aree in cui la stagione di crescita è breve, le nuove piante possono essere avviate anche da talee di radici all’interno.

Personalmente, quando inizio a tagliare le radici in casa, mi piace usare vasi da un gallone. Questo mi evita di dover rinvasare più volte il mio ravanello prima di trapiantarlo all’esterno.

Riempite il vostro vaso con il mix di ceramica alla rinfusa. Spingere la radice tagliata di 2 cm nel terreno e coprirla. Posizionare il lato della corona (di solito più larga) verso l’alto in modo che germini più velocemente.

Mantenere il terreno umido, ma non bagnato, fino a quando non si è pronti a piantare all’aperto.

Se si prevede di lasciare il ravanello in contenitori per la stagione della crescita, utilizzare vasi di grandi dimensioni di almeno 18 cm di profondità e larghezza. Il rafano può essere coltivato in vasi più piccoli, ma finirà per avere radici stentate e una pianta infelice.


Metodo 3: Iniziare il rafano nel terreno da talee di radici

>

Vivo nell’area di impianto USDA 7. Quando il mio terreno si riscalda fino a circa 45ºF a marzo o all’inizio di aprile, trovo più facile piantare i ravanelli direttamente nel terreno. Questa è la mia procedura per la semina diretta quando la temperatura del terreno è compresa tra 45ºF e 75ºF.

  1. Le talee di radice possono essere un po’ disidratate dopo la conservazione. Immergete le vostre talee in un contenitore d’acqua per alcune ore prima di piantare.
  2. Preparate il terreno nel vostro giardino ad una profondità di 12 cm e 18 cm al di fuori del centro della vostra area di piantagione. Se il terreno è compattato o argilloso, aggiungere materia organica, come un fertilizzante maturo, per migliorare la struttura del suolo e il drenaggio per una buona crescita.
  3. Piantare la radice tagliata a circa 2 o 3 centimetri di profondità mettendo il taglio a terra. La testa del taglio è il punto in cui emergeranno le foglie. Ad esempio, se si piantano più talee, è possibile orientare le chiome nella stessa direzione in modo che le foglie emergano a distanze uguali, a circa tre metri di distanza l’una dall’altra.
  4. Coprire il canale radicolare con terra a livello del suolo.
  5. Acqua profonda per attivare la crescita.
  6. Mantenere il terreno umido, utilizzando acqua profonda, fino a quando le foglie della pianta non raggiungono circa un metro di altezza.
  7. Erbaccia regolarmente fino all’insediamento delle piante.

  8. Consiglio 1: Quando piantare il rafano

    I semi di rafano possono essere avviati all’interno all’inizio dell’inverno e piantati all’esterno dopo il rischio di gelo.

    Il seme può anche essere seminato direttamente in un luogo permanente quando la temperatura del terreno è compresa tra 45ºF e 75ºF. A seconda della vostra area di semina, questo sarà normalmente tra marzo e metà estate.

    Le talee di radice sono più spesso piantate all’inizio della primavera o dell’autunno. Questo è il momento migliore per raccogliere le radici delle piante esistenti e utilizzarle per avviare nuove piante. Inoltre, le temperature più fresche in primavera e in autunno favoriscono una rapida crescita.


    Suggerimento 2: Forza della zona del rafano

    Il rafano è resistente per le Zone di Piantumazione USDA da 3 a 9.

    Come pianta perenne, cresce meglio nelle zone dove le forti gelate invernali costringono la pianta ad addormentarsi. Si sviluppa anche meglio nelle zone dove la stagione della crescita è lunga e fresca, soprattutto in autunno.

    Nei climi caldi, considerate la possibilità di piantare in un’area che riceve più di 6 ore di sole al mattino e una parziale ombreggiatura nel pomeriggio.


    Suggerimento 3: Requisiti di illuminazione per il rafano

    Il rafano può crescere in pieno sole o in ombra parziale. Idealmente, in climi freschi, sceglie il pieno sole. Nei climi più caldi, scegliere il sole del mattino e una parziale ombra nel pomeriggio.

    Quando si inizia in casa, un davanzale soleggiato può funzionare o può crescere alla luce del giorno.


    Suggerimento 4: Requisiti del terreno per il rafano

    Se coltivato come perenne, il rafano non è molto esigente sui tipi di terreno. Può crescere in quasi tutti i tipi di terreno, purché non sia sommerso dall’acqua. Una volta stabilito, può anche tollerare la siccità.

    Tuttavia, per una migliore produzione di radici, crescere in un giardino profondo e preparato produce radici più grandi. È anche molto più facile raccogliere il rafano coltivato in un buon terreno.

    Come altri ortaggi a radice, come le barbabietole, un eccesso di azoto può far sì che la pianta si concentri sulla crescita delle foglie piuttosto che su quella delle radici. Per una migliore fertilizzazione, utilizzare una di queste opzioni:

    • Concimare i letti di ravanello almeno 6 mesi prima della semina.
    • Pianta in terreno moderatamente fertile.
    • Le piante dopo i maiali, come il mais, hanno esaurito l’azoto in eccesso.


    Suggerimento 5: moduli di semina del rafano

    Il rafano, per la produzione di radici, viene piantato come gli altri ortaggi annuali dell’orto. Viene piantato in autunno o all’inizio della primavera in aiuole preparate e raccolto in autunno inoltrato.

    Si possono anche piantare ravanelli in un luogo permanente, come ad esempio una toppa di paesaggio commestibile, come deterrente per i parassiti e come interessante ornamento commestibile.

    Il rafano è anche un’ottima pianta da contenitore. Utilizzare un contenitore largo e profondo per lasciare spazio sufficiente per la crescita delle radici.


    Suggerimento 6: Tempo di germinazione previsto del rafano

    In condizioni ideali, il rafano cresciuto da talee di radice crescerà molto rapidamente. Le foglie possono perforare il terreno in pochi giorni e possono crescere un piede in alto in un mese.

    Il rafano cresciuto da seme può richiedere alcune settimane per germogliare. Per ottenere i migliori risultati, lasciate che le piantine crescano in condizioni ideali per circa 10-12 settimane prima di indurire e trapiantare all’aperto.


    Suggerimento 7: Spaziatura rafano

    >

    Quando è una pianta annuale, dovrebbe essere piantata su centri di 3 piedi (per esempio, lasciare 1,5 piedi e mezzo di spazio in tutte le direzioni intorno alla pianta).

    Quando viene coltivato come perenne, a causa della natura invasiva del ravanello, lascia un cuscinetto tra il ravanello e le altre piante. Quando il ravanello inizia a crescere nella sua zona cuscinetto, scava nuove radici lungo il perimetro per controllarne le dimensioni.


    Come prendersi cura del rafano

    >

    Il rafano è abbastanza facile da coltivare. A seconda che sia coltivata per le radici annuali o come pianta da compagnia perenne, ci sono alcune piccole differenze nella cura delle piante.


    Metodo 1: Crescita del rafano come annuale

    Tecnicamente, il rafano è una pianta perenne. Tuttavia, poiché la radice è la parte commestibile, molti coltivatori ne dissotterrano la maggior parte nell’autunno di ogni anno.

    Per reimpiantare nello stesso posto, basta lasciare una parte della radice nel terreno per iniziare il rafano dell’anno successivo.

    Se avete in programma di ruotare il rafano ogni anno per la prevenzione di parassiti e malattie, allora potete conservare alcune delle vostre talee di radice per l’uso l’anno prossimo. Assicuratevi di mantenere le radici delle piante sane che non hanno difetti come macchie scure o strisce.

    Con questo metodo, ogni anno si reimpiantano tecnicamente nuove piante di ravanello. Come per le colture come l’aglio e il frumento invernale, assicurarsi che il terreno rimanga umido fino a quando la pianta non è dormiente (ad esempio a causa del freddo invernale). In primavera, mantenere il terreno umido fino a quando la pianta non cresce vigorosamente.

    Come altri ortaggi da giardino, questo metodo esaurisce rapidamente il terreno o la materia organica e i minerali. Applicare il fertilizzante ogni anno in autunno. Inoltre, a meno che il vostro terreno non sia molto carico di minerali, considerate la possibilità di applicare ogni anno un po’ di fosfato di roccia per integrare i minerali esauriti.

    Erba regolarmente per la migliore produzione.


    Metodo 2: Crescita del rafano come perenne

    Il rafano coltivato come pianta perenne è utilizzato principalmente come pianta da compagnia per scoraggiare i parassiti delle colture più pregiate come gli alberi da frutto. Tuttavia, ogni due anni sarà necessario sradicare ogni crescita laterale intorno alle radici principali.

    Queste radici laterali possono ramificarsi e diventare nuove piante. Con il tempo, se questi corridoi non vengono raccolti, la pianta può diventare invasiva e difficile da sradicare.

    Il rafano perenne è meno esigente sul terreno. Lasciando che le foglie muoiano di nuovo nel terreno e rimangano al loro posto in inverno, agisce come pacciame naturale. Aggiungendo qualche centimetro di pacciame in autunno, ogni due anni, porterà nutrienti al suolo senza creare un sovraccarico di azoto.

    Invece di diserbare intorno a un ravanello perenne, prendete in considerazione la possibilità di tagliare le erbacce e lasciarle decomporre al loro posto sotto il ravanello. Questo aggiunge materia organica e aiuta a soffocare le nuove erbacce. Assicuratevi anche di rimuovere eventuali erbacce da fiore o teste di semi per ridurre la pressione delle erbacce negli anni futuri.


    Possibili problemi nella coltivazione del rafano

    >

    Il rafano è relativamente facile da coltivare e pone pochi problemi. Quando le piantagioni di massa sono raggruppate insieme, il rischio di parassiti e di altri problemi è maggiore.

    La maggior parte dei coltivatori per hobby ha bisogno solo di poche piante per garantire un adeguato approvvigionamento di rafano. Di conseguenza, il rischio di parassiti e malattie in casa è minimo.


    Parassiti

    Quelli di noi che coltivano ravanelli in casa hanno spesso opzioni molto più gustose per i parassiti che possono mangiare le nostre foglie di ravanello. Cavolo, rapa, ravanello, ravanello, senape e altri membri della famiglia brassica sono le scelte preferite per i potenziali parassiti del ravanello.

    Detto questo, puoi tenere d’occhio questi parassiti, non si sa mai.


    1. Larva di cavolo importata

    Queste piccole falene bianche con piccole macchie nere sulle ali, che svolazzano intorno, impollinando le piante con piacere, sono anche uno dei parassiti più fastidiosi per chiunque coltivi cavoli. Depongono uova che si sviluppano in larve di tarme di cavolo (chiamate anche bruchi). Le larve divorano le foglie di Brassica e causano gravi danni al raccolto.

    Anche se è poco probabile che favoriscano il rafano, è possibile che occasionalmente lo troviate sulle vostre piante.

    Soluzione:

    Di solito è sufficiente raccogliere manualmente queste larve e darle da mangiare ai polli o annegarli in acqua per controllarli. Nel peggiore dei casi, può essere necessario spruzzare foglie di ravanello con olio di neem durante la stagione riproduttiva di questi parassiti.


    2. Tallone da crociera importato

    >

    Il punteruolo adulto delle crocifere è di colore blu-nero metallizzato ed è lungo circa 110 cm. Le sue larve bianche e larvali penetrano nelle radici del ravanello. Hanno un impatto sulla quantità e la qualità delle radici raccolte.

    Soluzione:

    È possibile utilizzare insetticidi per trattare questo parassita. Un’altra soluzione è quella di coltivare il rafano ogni anno in luoghi diversi, che rompe il ciclo di vita del parassita e controlla la popolazione.


    3. Scarafaggio delle pulci di ravanello

    >

Deja una respuesta

Tu dirección de correo electrónico no será publicada. Los campos obligatorios están marcados con *