Suggerimenti

Come coltivare l’aloe vera o aloe vera

Coltivare Aloe vera o aloe vera nell’orto, in giardino o in vaso sul terrazzo o sul patio è un’ottima idea. Possiamo utilizzare le foglie o gli steli di questa meravigliosa pianta medicinale in una moltitudine di rimedi casalinghi e sfruttarne i benefici. Ti consiglio di leggere le proprietà medicinali dell’aloe vera o dell’aloe vera .

La pianta di aloe o aloe è del tipo erbaceo, ha un corto fusto e intorno ad esso e parallelamente crescono i gambi o le foglie. Ha una radice principale che è un rizoma.

Ma dedicheremo questo articolo per saperne di più sulla coltivazione dell’aloe vera o aloe vera e sulle cure che questa pianta richiede.

Se non vedi l’ora di gustare l’aloe vera, qui puoi trovare la polpa di aloe vera biologica .

.

Come coltivare l’aloe vera o aloe vera

L’aloe vera o aloe vera, Aloe Barbadensis Miller , è una pianta perenne che appartiene alla famiglia botanica delle Liliaceae . Se ce ne prendiamo cura, possiamo avere un impianto per più di 10 anni.

Per moltiplicare o riprodurre l’aloe vera possiamo farlo facilmente dai bambini che nascono naturalmente intorno alla pianta madre. Migliori sono le condizioni, prima i bambini inizieranno ad apparire. Dovremo solo scoprire un po’ la radice principale della pianta madre e separare i bambini con le rispettive radici con un rasoio pulito. Lo faremo preferibilmente in autunno o in primavera. Successivamente pianteremo le piante figlie nella loro nuova posizione, lasciando una distanza tra pianta e pianta di un metro. Innaffia l’area dove stai per trapiantare la notte prima.

Questo tipo di propagazione o riproduzione asessuata è il più comune, rapido e facile nell’aloe.

L’Aloe Vera è una pianta relativamente resistente e può essere facile da coltivare, sia che venga coltivata in vaso che direttamente nel terreno.

Vedrai che quando la pianta di aloe vera è giovane ha macchie bianche o granelli sulle foglie. Queste macchie bianche scompaiono man mano che la pianta diventa più matura.

Leggi 10 motivi per bere il succo di aloe vera e come prepararlo

Requisiti della coltivazione di aloe vera o aloe

Temperatura : è una delle variabili che ha il maggior impatto sulla crescita delle piante di aloe. Può soffrire nelle zone con climi freddi, quindi si consiglia di tenerlo in serra o al chiuso durante i mesi più freddi, perché il gelo potrebbe provocare ustioni sulle foglie di aloe. La sua temperatura di crescita ottimale è compresa tra 16 e 26ºC.

Substrato : L’Aloe Vera cresce molto bene in substrati ricchi di sostanza organica, sciolti, acidi e con un buon drenaggio che evitino i ristagni. Se hai intenzione di piantare l’aloe in un vaso o in un tavolo da coltivazione, dovrebbe avere una profondità minima di 40 cm per consentire alle radici di svilupparsi bene.

Irrigazioni : l’ Aloe Vera non è un cactus, cioè necessita di annaffiature regolari e relativamente abbondanti.

Leggi Applicazioni medicinali e controindicazioni di aloe vera o aloe

Deshije : se non volete avere più piante di aloe, togliete i polloni che fuoriescono intorno alla pianta in modo che la pianta madre cresca con maggior vigore.

Parassiti : di solito non ha parassiti, forse qualche ragno rosso e cocciniglia potremmo dire che è il più frequente. Puoi vedere tutto ciò che riguarda i parassiti nella sezione Agricoltura Biologica .

Vendemmia : quando la pianta di aloe raggiunge i due anni ha già le proprietà medicinali che la caratterizzano. Prima di due anni non vale la pena tagliare le foglie perché non avranno l’effetto che ci aspettiamo.

Inizia tagliando il gambo più esterno in basso, cioè quello più vicino al suolo. Fai un taglio con un rasoio molto pulito. Vedrai che è molto semplice.

Non è necessario fare nulla sulla pianta dopo aver tagliato il gambo, in due giorni sarà “guarita”. Certo, prova a raccogliere nel tardo pomeriggio e poi annaffia un po’. Ciò ridurrà lo stress sulla pianta.

Deja una respuesta

Tu dirección de correo electrónico no será publicada. Los campos obligatorios están marcados con *