Suggerimenti

Come seminare e piantare il basilico

L’Ocinum basilicum, comunemente chiamato basilico, è una pianta aromatica originaria di alcune regioni tropicali dell’Asia che da millenni viene coltivata dalla mano dell’uomo. È una pianta ampiamente utilizzata, sia per scopi culinari che medicinali, e il cui uso si è ormai diffuso praticamente in tutto il mondo.

Se vuoi imparare a seminare e piantare il basilico per coltivarlo in casa, continua a leggere questo articolo di EcologíaVerde in cui ti mostriamo una guida pratica per questo.

Come piantare il basilico – passo dopo passo

Per avere questa pianta a casa da zero, prima prendi nota di come piantare i semi di basilico in modo che crescano. Se vuoi piantare semi di basilico, si consiglia di farlo in semenzaio. È possibile seminarlo direttamente nel terreno o in vaso, ma le sue possibilità di crescere saranno molto maggiori in un semenzaio con le dovute cure.

  1. Preparate un semenzaio con substrato per semenzaio, potete acquistarlo o realizzarlo voi stessi con una delle miscele ecologiche che noi stessi vi consigliamo sulla nostra pagina, come la fibra di cocco e l’humus di lombrico, che potete trovare in questi link Fibra di cocco per piante: proprietà e come prepararlo e come fare l’humus di lombrico.
  2. Distribuire i piccoli semi di basilico sul substrato, distanziati di circa 2 cm l’uno dall’altro.
  3. Innaffia accuratamente con un annaffiatoio a getti fini, evitando così che l’acqua stessa sposti i semi o li seppellisca. Innaffia per mantenere il substrato del letto di semina umido ma mai impregnato d’acqua.
  4. Posizionalo dove riceve molta luce naturale ma non correnti d’aria, da cui devi proteggerlo. Inoltre la temperatura dell’ambiente in cui si trova il vivaio non deve mai scendere al di sotto dei 15ºC.
  5. Nel tempo, vedrai come i semi cambiano colore, assumendo una tonalità bluastra e pochi giorni dopo iniziano a germogliare. Tra 20 e 30 giorni dopo la semina, quando le piantine avranno già tra le 4 e le 6 foglie vere, il basilico sarà pronto per il trapianto.

Come piantare il basilico – consigli

Una volta terminato il processo di germinazione del basilico, si può passare al trapianto in un vaso più grande o all’esterno. Per sapere come piantare il basilico, cioè come trapiantare le sue piantine o la piantina, segui questi consigli:

  • È necessario eseguire il trapianto con molta attenzione, prendendo le piantine di basilico vicino alla loro zolla, senza rimuovere il terreno o danneggiarne le radici.
  • Se sono molto vicini tra loro, puoi trapiantarli in piccoli gruppi contemporaneamente, prendendo zolle di radici più grandi per assicurarti di non danneggiarle.
  • Per il nuovo vaso o l’area esterna, puoi utilizzare un substrato universale o un substrato per piante da esterno, anche se vale la pena aggiungere il 10% di terreno di campo con una consistenza argillosa. Si consiglia inoltre un pH leggermente acido, compreso tra 5,7 e 6,2.

Come prendersi cura del basilico e coltivarlo

La cura del basilico è piuttosto semplice, poiché è una pianta molto poco impegnativa.

Posizione

Quando si parla di come prendersi cura di una pianta di basilico, la cosa più importante è conservarla in un luogo con una temperatura il più possibile stabile e, soprattutto, lontano da forti correnti d’aria.

Temperatura

Essendo una pianta di origine tropicale, il basilico smette di crescere quando è a basse temperature, quindi non dovresti esporlo a temperature inferiori ai 15 ºC.

Luce per la pianta del basilico

Per quanto riguarda l’illuminazione, mettila in un luogo dove riceva abbondante luce naturale, ma fai attenzione se il sole è molto forte nella tua zona, poiché un eccesso di luce solare diretta e intensa potrebbe seccarla. In tal caso, è meglio trovare una posizione semiombreggiata, soprattutto in estate.

Come annaffiare il basilico

Inoltre, dovresti annaffiare questa pianta ogni volta che noti il ​​substrato o il terreno asciutti. Innaffia regolarmente, ma senza abusare delle quantità, poiché il ristagno non è mai benefico per la pianta. Nei mesi più caldi si consiglia un’irrigazione moderata due volte al giorno.

Fertilizzante e potatura

Puoi anche concimare il tuo basilico una volta al mese. Si consiglia di utilizzare fertilizzanti naturali ed ecologici, come humus di lombrichi o compost.

Questa pianta va potata. Per imparare a potare il basilico, taglia con cura i suoi steli più lunghi ogni due o tre settimane, dandogli una forma cespugliosa ma di dimensioni controllate. Inoltre, a meno che tu non voglia ottenere semi, è bene eliminare i fiori.

Inoltre, per completare questa conoscenza, ti consigliamo di leggere quest’altra guida alla cura del basilico in vaso.

Come conservare il basilico

Per mantenere il basilico fresco, è meglio congelarlo. Per fare questo, è necessario conservare le foglie, pulite e asciugate, in un contenitore ermetico e riporlo in congelatore. Puoi anche congelare il basilico come parte di un pesto, schiacciato e mescolato con olio d’oliva e sale.

Un’altra opzione, se non vuoi congelarlo, è conservarlo in acqua, ma lontano dalla luce solare diretta. In questo modo puoi prolungare la vita delle foglie fino a una settimana circa, senza intaccarle tanto quanto congelarle.

Se desideri leggere altri articoli simili a Come seminare e piantare il basilico, ti consigliamo di visitare la nostra categoria Suggerimenti.

Deja una respuesta

Tu dirección de correo electrónico no será publicada.