Suggerimenti

Boro nelle piante: [Uso, vantaggi e applicazione]

Il boro è uno dei micronutrienti di cui le piante hanno bisogno per raggiungere una crescita ottimale per tutta la loro vita.

È presente nel substrato a livelli adeguati affinché le radici lo assorbano, poiché in genere non ne necessita molto .

Quello che è possibile è che un’eccessiva carenza di questo elemento generi alcuni danni nelle colture, quindi conoscerlo è diventato essenziale.

E per aiutarti in tutto questo, ecco le informazioni più importanti che devi sapere sul boro.

Cos’è il boro?

Il boro è un elemento chimico presente nella tavola periodica degli elementi con il simbolo B.

Si trova in natura in basse quantità, che spesso sono sufficienti per consentire alle colture di prosperare normalmente.

Tuttavia, la mancanza di conoscenze sul ruolo che questo micronutriente svolge nelle colture gli impedisce di ricevere le attenzioni necessarie.

Ed è un punto che va considerato con attenzione perché vari studi hanno dimostrato che la carenza di boro è la più comune nel campo dei micronutrienti.

Perché il boro è importante nella crescita delle piante?

Il boro svolge un ruolo fondamentale in una vasta gamma di funzioni vegetali, tra cui la formazione e la stabilità della parete cellulare, il mantenimento dell’integrità strutturale e funzionale delle membrane biologiche, il movimento dello zucchero o dell’energia verso le parti in crescita delle piante, l’impollinazione e l’insediamento dei semi.

Quali fattori influenzano la risposta della coltura alla fertilizzazione con boro?

Il boro nel terreno deve essere sciolto per essere assorbito dalle piante.

Ciò significa che il livello di boro che esiste in esso non è un segno esatto della quantità che le piante hanno a loro disposizione.

Inoltre la mancanza di irrigazione influisce negativamente sul corretto assorbimento perché è un elemento passivo che ha bisogno dell’acqua per muoversi.

Per quanto riguarda la pianta.

Qual è il contenuto di boro nel terreno?

Il boro si trova naturalmente nell’ambiente e il più normale è che il suolo contenga un livello di 10 ppm.

Quali vantaggi può avere un terreno ricco di boro?

Un terreno ricco di boro sarà in grado di offrire alla pianta il livello di supporto di cui ha bisogno per svolgere i processi interni in cui è coinvolta.

Le pareti cellulari contengono la più grande quantità di boro nell’intera pianta e lo fanno perché è direttamente coinvolto nella divisione cellulare .

Ciò significa che il boro è un elemento essenziale per la creazione di cellule che daranno origine a nuove piante.

Questo intervento si nota soprattutto quando la pianta inizia il processo di impollinazione e, successivamente, nella fioritura e nella fruttificazione.

Altri apporti che una buona quantità di boro dà nel terreno sono riassunti qui:

  1. Aiuta a metabolizzare l’ azoto .
  2. Facilita il trasporto del potassio in modo che i corretti livelli di acqua siano regolati in ogni parte della pianta.
  3. Funziona direttamente con il trasporto degli zuccheri, che impedisce la formazione di funghi nelle radici.
  4. Contribuisce alla formazione di una certa quantità di proteine.
  5. Fornisce supporto nella regolarizzazione dei livelli ormonali.

Quali sono gli svantaggi di un eccesso di boro?

Rilevare che una pianta ha un eccesso di boro nella sua struttura è un lavoro complesso perché presenta sintomi simili a eccessi dovuti ad altri nutrienti.

  1. Nelle foglie più vecchie si vedono macchie clorotiche o necrotiche che finiscono per bruciarsi. Successivamente, questa necrosi consuma gradualmente l’intera struttura della foglia fino a ucciderla, provocandone la defogliazione. L’intero processo sui fogli più recenti andrà molto più veloce.
  2. Per determinare esattamente se si tratta di un eccesso di boro, è meglio effettuare uno studio del suolo e dell’acqua .
  3. Il boro può essere eccessivamente presente nel terreno con un pH inferiore a 5,5.
  4. Nel caso dell’acqua, una misurazione superiore a 0,5 ppm potrebbe rivelare la causa del problema. Contrastare il problema è possibile con l’applicazione di fertilizzanti ad alto contenuto di calcio .

Questo perché il calcio impedisce al boro di diventare solubile nel substrato e lo rende inutilizzabile.

Come misura preventiva, è importante misurare i livelli di boro da applicare nei processi di fertilizzazione, sia per evitare deficit che eccessi.

Quali colture beneficiano maggiormente della presenza di boro nel terreno?

Tra le principali specie che richiedono un livello più elevato di boro nella loro struttura, spiccano salvia , viole del pensiero e petunie .

Questa condizione è più visibile quando la semina viene effettuata in vivai o serre dove lo spazio fornito di substrato è minore.

Ad esempio, nel pensiero una mancanza di boro sarà evidenziata dalle forme a rosetta nella struttura.

Come rileviamo la carenza o la carenza di boro nelle nostre colture?

A causa dell’importanza del boro nella divisione cellulare delle piante , la sua carenza influenzerà direttamente la fioritura e la fruttificazione .

  • Questo si vedrà in una diminuzione della produzione di fiori , frutti e semi e potrebbe anche essere notato con deformità.
  • Può anche avere un certo impatto sul corretto sviluppo delle radici e del fogliame in generale.
  • Le radici, in primo luogo, si vedevano non molto estese, con scarsa quantità di pelo e sensazione di fragilità.
  • Nel caso del fogliame impatta soprattutto sulle foglie nuove, che possono essere evidenti con l’ispessimento.
  • Se il deficit di boro si manifesta sugli steli, saranno deboli e fragili.

Il boro è un altro dei micronutrienti più importanti nelle colture e la sua corretta applicazione può essere ottenuta con la somministrazione di concimazioni appropriate.

Un dato importante da tenere in considerazione è che l’intervallo di concentrazione nel suolo che varia da 0,3 a 1 ppm è alla base di un deficit o di un eccesso di esso.

Pertanto, è importante essere attenti alle condizioni degli impianti e adottare misure correttive prima di qualsiasi modifica della struttura.

Come possiamo contribuire con il boro alle piante?

Il borace, l’acido borico o il solubor possono essere sciolti in acqua e spruzzati o applicati al terreno in un fertilizzante misto secco.

L’eccesso di boro è tossico per le piante, quindi è necessario prestare attenzione per garantire un tasso di applicazione corretto e una copertura uniforme. Mentre il boro può essere spruzzato sulle foglie, l’eccesso causerà danni alle piante.


Deja una respuesta

Tu dirección de correo electrónico no será publicada.