Suggerimenti

Come piantare la vite e ottenere uva (o vino) premium: [Guida completa]

L’uva è un piccolo frutto dalla polpa morbida, con piccoli semi all’interno. Provengono dalla pianta conosciuta come vite, vite o vite  ( Vitis) .

Questi sono realizzati in diverse varianti, evidenziando il viola e il verde. A seconda del clima che hai nella tua zona, avrai alte probabilità di piantare un vigneto in casa.

Parte dei suoi vantaggi è la possibilità di raccogliere a buona quantità di frutta  in ogni ciclo.

Inoltre, sono la base per la produzione di vini , quindi il loro valore aumenta molto di più.

Non andare.

Qui ti portiamo  una guida molto completa  che potresti non vedere altrove.

Punti importanti quando si pianta una vite o una vite
  • Quando? Tra la primavera e l’autunno. 
  • Dove? Hanno bisogno di molto spazio per crescere. Hanno bisogno di molte ore di luce quotidiana. Serve anche un punto su cui appoggiarsi (rampichino, bastone, ecc…).
  • Tempo di crescita? È una pianta a crescita rapida . Possiamo avere una vite adulta in pochi anni.
  • Come prepariamo il terreno? il pH dovrebbe essere compreso tra 6 e 7,5. Consistenza del terreno piuttosto sabbiosa. Terreno compostato ricco di sostanza organica (ideale lombrichi ).
  • Come innaffiamo? Non è facile ed è un punto MOLTO importante. Consigliamo di leggere di seguito.
  • Come raccogliamo? Osserveremo lo stato del frutto (l’uva). I mesi migliori sono da agosto a ottobre.
  • Associazioni favorevoli? Altri alberi da frutto, soprattutto kiwi.
  • Associazioni sfavorevoli ? Altre piante rampicanti e invasive (come la buganvillea ). Entrano in competizione per le risorse (elettricità e acqua).
  • Piaghe e malattie? Antracnosi, ragno rosso, ragno giallo , fillossera , pirale , zanzara verde e uccelli.

Quando seminare la vite?

La pianta della vite deve passare l’intero processo climatico dell’anno. 

Ciò significa che manca sia il caldo dell’estate che l’umidità e il freddo dell’inverno.

Tuttavia, il momento migliore per piantare è quando c’è un clima da temperato a caldo.

Per questo motivo, il momento migliore sarà tra la primavera e l’ autunno

Dove piantare la vite?

Come nella maggior parte delle specie vegetali, la scelta di un buon terreno sarà direttamente proporzionale allo sviluppo della piantagione.

La prima cosa da considerare con l’uva è che ha un  pH compreso tra 6 e 7,5. 

Allo stesso modo, il terreno dovrebbe avere una trama piuttosto sabbiosa.

La fertilità è un punto importante, ma non decisivo, poiché è possibile ottenere la sua nutrizione attraverso i fertilizzanti.

Infine, devi  avere un buon drenaggio. 

Tieni presente che non è bene scegliere campi che hanno rocce molto grandi che possono influenzare lo sviluppo della pianta.

Infine, sarà un plus molto prezioso se si dispone di strati di argilla che aiutano a impermeabilizzarlo.

Lo sapevate…
La vite (conosciuta in Spagna) è un ottimo albero per fornire ombra in estate e luce in inverno (perde la foglia).

Come preparare il terreno per la coltivazione della vite?

Quando il terreno scelto presenta pendenze diverse, la prima cosa da fare è  sottoporlo a un processo di livellamento. 

Successivamente, deve  fertilizzare in profondità  di tutti i terreni da utilizzare, mediante l’ utilizzo di compost o puro letame bovino.

Questo letame verrà lavorato insieme alla terra attraverso una profonda spalatura , in modo che il compost penetri fino a un certo livello.

Come innaffiamo il nostro vigneto?

In questo caso,  la vite è molto esigente  e dinamico secondo le vostre esigenze.

Per questo motivo, agricoltori esperti nel campo hanno progettato un prototipo di irrigazione che si basa sulla diverse fasi di crescita: 

  1. Germogliamento: è il primo stadio e durante esso necessitano di una certa quantità di liquido per permettere loro di attecchire bene al suolo. La normale è di circa 15 mm.
  2. Fioritura: in questa fase i fabbisogni diminuiscono e bastano 10 mm.
  3. Allegagione: per questo periodo la situazione cambia e occorre molta più acqua, variabile da 60 a 120 mm a seconda del clima.
  4. Maturazione: il range di fabbisogno è ridotto, variando da 80 a 100 mm.
  5. Vendemmia: è la fase finale e nella quale, appunto, bisogna prestare maggiore attenzione, soprattutto in presenza di pioggia poiché potrebbe essere molto dannosa per la raccolta dei frutti. Circa 40 mm sono più che sufficienti.

Come piantare un vigneto passo dopo passo?

semina vite  non ha segreti né differisce molto dalle altre specie.

Qui la chiave sarà soprattutto nella scelta di una specie che si adatti alle particolari caratteristiche del luogo in cui sarà piantata.

Se tutto il lavoro sul terreno è già stato svolto in modo efficiente, quello che verrà dopo sarà il seguente:

  1. Scava buche delle dimensioni appropriate per posizionare i semi che hai selezionato in precedenza.
  2. Questi semi devono essere preparati prima di procedere alla loro semina , il modo corretto è di metterli a bagno in acqua distillata per un massimo di 24 ore.
  3. La pianta della vite ha bisogno di un supporto per crescere , poiché sono striscianti, per questo puoi usare bastoncini o griglie.
  4. È importante che 2 settimane dopo la semina, il terreno sia adeguatamente fertilizzato per garantire una buona quantità di sostanze nutritive.

Ora, è importante chiarire che queste piante possono impiegare fino a 3 anni per dare i primi frutti.

Ma, per arrivarci, sarà necessario offrire loro le cure necessarie, prestando attenzione alla loro crescita e alle aree che stanno prendendo per dar loro conforto.

Quando e come vendemmiare le nostre uve?

Se è giunto il momento per te di aumentare il raccolto, potresti provare molta eccitazione, ma devi lavorare con attenzione.

La prima cosa è sapere che  i mesi migliori sono da agosto a ottobre. 

 Tuttavia, l’essenziale per sapere se è davvero arrivato il momento, è prendere un’uva e assaggiarla.

Attraverso il gusto è possibile riconoscere, con maggiore sicurezza, se sono pronte o meno per essere raccolte.[/Su_note]

Quali associazioni favorevoli ha?

Gli specialisti consigliano, in questi casi, di associare i frutti a piante da fiore , poiché molte di esse hanno la possibilità di combattere i parassiti.

Tuttavia, poiché la vite sta scivolando , si può provare a lavorare con altre piante da frutto che non rubano spazio o luce, come il kiwi .

Ma, come già accennato, la più grande quantità di uva prodotta in tutto il mondo è  per la produzione di vini. 

Per questo motivo è comune che le piantagioni siano solo di questo frutto.

E, quando si coltiva in casa, le persone preferiscono piantare in vaso , poiché il loro stelo tende a occupare poco spazio.

Quali parassiti e malattie può avere il nostro vigneto?

Per gli amanti di questo frutto e della sua piantagione, ci dispiace informarvi che  ci sono molti e vari parassiti e malattie  che può attaccare la tua piantagione.

Tra questi ci sono:

antracnosi

C’è un’area bianca circondata da un ambiente nero in qualsiasi parte della pianta.

ragno rosso

Il ragnetto rosso genera macchie su tutta la pianta , causando perdita di clorofilla e defogliazione. Pertanto, impedisce una corretta fotosintesi .

ragno giallo

Possono causare una forte defogliazione.

fillossera

Rigonfiamento nelle foglie delle piante che impediscono il passaggio della linfa.

Piral

È caratterizzato da fori nelle foglie.

Zanzara verde

Punture nei nervi delle foglie per mangiare la linfa.

Uccelli

Non attaccano l’albero stesso. Piuttosto sono pericolosi per conservare il frutto.

Per evitare questo possiamo andare nei sacchetti di plastica quando i nostri grappoli stanno crescendo.

Le malattie e i parassiti della vite possono essere controllati  mantenendo una buona cura sulle piante. Oltre a ciò abbiamo a disposizione rimedi naturali come l’ olio di neem o il sapone di potassio .

Evitare le pozzanghere o la mancanza di irrigazione aiuta molto a ridurre il numero di possibili malattie e problemi nel nostro vigneto. Oltre a mantenere una terra fertile e nutrita.

E sebbene possano accadere, questo non dovrebbe abbassare il tuo entusiasmo per avere le tue piantagioni. Quindi, è ora o mai più!

Se vuoi approfondire, puoi vedere: Malattie della vite .

Per saperne di più leggi: Vitigni .

Deja una respuesta

Tu dirección de correo electrónico no será publicada.