Suggerimenti

Cetrioli: come piantare e coltivare

Il Cucumis sativus, meglio conosciuto come cetriolo, è una pianta molto apprezzata per il sapore rinfrescante del suo frutto, ampiamente utilizzato nelle insalate e nei piatti della dieta mediterranea. È una pianta annuale che ha origine in India, dove viene coltivata e consumata da oltre 3000 anni.

Oltre al suo uso culinario crudo, è anche ampiamente consumato come sottaceto e nelle salse, ed è spesso utilizzato anche dall’industria cosmetica per le sue proprietà idratanti e sbiancanti per la pelle. Allo stesso modo è un alimento dalle proprietà diuretiche e depurative, motivo per cui viene utilizzato anche in diete con queste caratteristiche.

Se vuoi imparare a piantare e coltivare i cetrioli in casa, continua a leggerci in questo articolo di EcologíaVerde, dove ti insegneremo come farlo passo dopo passo.

Quando piantare i cetrioli

Il cetriolo viene solitamente seminato in primavera, intorno al mese di aprile. Tuttavia, se vivi in ​​una zona dal clima fresco, puoi aspettare fino a giugno inoltrato per evitare il rischio di basse temperature o gelate che potrebbero uccidere la pianta. Allo stesso modo, nei climi molto caldi possiamo piantarli prima, anche a fine inverno se li pianti in semenzaio.

Inoltre c’è chi consiglia di fare due semine distanziate di circa 4 o 6 settimane l’una dall’altra, in modo da godersi il raccolto più a lungo.

Come piantare i cetrioli

Il cetriolo può essere piantato direttamente nel frutteto o in giardino, ma trattandosi di una pianta alla quale il freddo può fare molti danni, consigliamo di seminare i cetrioli in semenzaio per, dopo e quando le temperature sono già alte e stabili, a l’inizio dell’estate trapianta i cetrioli a terra. Impara come piantare i cetrioli in un semenzaio passo dopo passo seguendo queste semplici istruzioni:

  1. La prima cosa è preparare il substrato per il letto di semina. Per questo, puoi acquistare un substrato speciale per letti di semina in qualsiasi negozio specializzato o crearne uno tu stesso con una miscela di terreno con humus, perlite e fibra di cocco.
  2. La stessa cosa accade con i semi di cetriolo come con il substrato: puoi acquistarli o utilizzare quelli dei raccolti degli anni precedenti. Inumidisci il substrato prima di iniziare e pianta da due a tre semi per semenzaio, a una profondità non superiore a 2 centimetri.
  3. Una volta piantato, cerca di mantenere il letto di semina in un’area con luce naturale in modo che le piantine non si inzuppino d’acqua, cioè si indeboliscano per mancanza di luce e non allaghino il substrato quando potrebbero comparire annaffiature o funghi. In circa una settimana dovresti vedere i tuoi semi germogliare e altre tre settimane dopo saranno pronti per essere trapiantati.

Come coltivare i cetrioli

Dopo un mese dalla semina dei cetrioli in semenzaio, le loro piantine devono essere trapiantate nella loro posizione finale all’aperto o in vaso. Se le pianti nel terreno, rispetta una distanza minima di 40 centimetri tra ogni pianta.

Segui questi suggerimenti per imparare a coltivare con successo i cetrioli a casa:

Terreno ideale per la coltivazione di cetrioli

Il cetriolo richiede terreno con una grande quantità di nutrienti, quindi dovrai pagare. Consigliamo di utilizzare sempre fertilizzanti ecologici, come humus di lombrico, compost o bokashi. Inoltre, è molto importante che il terreno abbia un buon drenaggio. Dare uno strato di fertilizzante subito dopo il trapianto preverrà anche la comparsa delle cosiddette erbacce.

In questo altro post di EcologíaVerde puoi imparare tutto sul fertilizzante organico: cos’è, tipi, benefici e come farlo.

annaffiare i cetrioli

Questo è il punto più delicato con il cetriolo, perché sebbene il ristagno idrico sia fatale per la pianta, necessita anche di annaffiature regolari e abbondanti per svilupparsi correttamente. Se il tuo terreno si impregna d’acqua a causa di un’irrigazione eccessiva o di uno scarso drenaggio, è molto probabile che i tuoi cetrioli vengano attaccati dai funghi, rovinando il tuo raccolto.

Luce

I cetrioli amano il caldo, ma se vivi in ​​una zona con temperature molto elevate, non dovresti esporla alle peggiori ore di sole estivo. Trova un luogo semi-ombreggiato dove sia coperto dal caldo di mezzogiorno.

Potatura di piante di cetriolo

È bene rimuovere dalla pianta le foglie appassite o le foglie che non sembrano in buone condizioni. Inoltre la potatura di alcuni fusti secondari ne favorirà la fruttificazione e la produzione.

Infine, puoi sostenere le piante o utilizzare delle recinzioni di filo metallico in modo che la pianta si arrampichi su di esse e i frutti non rimangano a livello del suolo. Questo passaggio non è necessario, ma è consigliato.

Quando raccogliere i cetrioli

Il cetriolo è un ortaggio molto produttivo e in soli due mesi circa dalla semina puoi iniziare a raccogliere i cetrioli. È importante puntare sulla sua grande capacità produttiva, di 25 kg al metro quadrato, quindi è meglio non seminare se non si vuole finire con i cetrioli in eccesso.

Se decidi di piantare e coltivare cetrioli nel tuo giardino, ti consigliamo di consultare questo altro articolo di EcologíaVerde in cui ti parliamo delle verdure che crescono bene insieme e vedrai che puoi mettere, ad esempio, i cavoli accanto ai cetrioli.

Se desideri leggere altri articoli simili a Cetrioli: come piantare e coltivare, ti consigliamo di visitare la nostra categoria Suggerimenti.

Deja una respuesta

Tu dirección de correo electrónico no será publicada.