Suggerimenti

Come risolvere alcuni problemi che possono sorgere durante il compostaggio

A volte durante il processo di compostaggio le cose non vanno come dovrebbero: il cattivo odore, la muffa può apparire, sembra che non si decomponga mai…

Niente paura, i problemi che si presentano possono essere risolti e anche prevenuti per ottenere un compost di ottima qualità per fornire materia organica alla terra e nutrire le piante del nostro orto biologico .

Questi sono alcuni dei problemi più comuni durante il compostaggio e le loro soluzioni

  • Aspetto di “melma”: è causato dall’eccessivo apporto di sostanza verde (scarti di cucina, erba, ecc.), dalla mancanza di sostanza secca (foglie, rami, carta, cartone, trucioli di legno, paglia, ecc.) o dall’eccesso di Acqua. Devi bilanciarlo semplicemente aggiungendo più sostanza secca.
  • Presenza di muffa: anche la muffa partecipa alla decomposizione per la creazione del compost.
  • Le cose stanno crescendo nel mio compost: se alcuni semi riescono a germinare nel compost significa che la temperatura è più bassa di quanto dovrebbe essere. È proprio l’attività di microrganismi, vermi, ecc. quella che fa aumentare la temperatura, quindi se la temperatura non è alta il compost non si crea. In generale, la temperatura massima ottimale è di circa 60º. Girare può aiutare ad aumentare la temperatura, fa aumentare la temperatura. Farlo una volta alla settimana potrebbe essere sufficiente.
  • Nascono odori: il compost dovrebbe avere un odore di terra umida, se ha un odore di marcio o sgradevole significa che ci sono troppi batteri anaerobici. Proprio come decompongono i materiali, producono cattivi odori e se sono troppi possono produrre un cattivo odore. Come risolverlo? Aggiungete altra sostanza secca e se vedete che è molto compatta, dovete capovolgerla e più aria, lasciare che sia più aerata per evitare l’odore.
  • Ci vuole molto tempo!: Se ci sono vermi nel nostro compost , in circa due mesi possiamo ottenere il vermicompost . Se ci vuole troppo tempo per abbattersi, non ci sono abbastanza batteri “funzionanti”. Basta aggiungere più materia secca e umida per creare un cumulo di compost e la temperatura aumenta in modo che i batteri inizino a lavorare.

Deja una respuesta

Tu dirección de correo electrónico no será publicada. Los campos obligatorios están marcados con *