Suggerimenti

Famiglie botaniche e loro associazioni

La botanica definisce le famiglie in base al loro organo sessuale: il fiore e il frutto. Non ha nulla a che fare con l’aspetto delle piante, non importa quanto due piante si somigliano, non sono imparentate se hanno fiori diversi.
Ogni famiglia ha o è imparentata a modo suo con specie di un’altra famiglia e con la propria. Ci sono anche famiglie nemiche, che non possono stare insieme una pianta con l’altra con poche eccezioni.
.
.

Famiglie botaniche e loro associazioni

Legumi

Pisello, Cece, Fagiolo o Fagiolo, Fava, Lenticchia, Erba Medica, Trifoglio, Arachidi o Arachidi, Lupino, Carrubo, Acacia, Ceibo, Espinillo cina-cina, Glicina, Retama, Vicia.
.
Caratteristiche
Formano noduli sulle radici che forniscono sostanza organica formata con azoto dall’aria. Piante che migliorano il suolo. Forniscono azoto.
.
Associazione
Sono molto ben imparentati con erbe, curcubitáceas, umbellífera e crocifere. Non hanno un buon rapporto con le liliacee.
.
.

crocifere

Cavolfiore, Cavolo, Broccoli, Rapa, Cavolo Rapa, Senape, Ravanello, Ravanello, Rafano, Acusai, Cavoletti di Bruxelles, Crescione.
.
Caratteristiche
Danno fiori con 4 petali a forma di croce, mai a forma di x. Ecco perché deriva il nome della famiglia. Sono omogenei in termini di associazioni. Non consumano molto terreno, luce e acqua. Servono molto nei climi freddi. Accumulano acqua sui loro steli e foglie.
.
Associazione
Va molto d’accordo con i legumi
.
.

solanacee

Pomodoro, patate, peperoncino o peperoncino, peperone, melanzana, kiwi.
.
Caratteristiche
Con i fiori a cinque punte, le foglie sono velenose. La maggior parte porta frutti commestibili. I semi si diffondono attraverso l’intestino di coloro che mangiano i loro frutti. Per terra lasciano molte sostanze tossiche per loro e buone per le altre famiglie. Sono grandi consumatori di suolo, acqua e luce, richiedono calore, attenzione, cura e terreno acido.
.
Associazione
Fatta eccezione per altre famiglie, queste sono molto diverse tra loro. Vanno d’accordo tra loro, tranne che per i pomodori con peperoncino o peperoni.
.
.

Liliaceae

Aglio, Cipolla, Porro, Asparagi, Aloe, Scalogno ed Erba Cipollina.
.
Caratteristiche
Il nome deriva dal giglio. I suoi fiori sono campane a 6 punte. Ad eccezione degli asparagi, hanno un basso consumo di acqua, terra e luce. Sono buoni vicini l’uno dell’altro. Sono protettivi di altre piante.
.
Associazione
Ben accolto da tutte le famiglie, soprattutto con le Ombrellifere e non tanto con i legumi.
.
.

Composito

Lattuga, Tarassaco, Girasole, Alcaucil o Carciofo, Cardi, Bardana, Camomilla, Piretro, Cespo, Crisantemo, Assenzio, Calendula, Margherite.
.
Caratteristiche
I suoi fiori sono costituiti da una moltitudine di fiori ciascuno con i suoi organi femminili e maschili. Piante protettive, in particolare calendula, crisantemo e pompadour. Respingono quasi tutti i parassiti e attirano gli insetti impollinatori. Respingono i nematodi proteggendo così le radici di altre piante.
.
Associazione
Si associano molto bene alle chenopodiaceae e alle cucurbitacee.
.
.

cucurbitacee

Zucca, zucca, Challote, Anguria, Melone, cetriolo, spugna vegetale (Lufa).
.
Caratteristiche
Sono grandi consumatori di calore, suolo, acqua e luce. Richiedono climi caldi, terreno acido e cure. I suoi fiori sono tubi conici sfaccettati a cinque punte, alcuni fiori hanno solo organi femminili, altri sono maschili.
.
Associazione
Si associano molto bene alle chenopodiaceae e alle composite.
.
.

ombrellate

Carota, sedano, Peregil, Cilantro, Hemlock, Biznaga, finocchio, pastinaca.
.
Caratteristiche
Il nome deriva dall’infiorescenza a forma di ombrello a fiore bianco. Hanno un basso consumo di acqua ed elettricità. Hanno bisogno di un clima freddo, terreno soffice e buono. Non è che siano consumatori di suolo, ma se la terra non è fertile non si sviluppano bene.
.
Associazione
Piante di pochi amici, eccetto la carota, vanno d’accordo con la maggior parte delle altre famiglie e con la propria, conviene solo coltivarla con la stessa specie e con le liliacee. Il più scontroso è il finocchio.
.
.

lecca

Basilico, Rosmarino, Timo, Menta, Melissa, Salvia, Lavanda.
.
Caratteristiche
Sono quasi tutti aromatici. I fiori sono colonne di bocche aperte con la lingua fuori. Il nome deriva da labbra per la forma delle labbra dei fiori. Sono resistenti e protettivi degli altri. Resistono al freddo (escluso il basilico) e al caldo, resistono a parassiti, malattie e siccità. Hanno bisogno di poche cure e pochissima irrigazione. Quando gli piace un posto diventano invadenti senza nuocere a chi lo è. L’unica cosa che li danneggia è l’eccessiva irrigazione e l’umidità.
.
Associazione
È la famiglia più socievole, tranne Romero, vanno d’accordo con tutti loro e tra di loro.
.
.

Chenopodiaceae

Bietola, Spinaci, Barbabietola, Barbabietola strisciante, Quinoa semplice, Amaranto (la quinoa degli altopiani è amaranto)
.
Caratteristiche
Sono buoni vicini e formano società incredibili con le piante più distanti. Prosperano in qualsiasi terra, sono bassi consumatori di tutto. Resistono alla salinità, alla siccità, alle erbacce e all’erba.
.
Associazione
Non hanno grandi nemici, quando vogliono associare a qualche pianta che non conoscono le affinità mettono gli spinaci o le bietole, è quasi certo che stia andando bene. Vanno molto d’accordo con le cucurbitacee e le composite.
.
.

Rosato

Rosa, Mela, Pesca, Lampone, Mora, Pera, Fragola, Ciliegia, Prugna, Nespola, Cinorrodo.
.
Caratteristiche
Sono grandi consumatori di suolo. Hanno bisogno di forte freddo e forte calore, molto compost, potature speciali e protezione. Hanno bisogno di molti nutrienti minori ma hanno radici poco profonde. Fatta eccezione per il susino, hanno bisogno di terre alcaline
.
Associazione
Sono compatibili con le piante da giardino. Necessitano della protezione di Asparagi e Ortica. Devono essere associati a piante che aumentano i nutrienti come il dente di leone, la consolida maggiore o il rafano.
.

.

Erbe

Mais, Frumento, Orzo, Avena, Segale, Riso, Miglio, Sorgo, Canna da Zucchero, Tacuara, Canna di Castiglia.
.
Caratteristiche
Danno spuntoni, attraversano con e attraverso il vento. Hanno semi volanti, la maggior parte sono invasivi, arrivano con il vento e poi formano colonie per seme o per rizoma, sono favoriti dall’irrigazione con liquami, si aiutano a vicenda.
.
Associazione
Non si associano bene ai legumi
.
.

Deja una respuesta

Tu dirección de correo electrónico no será publicada.