Suggerimenti

Come piantare le cipolle

Con il nome scientifico Allium cepa, la cipolla è un ortaggio molto apprezzato in tutto il mondo come ingrediente di cucina, poiché il suo bulbo ha un sapore intenso che la rende un ottimo condimento in un gran numero di piatti e salse. D’altra parte, è molto apprezzato anche nel mondo della medicina, poiché contiene grandi proprietà benefiche per la nostra salute. Se vuoi imparare a piantare le cipolle a casa, assicurati di leggere questo articolo di EcologíaVerde in cui spieghiamo anche quando è il momento migliore per piantarle.

Quando piantare le cipolle

Il periodo migliore per piantare le cipolle è il tardo autunno, idealmente con la luna in fase calante. Entro la fine dell’inverno e l’inizio della primavera, le tue cipolle dovrebbero essere piantine pronte per il trapianto all’esterno. Se vivi in ​​una zona con un clima particolarmente freddo, aspetta che passi il gelo prima di trapiantare la piantina.

In questo altro articolo puoi saperne di più su quando e come trapiantare una pianta.

Come piantare cipolle senza semi

Uno dei vantaggi della cipolla è che per piantarla non è necessario essere dei grandi professionisti. È uno dei compiti più semplici e poi spiegheremo come farlo. Se abbiamo intenzione di piantare cipolle senza semi, avremo bisogno dei seguenti materiali:

  • Un vaso lungo: almeno 15 centimetri di profondità.
  • Cipolle: indipendentemente dalla loro dimensione.
  • Terreno o substrato per vasi.

Una volta che abbiamo i materiali necessari, procediamo a piantare le cipolle. Per fare ciò, dobbiamo fare quanto segue:

  1. Metti del terriccio, o terriccio, nel vaso in questione.
  2. Tagliate la base della cipolla: deve essere un taglio di circa 2 o 3 centimetri al massimo.
  3. Pianta le talee che abbiamo ricavato all’interno del vaso e in posizione orizzontale.
  4. Coprire le cipolle piantate con 5 centimetri di terreno e annaffiarle.
  5. Metti la pentola in un punto che riceva 7-8 ore di sole.
  6. Dopo un mese i germogli di cipolla saranno cresciuti di circa 20 centimetri. A questo punto, dovrai rimuovere i germogli. Questi devono essere verdi nella parte superiore e biancastri nella parte più vicina alla radice.
  7. Ripianta i germogli delle cipolle: dovrai prima separare il terriccio aderente ed evitare di strappare le radici.
  8. Pianta i nuovi germogli: fallo mantenendo una distanza di 8 centimetri tra ogni nuovo germoglio.

Come piantare cipolle con semi

Una delle tecniche per piantare le cipolle è farlo attraverso un semenzaio o un germinatore, nel caso si decida di piantare le cipolle dai semi. A differenza di molte altre piante da bulbo e da radice, la cipolla ammette, e persino accoglie, il trapianto, quindi piantare in un semenzaio ci aiuterà a garantire un’abbondante germinazione.

Per piantare cipolle con semi in un semenzaio, preparando tu stesso il substrato, segui questi passaggi:

  1. Utilizzare il substrato del semenzaio: si consiglia di utilizzare torba mista a humus di lombrico, che si può arricchire anche con perlite e vermiculite. Qui ti diciamo come fare l’humus di lombrico.
  2. Mescolate i semi di cipolla con la fibra di cocco: cercate di non aggiungere troppi semi, dato che sono molto piccoli ed è molto probabile che germinino quasi tutti.
  3. Stendere la miscela di fibre e semi sul substrato preparato.
  4. Acqua per aggiungere umidità: assicurati che ci sia un drenaggio adeguato nel letto di semina, proprio come dovrebbe esserci nella pentola quando si piantano cipolle senza semi. In poco più di una settimana dovresti iniziare a vederli germogliare.

Se sei più curioso, ti consigliamo di leggere questo altro articolo su 15 piante a bulbo.

Prenditi cura di piantare cipolle

Come abbiamo accennato, la cipolla è una delle verdure più facili da coltivare. Tuttavia, elencheremo alcuni dei suggerimenti di base e ci occuperemo della coltivazione delle cipolle in modo che nulla possa interferire tra te e il tuo obiettivo di coltivare le cipolle.

terreno per la coltivazione di cipolle

La cosa più importante quando si tratta di coltivare cipolle è il terreno. Questa pianta è molto esigente in termini di nutrienti e, quindi, necessita di terreni molto ricchi di sostanza organica. Predilige terreni a tessitura sciolta, preferibilmente franco sabbioso. Può svilupparsi in terreni argillosi, anche se con difficoltà, e terreni molto sabbiosi daranno origine a bulbi poco formati, piccoli e dal sapore troppo intenso.

luce e posizione

In termini di luce, la cipolla apprezza e necessita di una grande quantità di luce solare, quindi si consiglia di piantarla in una zona con pieno sole, dove riceva quanta più luce possibile. Puoi dare un’occhiata a questo altro articolo di EcologíaVerde in cui viene spiegata l’importanza della luce solare per gli esseri viventi.

irrigazione per cipolle

Per quanto riguarda l’irrigazione, questa pianta richiede pochissima acqua, soprattutto dopo la formazione dei bulbi. Durante la loro crescita in semenzaio si possono annaffiare ogni volta che si nota il substrato asciutto, ma una volta formato il bulbo bisogna fare molta attenzione alle annaffiature eccessive. Se la pianta riceve troppa umidità, il bulbo marcirà, quindi cerca di annaffiare il meno possibile.

Pulizia e rifilatura del gambo

Infine, prestare particolare attenzione alla pulizia di piante o erbacce avventizie. Questi tendono ad avere una grande capacità di drenare i nutrienti dal terreno, che possono impoverire le cipolle. Inoltre, se le tue cipolle fioriscono, devi tagliare il gambo del fiore, altrimenti i bulbi potrebbero non svilupparsi correttamente.

Prendersi cura delle cipolle in vaso

Se hai intenzione di piantare le cipolle in una pentola, assicurati che il contenitore abbia fori di drenaggio e sia abbastanza profondo, oltre a posizionare la pentola in un’area con quanta più luce solare diretta possibile, come accennato in precedenza. Consigliamo questo post su Drenaggio in vaso in modo da avere maggiori informazioni sull’argomento.

Quando raccogliere le cipolle

Il primo e più importante segno a cui prestare attenzione quando puoi raccogliere le tue cipolle, lo troverai nelle foglie della pianta. Quando i vertici delle foglie iniziano a ingiallire, rompete i gambi o i colli della pianta, attorcigliandoli, e lasciateli sullo stesso terreno, senza prenderli.

In questo modo si avvia la fase di maturazione della cipolla stessa. Fatto ciò, usate una forchetta o altro attrezzo simile per, facendo molta attenzione a non danneggiare la buccia dei bulbi, sollevate un po’ le cipolle, ma senza scavarle. Quindi, iniziamo il processo di essiccazione del bulbo.

Alcuni giorni dopo aver rotto il collo alle piante e sollevato i bulbi, puoi dissotterrare le cipolle e lasciarle appassire al sole per circa 2 settimane. È fondamentale che i bulbi si asciughino completamente se si vogliono gustare delle buone cipolle, quindi dopo queste due settimane al sole, si consiglia di raccoglierle, legarle e lasciarle in un luogo fresco e asciutto per la conservazione e l’essiccazione finale.

Ora non ti resta che gustarli nelle tue salse e nei tuoi piatti preferiti!

Se desideri leggere altri articoli simili a Come piantare le cipolle, ti consigliamo di visitare la nostra categoria Suggerimenti.

Deja una respuesta

Tu dirección de correo electrónico no será publicada.