Suggerimenti

Cura della pianta Echeveria, Conchita o Echeverio

Il genere Echeveria comprende quasi 400 specie di succulente originarie della zona tra il Messico e il Brasile settentrionale. Deve il suo nome al botanico messicano Atanasio Echevarría (XVIII secolo).

Le principali specie sono Echeveria elegans, Echeveria runyonii, Echeveria pilosa, Echeveria glauca, Echeveria pulvinata, Echeveria lilacina, Echeveria gibbiflora, Echeveria agavoides, Echeveria pelucida, Echeveria setosa, Echeveria glauca.

Gli vengono dati i nomi volgari di Echeverio, Conchita, Alabaster Rose, Donkey Ears.

Le Echeverias sono piante grossolane con rosette di foglie carnose che non hanno fusto o sono molto corte. Le foglie possono essere coperte di peli e sono a forma di spatola o di cupola. I fiori appaiono all’estremità di uno stelo e possono avere colori diversi (arancione, rosso, giallo). Fioriscono verso la fine dell’estate.

Sono utilizzati in giardini rocciosi o in vasi e fioriere su terrazze e balconi.

Echeverias hanno bisogno di una posizione in pieno sole e con temperature elevate, anche se in inverno dovrebbero essere intorno ai 7-10 ºC. Non sono resistenti al gelo.

Il terreno dovrebbe essere composto da terra da giardino, sabbia grossolana e 15% di foglie morte. In caso di trapianti , questi saranno effettuati in primavera.

Annaffiare abbondantemente in primavera ed estate e ridurre al minimo questa annaffiatura dopo la fioritura in inverno.

Un concime minerale è sufficiente ogni quindici giorni in primavera e in estate.

In genere non sono affetti dalle malattie e dai parassiti comuni nei giardini.

Il modo migliore per moltiplicare le echeverie è tagliare foglie o steli.

Deja una respuesta

Tu dirección de correo electrónico no será publicada.