Suggerimenti

Cura della pianta Euphorbia inermis o Corona verde

Euphorbia (della famiglia Euforbiaceae ) è un genere botanico composto da circa 2 000 specie di succulente , piante erbacee e arbusti distribuiti nelle regioni tropicali delle Americhe, in Africa e in Madagascar. Alcune specie sono : Euforbia inermis, Euphorbia ingens, Euphorbia pulcherrima, Euphorbia resinifera, Euphorbia canariensis, Euphorbia candelabro, Euphorbia milii, Euphorbia trigona, Euphorbia bivonae, Euphorbia characias, Euphorbia balsamifera, Euphorbia echinus, Euphorbia lambii, Euphorbia rigida, Euphorbia handiensis, Euphorbia coerulescens, Euphorbia leucocephala

Riceve i nomi comuni di Green Crown e Jellyfish’s Head (dall’inglese “Green Crown” e “Jellyfish’s Head”, rispettivamente). Questa specie è originaria del Sudafrica.

Sono piante succulente simili a cactus con un fusto sotterraneo che raggiunge circa 20 cm di altezza. I loro rami , di colore verde e con tuberi senza spine, hanno una disposizione che ricorda la testa della mitica Medusa. Hanno foglie minuscole e rudimentali di 1mm. I fiori non hanno alcun interesse ornamentale. fiori in primavera e in estate.

L’uso più comune è nei vasi e nelle fioriere, meglio se profonde perché hanno una radice tuberosa. Sono utilizzati anche nei giardini rocciosi, nei cactus e nei giardini di succulente.

L’Euphorbia inermis può essere coltivata in pieno sole o in mezza ombra. In inverno non è consigliabile scendere sotto gli 8ºC.

Il drenaggio del terreno dovrebbe essere eccellente. Per questo, useremo una miscela di sabbia vulcanica con un po’ di torba bianca o un substrato di cactus commerciale con una manciata di sabbia grossolana. Di solito vengono trapiantati ogni due anni in primavera.

L’acqua attende regolarmente che il terreno sia quasi asciutto. Sono meno tolleranti alla siccità di altre euforbie simili a cactus. In inverno, limitare molto l’irrigazione.

Durante l’estate , concimare con un concime minerale di cactus ogni 3 settimane.

La potatura viene eseguita solo se un ramo secco o danneggiato deve essere rimosso.

Si tratta di piante resistenti ai parassiti ma sensibili alle malattie fungine a causa dell’eccesso di umidità.

Per ottenere nuove piante, si consiglia di moltiplicarsi a partire dai semi seminati in primavera, anche se si possono prendere delle talee (attenzione al lattice irritante) che devono essere lasciate ad asciugare per 3-4 giorni prima di depositarle.

Deja una respuesta

Tu dirección de correo electrónico no será publicada. Los campos obligatorios están marcados con *