Suggerimenti

Erba medica: proprietà, benefici, controindicazioni e come assumerla.

Erba medica , Medicago sativa , pianta erbacea perenne con piccoli fiori viola che crescono a grappoli. Il suo uso tradizionale è stato sia medicinale che alimentare. Per scopi medicinali vengono utilizzate tutte le parti di questa pianta: radici, fusto, foglie, fiori e semi.

È una delle piante commestibili più nutrienti e in cucina possiamo consumarla nei germogli di erba medica o germogli di erba medica , nei semi e anche nelle sue foglie.

Scopriremo qual è il valore nutritivo dell’erba medica, le proprietà, i benefici e gli usi medicinali dell’erba medica, come assumere l’erba medica e le controindicazioni dell’erba medica.

Qual è il valore nutritivo dell’erba medica?

L’erba medica appartiene alla famiglia botanica delle Fabaceae o dei legumi (come lenticchie , piselli o piselli , ceci …) ed è per questo che non sorprende che il suo valore nutritivo sia benefico per la nostra salute come quello di altri legumi. . Sebbene l’erba medica possa essere consumata anche come pianta medicinale, cioè in infusi.

Questa pianta è molto nutriente e il suo apporto in micronutrienti è notevole. Contiene vitamine del gruppo B, A, C ed E e minerali come calcio, rame, cromo, ferro, magnesio, selenio e zinco. Ha anche un alto contenuto di proteine ​​vegetali.

Inoltre, i principi attivi dell’erba medica sono molto interessanti, poiché ci fornisce flavonoidi, fitoestrogeni (isoflavoni e lignani), fitosteroli, saponine, tireotropina, cumarine ed enzimi digestivi.

E non solo il suo valore nutritivo è notevole. L’erba medica è una pianta molto apprezzata fin dall’antichità anche per i benefici della sua azione medicinale :

  • Antipiretico
  • Antinfiammatorio
  • Cardiotonico
  • Antibatterico
  • Emetico
  • Antipiretico
  • Immunostimolante
  • Antireumatico
  • Stomaco
  • Antidiabetico/Ipoglicemizzante
  • Antivirale
  • Diuretico
  • antiossidante
  • Antispasmodico
  • anticancro
  • Fungicida
  • Antiemorragico

Accedi alla sezione rimedi casalinghi .

Proprietà, benefici e usi medicinali dell’erba medica

Erba medica per l’anemia . Per il suo contenuto di vitamina C e ferro, l’erba medica può essere un alimento molto interessante da inserire nella dieta di chi vuole prevenire e/o combattere l’anemia sideropenica. Può essere consumato sia fresco che cotto nelle ricette e come infuso per sfruttarne le proprietà.

Erba medica per la cattiva digestione . Se tendi ad avere digestioni pesanti e lente, fare un infuso di erba medica dopo un pasto può aiutare a migliorare i processi digestivi, migliorare l’assorbimento dei nutrienti e combattere l’indigestione e l’infiammazione addominale.

Erba medica per l’artrite e l’artrosi . Nel caso di questi disturbi, l’erba medica viene solitamente applicata esternamente e localmente sull’area interessata che vogliamo trattare. I cerotti di erba medica possono ridurre l’infiammazione e migliorare la mobilità per l’artrite e l’osteoartrite.

Erba medica per la tiroide . La tireotropina (TSH) contenuta nell’erba medica è un analogo dell’ormone omonimo che stimola la tiroide. Verificare sempre con il proprio sistema endocrino/o sul consumo di erba medica se si soffre di ipo o ipertiroidismo o si sospetta di poterlo avere.

Erba medica per la pelle . L’erba medica può avere un effetto molto benefico sulla pelle principalmente grazie al suo contenuto di cumarina ed è stata utilizzata con successo in caso di dermatiti, psoriasi, eczema, acne e ferite.

Erba medica per stanchezza e affaticamento . Questa pianta è nostra alleata per riprenderci da stati in cui siamo particolarmente stanchi o affaticati fisicamente o ci stiamo riprendendo da un’operazione o da uno stato di convalescenza. È una pianta che ci dà vitalità.

Erba medica per il sistema immunitario . I germogli di erba medica sono particolarmente utili per stimolare il funzionamento del nostro sistema immunitario, migliorando la reazione ad agenti patogeni come virus e batteri. Ma in più , i germogli di erba medica contengono glucosinolati , composti con azione antitumorale.

Erba medica per la ritenzione di liquidi . Un altro effetto dell’erba medica sul corpo è che stimola l’eliminazione dei liquidi, cosa molto benefica per le persone che soffrono di edema e ritenzione di liquidi.

Erba medica per la febbre . Uno dei rimedi naturali per la febbre può essere l’erba medica. Si prepara come un infuso e si beve poco a poco quando si è raffreddato a temperatura ambiente. L’erba medica è usata per abbassare la febbre grazie alla sua azione antipiretica.

Erba medica e malattie cardiovascolari . I fitoestrogeni hanno un effetto protettivo contro le malattie cardiovascolari. Incorporare regolarmente l’erba medica può aiutare a prevenire questi tipi di malattie che sono così comuni oggi e sono tra le principali cause di mortalità.

Erba medica per la menopausa . I fitoestrogeni di questa pianta possono essere molto utili per alleviare i sintomi della menopausa perché aumentano i livelli di estrogeni (ormone femminile) nel corpo.

Erba medica per i crampi mestruali . Per i casi di dismenorrea o mestruazioni dolorose, l’erba medica può essere utilizzata qualche giorno prima e quindi ridurre il dolore durante il periodo.

Erba medica per il sistema urinario . Può essere un rimedio naturale per i casi di infezioni del tratto urinario come la cistite e può aiutare a prevenire o migliorare i casi di calcoli e sabbia nel rene.

Maggiori informazioni sulle proprietà delle piante medicinali .

Come prendere l’erba medica

Ci sono diversi modi in cui possiamo usare l’erba medica:

Germinare l’erba medica . Uno dei modi più comuni per mangiare l’erba medica è farla germogliare. Puoi vedere il processo di germinazione qui . I germogli si consumano sempre freschi, non cotti.

Le foglie di erba medica possono essere consumate nelle ricette di cucina come altre verdure a foglia verde, cioè saltate, in zuppe, passati, stufati, ecc. proprio come cucineresti, ad esempio, gli spinaci o le bietole.

Possiamo anche fare l’infuso di erba medica con le sue foglie: aggiungete un cucchiaino di foglie di erba medica tagliate e aggiungete 200 ml di acqua molto calda. Coprire e lasciare in infusione per 5 minuti. Quindi filtriamo e beviamo a poco a poco mentre si raffredda.

Controindicazioni dell’erba medica

I germogli o germogli di erba medica sono controindicati durante la gravidanza e l’allattamento, proprio come germogli e germogli di qualsiasi altra pianta.

I semi di erba medica contengono alcaloidi e dovrebbero essere presi sotto la supervisione di uno specialista.

L’erba medica è incompatibile con i farmaci con azione anticoagulante.

Non dovrebbe essere consumato in caso di disturbi autoimmuni.

Non è raccomandato nelle persone con gotta o acido urico alto a causa del suo contenuto di purine.

Come qualsiasi altra pianta medicinale, non dovrebbe essere consumata per più di due settimane consecutive.

Queste sono informazioni di carattere generale, se vuoi utilizzare l’erba medica per scopi medicinali, affidati ad un professionista che possa indicarti alcune linee guida in base alle tue particolari esigenze .

Deja una respuesta

Tu dirección de correo electrónico no será publicada.