Suggerimenti

Coltivare l’anice: un primer sulla piantagione e la cura

Cercate una pianta con un gusto audace e vivace per rendere più piccante la vostra cucina, ma che non richieda molto lavoro in giardino? Potresti prendere in considerazione la coltivazione dell’anice.

Proveniente da una famiglia italiana, l’anice è un’erba essenziale in casa mia. Lo usiamo per condire le pizze per ogni festa e celebrazione. Se non avete mai usato l’anice in cucina, il gusto mi ricorda la liquirizia, ma con più complessità.

Questa bella pianta è originaria dell’Europa meridionale e del Mediterraneo. Produce foglie di pizzo e fiori bianchi su un’erba arbustiva. I fiori sembrano pizzi della regina Anna, e i semi sono la parte più utile della pianta, come il cumino e i semi di carota. Si possono anche mangiare le foglie e le radici, che hanno un gusto più delicato di liquirizia. La parte migliore? La crescita dell’anice è sorprendentemente facile.

>


Anice stellato, finocchio e anice

L’anice è talvolta confuso con il finocchio e l’anice stellato. Chiariamo la differenza tra le tre piante.

Anche se il loro gusto è simile, l’anice stellato e l’anice verde sono due piante diverse. Spesso sono confusi dai loro nomi.

L’anice stellato proviene dalla famiglia Schisandraceae . Gli alberi sempreverdi possono crescere fino a 65 piedi di altezza e produrre il familiare frutto a forma di stella che ha un sapore più intenso di pepe e liquirizia rispetto all’anice.

L’anice e il finocchio sono a volte confusi perché i semi di anice assomigliano un po’ ai semi di finocchio. Entrambi hanno un gusto simile alla liquirizia, anche se il finocchio è più forte.

Il finocchio proviene dalla stessa famiglia della carota ( Foeniculum) ed è generalmente coltivato per la sua base bulbosa, sebbene anche le fronde siano deliziose. Le foglie e i fiori assomigliano un po’ all’anice.

L’anice ( Pimpinella anisum ), invece, è una pianta erbacea che può crescere fino a due metri di altezza. Produce molti semi deliziosi che possono essere utilizzati per aromatizzare zuppe, torte, dolci, ecc.


Come coltivare l’anice


Aree di coltivazione

L’anice cresce bene nelle zone di resistenza delle piante USDA 4-9.


Quando piantare

L’anice richiede una lunga stagione di crescita di almeno 120 giorni. Iniziate a piantare da 6 a 8 settimane indoor prima della data media di fine gelo per la vostra zona se avete una breve stagione di crescita.


Requisiti di sole e terra

L’anice è una pianta con un clima caldo, originaria dell’Europa meridionale, e quindi ha bisogno di molto sole. Pianta in pieno sole.

L’anice preferisce terreni argillosi ricchi di sostanza organica con un pH compreso tra 6,0 e 6,7. Se il terreno è troppo acido, può aggiungere un po’ di calce. Il terreno deve essere ben drenato, quindi aggiungete del fertilizzante se il vostro contiene molta argilla.


Preparare il luogo

Aggiungete materia organica al vostro terreno se avete un terreno che manca di sostanze nutritive. Prendetevi il tempo di rompere le zolle, creando il terreno leggero preferito dalle piante di anice.

L’anice è una pianta aromatica che può attirare le api e altri impollinatori nel vostro giardino, quindi cercate di non tagliarla da soli. L’anice gioverà a tutto il vostro giardino perché attira tutti i tipi di insetti benefici.


Da

Le piante di anice sono delicate, per questo alcune persone hanno difficoltà a trapiantarle in giardino. A causa della loro sensibilità al trapianto, è meglio iniziare i semi in vasi biodegradabili. Questo permette di disturbare il meno possibile le piante e le radici.

I semi devono essere in un ambiente caldo, tra il 60 e il 72 ℉, per germogliare.


Semina diretta

Un’altra opzione è quella di dirigere i semi di anice verso l’esterno subito dopo che la minaccia del gelo è passata. Non dovete aspettare ancora molto, perché i semi di anice hanno bisogno di 120 giorni per maturare. Se vivete in un clima più freddo, iniziate a seminarli al chiuso per sfruttare al meglio la stagione della crescita.

Piantare mezzo centimetro di profondità nel terreno. La germinazione dura circa 7-14 giorni, quindi non stupitevi se le piantine non appaiono immediatamente. Le temperature più calde accelereranno la germinazione. Una volta che le piantine hanno 6 settimane di vita, è possibile diradarle ad una distanza di 6-12 cm. Questo migliora l’accesso alla luce del sole e alla circolazione dell’aria.


Spaziatura

Per i giardinieri, mettere 12 semi per piede quadrato. Per i giardinieri in fila, mettere le piante a 6 pollici di distanza con 2 piedi tra le file.


Anice crescente in contenitore

Se vi manca lo spazio all’aperto, provate a coltivare l’anice in contenitori. Scegliete un vaso con fori di drenaggio profondi almeno 8 cm e riempitelo con terra sterile a 34 cm dalla cima. Cospargere i semi e ricoprirli con un sottile strato di terra. Spruzzare delicatamente il terreno con acqua per non disturbare i semi.


Cura dell’anice


Irrigazione

Innaffiate regolarmente l’anice fino a quando le piante non si saranno ben stabilite nelle aiuole del vostro giardino. Pianificate di annaffiare le piante di anice due o tre volte alla settimana fino a quando non saranno alte almeno 6-8 cm. Si può quindi ridurre l’irrigazione.

Una volta stabilite, le piante di anice possono tollerare periodi di siccità, il che è logico dato che provengono da regioni note per il loro clima più secco.


Fecondazione

La coltura dell’anice non richiede molta concimazione, ma beneficia dell’applicazione di un fertilizzante azotato prima della fioritura in giugno o luglio. È anche possibile vestire le piante con un fertilizzante invecchiato a metà stagione per favorirne la crescita.

Assicuratevi di testare il vostro terreno prima di decidere di concimarlo. Se il terreno è povero, aggiungere il fertilizzante. Altrimenti, il fertilizzante non è necessario per la coltivazione dell’anice.


Tappezzeria

Come molte piante, l’anice non ama competere con le erbacce. Per controllare la concorrenza, usate un pacciame intorno alla base della vostra pianta di anice. La paglia o i trucioli di legno sono una buona scelta. Fare attenzione a non mettere troppa pacciamatura intorno al fusto della pianta, perché questo può causare il marciume. Se alcune erbacce riescono a passare attraverso il pacciame, devono essere estirpate a mano.


Malattie comuni e parassiti dell’anice

L’anice non soffre di troppe malattie o parassiti, ma qui ci sono alcuni problemi che può incontrare.


Alternaria Burn

Se trovate piccole macchie rotonde, gialle o marroni sulle foglie, potreste trattare questa malattia fungina. Il fuoco batterico è diffuso dal seme e dall’umidità causata dalla scarsa circolazione dell’aria.

Per aiutare a prevenire la peronospora Alternaria, trattare i semi con acqua calda prima di piantare. Tenere l’anice ben annaffiato. Dovrete rimuovere e distruggere la pianta se mostra segni della malattia. I funghi possono vivere nel terreno e infettare altre piante, quindi assicuratevi di rimuovere tutti i detriti dal giardino.


Muffa

La peronospora tardiva produce macchie gialle sulla superficie superiore delle foglie e una crescita bianca e lanuginosa sul lato inferiore. È un fungo fastidioso che colpisce le foglie giovani e tenere ed è causato dall’innaffiatura prolungata delle foglie. Per controllare la peronospora tardiva, fare attenzione a non sovraffollare le piante per consentire la circolazione dell’aria. Assicuratevi anche di annaffiare al mattino e alla base delle piante.


Oidio

L’oidio sembra essere, come suggerisce il nome, una crescita polverosa sulle foglie. Gravi infezioni possono portare alla distorsione dei fiori. Si tratta di un fungo che può diffondersi per lunghe distanze nell’aria in modo da poterlo catturare dai vicini. Questa malattia preferisce l’umidità elevata e le temperature moderate, e le infezioni tendono ad essere più gravi nelle zone d’ombra.

Per eliminare l’oidio, evitare l’eccessiva fertilizzazione e utilizzare applicazioni fungicide protettive. Le applicazioni di zolfo possono aiutare a controllare le infezioni all’inizio della stagione.


Afidi

Gli afidi sono piccoli insetti dal corpo morbido che si aggrappano alla parte inferiore delle foglie e degli steli delle piante. Di solito sono verdi o gialli, e una pesante infestazione può portare all’ingiallimento o alla distorsione delle foglie. Gli afidi rilasciano melata sulla pianta che favorisce la crescita di muffe. Anche se gli insetti non vi danno fastidio, cercate di tenere sotto controllo le infestazioni.

Per eliminare gli afidi, spruzzare le piante con un forte getto d’acqua per rimuovere le foglie. Gli insetticidi sono necessari solo se l’infestazione è molto pesante. Le piante possono tollerare infestazioni da basse a medie senza soffrire. È possibile utilizzare saponi o oli insetticidi, come l’olio di neem o di colza, per controllare la popolazione se diventa troppo alta.


Lombrico

I vermi militari tendono a raggrupparsi e a causare fori di forma irregolare nel fogliame. I grappoli di uova si trovano su foglie contenenti fino a 150 uova. Può essere difficile controllare i vermi, poiché ogni anno possono essere necessarie da 3 a 5 generazioni.

I metodi organici includono il controllo biologico dei vermi militari incoraggiando i nemici naturali. È possibile applicare un pesticida biologico come Bacillus thuringiensis. È inoltre possibile utilizzare trappole a feromoni per catturare le falene mentre atterrano.


A grigio

I vermi taglienti possono causare il taglio degli steli delle piante giovani o delle piantine ai margini del terreno. Sulla superficie delle piante possono apparire fori irregolari.

Per eliminare i tarli, rimuovere tutti i residui vegetali dal terreno dopo il raccolto o due settimane prima della semina. Raccogliere le larve a mano al calar della notte e spargere la terra diatomacea intorno alla base delle piante. È possibile applicare insetticidi anche nelle zone infestate del giardino o utilizzare collari di cartone per piante per il fai da te.


Impianti di accompagnamento per anice

L’anice cresce bene con molte piante, ma tra queste troverete alcune piante secondarie per i semi di anice:

  • Coriandolo
  • Cavolo
  • Uva
  • Fagioli

Evitare di piantare anice con :

  • Carote
  • Basilico
  • Via
  • Ravanello


Raccolta e conservazione dell’anice


Raccolta del seme

Le piante di anice vengono solitamente raccolte tra agosto e settembre, quando i fiori vanno a seminare. Sarete sorpresi di quanto sia facile raccogliere i semi di anice.

Tagliare l’ombrello di fiori, chiamato ombrello, mentre è ancora verde. Se non si usano le foglie, si può anche estrarre l’intera pianta dal terreno. Legare l’anice o le ombrelle a grappolo e metterle ad asciugare in un luogo ben ventilato ed esposto alla luce indiretta del sole. Assicuratevi che la zona sia calda. Questo asciugherà l’erba e i semi.

Una volta asciutto, si può strofinare l’ombelico tra le palme per aiutare a separare i semi dallo zoccolo. Un’altra opzione è quella di legare dei sacchetti di carta intorno ai fiori di anice, catturando i semi mentre cadono e si asciugano.

Dopo la raccolta, conservare i semi in un luogo fresco e buio in un contenitore ermetico.

L’olio di anice può essere estratto anche per distillazione a vapore.


Raccolta di foglie e radici

Si possono anche mangiare foglie di anice. Hanno un sapore simile ai semi, ma sono più dolci. Provateli tagliati in insalata o come guarnizione su dolci o carni come la salsiccia. Tagliarli dalla pianta secondo le necessità.

Si possono anche mangiare le radici. Scavare intorno alla pianta e rimuovere delicatamente le radici dal terreno. Tenerli avvolti in un panno di lino nel frigorifero.


Usi medicinali

È possibile utilizzare semi di anice interi o macinati in ricette o per scopi medici. È spesso usato come erba medicinale per trattare il mal di stomaco o altri problemi digestivi.

A mio modesto parere, l’anice merita un posto più importante nel mondo della cucina. Provatelo sui biscotti, spolverato sul pollo o in un cocktail. Raccontaci le tue ricette preferite nella sezione commenti.

Deja una respuesta

Tu dirección de correo electrónico no será publicada.