Suggerimenti

Guida completa su come piantare la vaniglia: [Fasi + Immagini]

Sapete qual è il mio gelato preferito? Immagino tu abbia indovinato: quello alla vaniglia. 

Non solo, adoro qualsiasi dolce aromatizzato ( piante aromatiche ) alla vaniglia .

La vaniglia è una varietà di orchidea , originaria del Nord America, in particolare del Messico. Per il suo alto consumo, è una delle colture più ambite sul mercato internazionale.

Non c’è niente di meglio che piantare la propria vaniglia in giardino e poterla utilizzare in seguito per fare gelati , dolci, infusi o quello che si vuole.

Il migliore?  È molto semplice! 

Hai il coraggio?

Punti importanti durante la semina della vaniglia:
  • Quando?  in primavera , preferibilmente da aprile a giugno.
  • Dove? In una zona dal clima tropicale e caldo. Temperature tra 20-30 . Esposizione relativa alla luce solare.
  • Tempo di raccolta? 8-9 mesi dopo l’impollinazione.
  • Come prepariamo il terreno? Predilige terreni sciolti, con ottimo drenaggio e ricchi di humus. Quindi vogliamo spostare la motozappa e fertilizzare la terra.
  • Come innaffiamo? Irrigazione a goccia ideale. Non supporta affatto il ristagno. Resiste meglio alla siccità. In estate annaffiare 2-3 volte a settimana. In inverno non è necessario.
  • Come seminiamo? Qui passo dopo passo.
  • Piaghe e malattie? Insetto rosso, antracnosi, Fusarium Oxysporum e verme peloso.

Di cosa abbiamo bisogno per coltivare la vaniglia?

Quando dovrebbe essere seminato?

Il periodo più consigliato è  in primavera, preferibilmente da aprile a giugno. 

Se seminate per talea , queste possono essere messe a dimora praticamente tutto l’anno.

Tuttavia, se vengono messe a dimora durante i periodi più freddi dell’anno , lo sviluppo vegetativo è in genere più lento. Allo stesso modo, se la piantumazione viene effettuata durante l’estate , nelle stagioni piovose, l’umidità in eccesso può causare funghi e altre malattie .

Dove?

La vaniglia prospera su a  Clima tropicale caldo e umido. 

Le temperature ottimali sono comprese tra 20 e 30 °C , senza grandi variazioni tra il giorno e la notte.

Durante la maturazione dei frutti può essere utile un leggero abbassamento della temperatura ambiente.

Una forte illuminazione riduce la crescita, quindi si consiglia il 50% di esposizione al sole e un altro 50% di ombra . Nelle regioni più aride o con sole molto intenso si consiglia un’esposizione all’ombra compresa tra il 50 e il 70%.

Preferiscono la luce diretta al mattino , poiché la luce solare pomeridiana è più intensa e può bruciare la pianta.

Ogni quanto va annaffiato?

 La vaniglia è più tollerante alla mancanza d’acqua rispetto al pozzanghera.  L’irrigazione eccessiva può ucciderlo.

Ricorda che le radici della vaniglia sono di crescita superficiale; quindi, è meglio annaffiare più volte con poca acqua , piuttosto che innaffiare molta acqua una volta sola.

Nella stagione secca si annaffia una o due volte alla settimana , mentre nella stagione delle piogge non è necessario annaffiare.

Le precipitazioni devono essere abbondanti e ben distribuite, anche se una diminuzione di queste è conveniente all’inizio della fioritura e della maturazione dei frutti. Questa diminuzione non dovrebbe portare alla siccità, poiché di solito è fatale per la pianta.

L’umidità relativa deve essere inferiore all’80%.

Come prepariamo il terreno?

La vaniglia predilige terreni sciolti , con ottimo drenaggio e ricchi di humus .

La vaniglia di solito cresce in terreni con alto contenuto di calcio e potassio.

 Il pH deve essere compreso tra 6.0 e 7.0. 

Quali sono le associazioni più favorevoli alla coltivazione della vaniglia?

Preferibilmente, dovresti evitare di piantare la vaniglia in campi dove sono già stati piantati in precedenza , poiché c’è sicuramente un inoculo del fungo Fusarium oxysporum ed è molto rischioso stabilire una vaniglia.

Come seminare la vaniglia passo dopo passo

Pulisci il terreno

Rimuovi le erbacce, i residui del vecchio raccolto e tutti i tipi di residui per assicurarti che la tua pianta di vaniglia possa svilupparsi correttamente.

Inumidisci il terreno una settimana prima della semina

In questo modo riduci il rischio di espellere i semi dalla forza dell’acqua.

Fertilizzare il terreno

Spargi della materia organica sul terreno per migliorare la qualità generale prima di iniziare a seminare i semi .

Le orchidee richiedono un alto contenuto di potassio e calcio, poiché questi sono nutrienti che non possono prendere dal substrato dove vengono coltivate e richiedono che noi gliele forniamo.

Puoi concimare con gusci d’uovo schiacciati, acqua di cottura per patate o riso e tè alle foglie di quercia.

Ottieni talee di vaniglia vanilla

La vaniglia è meglio coltivata da talee . Questi devono essere 80 a 120 cm di lunghezza e un cm di diametro. 

Assicurati che le tue talee di vaniglia non abbiano le ultime tre foglie basali. In caso contrario, sarà necessario rimuoverli. Questo è attorcigliato e spezzando il picciolo dello stesso, ma senza tirare, per evitare lesioni allo stelo, poiché possono essere un punto di ingresso per i patogeni.

Per prevenire il marciume delle talee , causato principalmente dal Fusarium oxysporum, si consiglia di disinfettarle prima di metterle a dimora nel sito definitivo, immergendole in un contenitore con poltiglia bordolese per 5 minuti.

Quindi, posizionare le talee in un luogo ombreggiato e ben ventilato , per un paio di settimane, in modo che si disidratino un po’ e guariscano le ferite che potrebbero essere state causate durante l’ottenimento delle talee.

Metti le talee nel terreno

Puoi piantare la vaniglia in giardino direttamente o in vaso, se preferisci.

 Interrarli ad una profondità compresa tra 5 e 10 cm , in base alle dimensioni del taglio.

Coprire la base con uno strato di compost o lettiera da 3 a 5 cm . Se preferisci, puoi utilizzare un paletto per facilitare la crescita verticale della pianta.

Le prime radici dovrebbero apparire durante la prima settimana e i primi germogli vegetativi circa 30 giorni dopo la semina.

Innaffia frequentemente

Assicurati che il terreno sia sempre umido , ma senza pozzanghere. L’acqua è il fattore che più influenza la crescita della pianta di vaniglia. 

Concimare la terra

I residui di materiali vegetali e animali decomposti sono la migliore fonte di nutrienti per la pianta di vaniglia.

Inoltre, il compost può essere utilizzato durante la primavera , poiché si decompone più rapidamente e risente meno delle piogge.

Raccogliendo la vaniglia

La vaniglia  si raccoglie in autunno , quando l’apice o la punta del frutto vira dal verde al giallo; questo in genere avviene da otto a nove mesi dopo l’impollinazione. 

Vengono posti in cataste , sotto ripari protetti dalla pioggia e subiscono così una parziale fermentazione. Dopodiché vengono esposte al sole fino a quando non acquisiscono un colore bruno-brunastro.

La durata totale del processo postraccolta è di circa sei mesi.

Parassiti e malattie della vaniglia

Alcuni dei parassiti e delle malattie più comuni che colpiscono la vaniglia sono:

Insetto rosso

L’insetto rosso viene controllato , quando ci sono poche popolazioni , rimuovendo gli individui manualmente e schiacciandoli . Questo dovrebbe essere fatto, preferibilmente, durante la mattinata, quando le cimici dei letti sono tranquille.

Per il controllo di popolazioni più dense , si può applicare una miscela di 3 cipolle e 3 teste d’aglio, macinate e mescolate con una saponetta neutra . Tutto questo, diluito in 40 litri di acqua . La miscela deve riposare per 48 ore prima dell’uso. Si applica spruzzando sulle foglie.

Si può usare anche l’ olio di Neem , che è molto efficace.

verme peloso

Per il suo controllo, può essere utilizzata la stessa miscela che usiamo per controllare l’insetto rosso.

Fusarium Oxysporum

Per prevenire la malattia si consiglia di utilizzare terreni ben drenati , piantare talee sane e vigorose , proteggere le radici, evitare l’eccessiva impollinazione e regolare l’ombra.

Si può prevenire anche applicando la poltiglia bordolese una o due volte al mese, ma in assenza di un’intensa esposizione al sole per evitare problemi di scottature.

antracnosi

Per prevenirlo, si consiglia di installare un sistema di irrigazione a goccia e applicare l’ equiseto. Oltre a favorire una buona ventilazione delle piante.

Deja una respuesta

Tu dirección de correo electrónico no será publicada.