Suggerimenti

I 4 tipi e varietà di meloni più famosi e deliziosi

Il melone è il frutto della melonera, una pianta della famiglia delle cucurbitacee i cui prodotti sono dolci, grandi e dalla buccia dura.

Per svilupparlo necessita di climi tropicali secchi, suoli ricchi di materiale organico, per questo in Europa vengono importati da Israele, Marocco e America Latina, anche se esistono alcune varietà prodotte in Francia e Spagna.

Sono ricchi di vitamine A, B1, B2, B3, B6 e C; contengono ferro, potassio, calcio e magnesio. Le piante di meloni sono innumerevoli varietà, di cui la più prodotta al mondo è il Cantalupo del Nord America. Alcune delle specie sono le seguenti:

melone giallo

È un melone di origine spagnola che in alcune regioni è chiamato pallina d’oro e in altre canarino, caratterizzato dall’essere ovale, tondo o liscio, a seconda della zona in cui vengono prodotti e della diversità del prodotto, perché ci sono giallo liscio e giallo ruvido, tra gli altri.

Questa varietà di melone giallo ha un peso che varia tra 1,5 kg e 2 kg, la cui forma è ovale, la sua buccia è liscia e morbida, la polpa è cremosa, bianca, croccante, più zuccherina dei meloni verdi, e molto profumata. .

Il melone palla giallo dorato ha polpa bianco-arancio, morbida e succosa, molto dolce. Ma, nonostante siano molto popolari, il loro mercato in Spagna è in calo negli ultimi tempi ed è piuttosto nel Regno Unito che sono molto ricercati, poiché vengono identificati con la squisita etichetta di “rugiada di miele”.

Tra i tipi di melone giallo, il più esportabile è il giallo tondo liscio da un chilogrammo di peso.

Melone Galia

Questo melone, di origine israeliana, è uno dei più apprezzati al mondo per i suoi vantaggi commerciali e agronomici, e per il suo ottimo sapore, molto apprezzato dai consumatori.

E’ tonda, piccola, 1 kg, con una buccia verde variabile al giallo, polpa bianca, un frutto delizioso che ha il pregio di non avere un’abbondanza di calorie, che lo rende ideale per una dieta sana ed evitando il sovrappeso, che è nutriente.

Oltre che in Israele, è coltivato in Spagna, Stati Uniti, Brasile, Costa Rica e Panama, per la sua versatilità nella realizzazione di incroci e la facilità di coltivazione.

Pelle di rospo

Questa varietà di melone ha l’onore di essere la più coltivata nel territorio spagnolo. Lo troviamo sulla costa mediterranea e in Castilla La Mancha.

Non è un eufemismo che si chiami così perché la sua pelle ricorda quella di un rospo, ruvida, verde, con macchie scure.

È un frutto ovoidale, anche se ne esistono anche di rotondi, i suoi ibridi tendono ad essere più piccoli con il passare del tempo, pesando meno di 2 kg.

Ha polpa giallastra, compatta, dal sapore dolce, croccante, rinfrescante, con molta acqua e un ottimo profumo. È un melone estivo , con l’inizio della stagione a Badajoz, Almería e Campo de Cartagena, e l’ultimo in Castilla La Mancha e Madrid.

Tendral

Melone a ciclo tardivo di Elche, buccia verde ruvida e dura e polpa compatta, bianca, dolce e di ottimo sapore, che ama la primavera che è il periodo migliore per seminarlo.

È una pianta dal clima caldo e dall’ambiente soleggiato, con frutti ovali del peso di 2 kg; Sebbene sia di alta qualità, oggi non è molto coltivato.

Una delle sue varietà è il viticcio tardivo nero, che è verde scuro, con polpa verde chiaro, molto dolce, di grande qualità. È noto come tendral tardo valenciano. 

Ci sono molte altre varietà di melone, che sono più squisite, come charentais e cantaloup charentais (francese), cantalupo, casaba e sharlyn (americano), branco (portoghese), Rochet (spagnolo).

Deja una respuesta

Tu dirección de correo electrónico no será publicada. Los campos obligatorios están marcados con *