Suggerimenti

Come piantare patate dolci

La patata dolce, detta anche patata dolce, patata dolce o patata dolce, e con il nome scientifico Ipomoea batatas, è un tubero che appartiene alla famiglia delle Convulvulaceae, molto apprezzata nella sua coltivazione in tutto il mondo per la sua radice tuberosa o falso tubero, commestibile e parte molto importante della dieta di un gran numero di paesi e culture. È una pianta che ha la sua origine in America, e che oggi conta un enorme numero di varietà, che si distinguono per i diversi colori della loro carne e per avere diverse sfumature nelle loro consistenze e sapori. È coltivato da più di 8.000 anni, essendo un alimento di grande pregio per il suo alto contenuto di carboidrati, come nel caso della patata, anche se la patata dolce è meno calorica di questa quando viene arrostita o cotta.

Se vuoi saperne di più sulla coltivazione delle patate dolci, unisciti a noi in questo articolo di EcologíaVerde in cui spieghiamo come piantare patate dolci e maggiori dettagli.

Quando si piantano le patate dolci?

Quando si seminano patate dolci, è importante tenere presente che questa pianta non sopporta bene le basse temperature: ha bisogno di almeno 26ºC per crescere correttamente, motivo per cui viene seminata solitamente in primavera nei climi mediterranei o temperati. In questo modo la patata dolce crescerà durante i mesi caldi, essendo pronta per la raccolta tra l’estate e l’autunno, prima che il freddo le danneggi.

Pertanto, nell’emisfero nord è consuetudine piantare patate dolci da aprile a luglio, mentre nell’emisfero sud si fa da ottobre a gennaio. Nei paesi a clima tropicale, invece, si farà quando inizierà la stagione secca.

Se ti piacciono le patate dolci e altri alimenti simili, come patate o manioca, scopri di più sui Tuberi: cosa sono ed esempi leggendo questo altro post.

Come piantare patate dolci in vaso

La patata dolce si può mettere a dimora senza problemi in vaso, purché sia ​​un contenitore profondo circa 50 cm e largo 60 cm se vogliamo che dia una buona quantità di radici commestibili. Se vuoi solo decorare la tua patata dolce in vaso, saranno sufficienti contenitori molto più piccoli. Sebbene possa essere piantato da seme, il più comune è utilizzare un tubero, che è molto più pratico e, soprattutto, più veloce. Per ottenere una buona quantità di piantine di patate dolci o talee che servono a moltiplicarla facilmente, è sufficiente anticipare tra le 3 e le 5 settimane alla data di impianto abituale. Con tutto questo in mente, segui questi passaggi per le piante di patate dolci in vaso:

  1. Iniziate tagliando a metà ogni patata dolce e con l’aiuto di quattro stuzzicadenti che dovete attaccarci attorno, lasciatele in un bicchiere, tenendo sommerso solo metà del tubero. L’area tagliata dovrebbe essere rivolta verso il basso, dove appariranno le radici.
  2. Trascorso questo tempo, lasciate il bicchiere o il contenitore con la patata dolce in una zona tiepida con almeno 4 o 5 ore di luce al giorno, reintegrando l’acqua che evapora e cambiandola ogni 48 ore.
  3. Una volta che i germogli che emergono sono compresi tra 10 e 15 cm, vengono tirati delicatamente per staccarli dal tubero, e vengono portati in un nuovo contenitore con acqua in modo che possano attecchire.
  4. Dopo circa una settimana, i germogli avranno messo radici, quindi le patate dolci possono essere trapiantate in una pentola o nella loro posizione finale senza problemi.

Cura delle piante di patate dolci

Ora che hai piantato le patate dolci e pronte a crescere, segui le cure di base di cui hanno bisogno:

  • La cosa più importante con la pianta della patata dolce è fornirle una quantità sufficiente di luce. La pianta dovrebbe crescere in pieno sole, anche in zone dove è intenso.
  • In compenso necessita di annaffiature frequenti, soprattutto in climi e mesi particolarmente caldi. È meglio annaffiare la pianta ogni 48 ore circa in estate e ogni 72 ore il resto del tempo.
  • Per quanto riguarda il terreno, la patata dolce non è molto esigente in termini di nutrienti, anche se necessita di terreni sciolti e ben drenati. Se vuoi che la tua pianta di patata dolce dia una produzione ricca, però, devi dare un buon apporto di fertilizzanti al terreno, essendo particolarmente indicati quelli di tipo organico ed ecologico, come l’ humus di lombrico, il compost o il guano. Basterà utilizzare una miscela di terriccio con torba, fibra di cocco e humus di lombrico in parti uguali insieme ad una buona manciata di vermiculite e perlite, e aggiungere più materia organica nei mesi caldi come fertilizzante.
  • Alla fine dell’inverno e all’inizio della primavera si può preparare la talea della pianta con il metodo sopra descritto. La raccolta avviene quando le foglie della parte aerea ingialliscono e si seccano.

Quante patate dolci fa una pianta

La produzione di ogni pianta dipende in gran parte dalle sue condizioni specifiche, essendo molto più estesa, come è normale, in terra che in vaso.

A seconda della ricchezza del suolo e del sole, con circa 40 piante si stima che possa mantenere la produzione per sostenere il consumo di una famiglia di 4 persone durante tutto l’anno e poter ripiantare la stagione successiva.

Ora che hai imparato a piantare e coltivare patate dolci, potresti essere interessato a conoscere un altro alimento tipico dello stesso periodo dell’anno: le zucche. Qui vi diciamo quando e come piantare le zucche.

Se desideri leggere altri articoli simili a Come piantare patate dolci, ti consigliamo di visitare la nostra categoria Suggerimenti.

Deja una respuesta

Tu dirección de correo electrónico no será publicada.