Suggerimenti

Kiri: [Coltivazione, Irrigazione, Cura, Parassiti e Malattie]

L’albero del kiri è uno dei più imponenti che possiamo trovare perché raggiunge i 20 metri di altezza. Si distingue anche per generare una fioritura che occupa la gamma di colori tra il rosa e il viola.

È un albero a foglie caduche, originario dei paesi asiatici e si è adattato molto bene alla semina in Europa.

Averlo in un posto vicino potrebbe essere un vero piacere ed è per questo che oggi condividiamo tutto quello che c’è da sapere per godertelo. Vai avanti.

Punti importanti quando si semina un kiri
  • Quando? In primavera o in estate .
  • Dove? Al di fuori , la piena luce del sole, in uno spazio aperto.
  • Come prepariamo il terreno? Garantire che il terreno sia sciolto e migliore se ha un certo livello di sostanze nutritive.
  • Come dovremmo annaffiare? Moderatamente a seconda dello stadio di crescita dell’albero .
  • Ogni quanto bisogna annaffiare? 3 volte a settimana tenendo conto del livello di secchezza del terreno.
  • Di che cure hai bisogno? Potatura per buona struttura, protezione invernale per il primo anno.
  • Quali parassiti e malattie ha? Coleotteri, afidi , cavallette.

Quando seminare un kiri?

In primavera o in estateSe si semina in primavera è necessario assicurarsi che sia passato il rischio di gelate tardive , poiché può stordire se sottoposto a molto freddo.

Dove piantare un kiri?

Il kiri è un albero molto imponente che ha bisogno di spazio sufficiente per sviluppare tutta la sua struttura. Logicamente è necessario stabilirlo all’aperto, in pieno sole .

Bisogna fare attenzione che il terreno offra spazio sufficiente affinché le radici raggiungano una buona profondità e che sia lontano da altre specie. Anche l’altezza deve essere presa in considerazione, poiché con 20 metri può scontrarsi con edifici.

Come preparare il terreno?

Kiri è molto facile da stabilire su qualsiasi tipo di terreno perché si adatta bene. L’unica cosa di cui dobbiamo tenere conto è che il terreno è sciolto per facilitare il libero movimento delle radici.

Ideale che abbia un certo contenuto di materia organica, ma se è povero, seminare il kiri aiuterà a migliorare molto le sue caratteristiche.

Come innaffiamo il kiri?

L’irrigazione dovrebbe essere moderata per aiutare a mantenere il terreno umido ma non impregnato d’acqua . A seconda dello stadio dell’albero, devi misurare la quantità di acqua che viene aggiunta.

Quanto spesso innaffiamo il kiri?

Le annaffiature possono essere stabilite 3 volte a settimana a seconda dello stato di secchezza che vediamo nel terreno.

Come seminare un kiri passo dopo passo?

L’albero del kiri può essere seminato attraverso 3 metodi e cioè: per radice, per seme o per talea.

Semina per radice

Una delle peculiarità del kiri è avere la possibilità di ricrescere da una radice esistente. Cioè, dopo aver tagliato l’albero e lasciato la base, può svilupparsi un nuovo esemplare. Quindi, se è disponibile una radice, sarà necessario seguire la seguente procedura:

  1. Prendi una parte della radice dell’albero kiri selezionato e piantala nella nuova posizione.
  2. Innaffia per aiutare le radici a stabilirsi nel nuovo punto e tieni d’occhio lo spazio per assicurarti che stiano avvenendo cambiamenti che indicano la crescita.

Semina per seme

I semi di Kiri sono molto efficienti per germinare ed è per questo che rappresentano un’opzione ideale, poiché dà la possibilità di scegliere il tipo di albero.

  1. Preparare un semenzaio con substrato universale inumidito e posizionare i semi senza interrarli troppo.
  2. Posizionare il semenzaio in uno spazio in cui sia in grado di ricevere giornalmente la luce solare e che gestisca anche un buon livello di ventilazione e umidità.
  3. Attendi fino a 25 giorni per notare i primi germogli , ma lascia che si sviluppino un po’ di più prima di trapiantare.
  4. Scegli una pentola capiente e riempila con un substrato leggero e nutriente.
  5. Eseguito il trapianto del focolaio quando hai già un’altezza di circa 5 centimetri.
  6. Tieni la piantina nel vaso per il primo anno di vita . La primavera successiva è necessario spostarlo nella posizione finale.
  7. Scegli lo spazio esterno dove stabilirai la pianta in modo permanente ed eseguirai il trapianto. Devi offrire un buon spazio fin dal primo momento in modo che le radici inizino ad approfondirsi.

Semina per talea

Per avanzare con questo metodo sarà necessario avere un albero vicino da cui estrarre un fusto. Dovrai seminare questo fusto in un vaso e dargli la stessa cura delle piantine spiegate nella semina per seme .

Di che cure ha bisogno Kiri?

La potatura è una delle cure principali che dobbiamo prendere con il kiri per aiutarlo a crescere in modo uniforme.

Questo processo inizierà nei primi anni, rimuovendo tutti gli steli che stanno notando disordinati. È inoltre buona norma rimuovere quelle parti appassite o in cattive condizioni.

La seconda cura più importante ha a che fare con la protezione del primo inverno , poiché la piantina sarà molto delicata per resistere a tanto freddo. Ecco perché si consiglia di coprire questo stadio in un vaso e quindi di tenerlo in casa fino all’arrivo della primavera.

Quali parassiti e malattie colpiscono il kiri?

La pianta del kiri è veramente resistente a tutti i tipi di parassiti e malattie. In generale, alcuni tipi di insetti tendono a trovare nella loro struttura un luogo piacevole in cui vivere, ma non provocano scompiglio da classificare come parassiti.

Gli insetti più frequenti sono cavallette, coleotteri e cavallette, che utilizzano le foglie come fonte di cibo. In ambienti molto umidi e con temperature elevate si potrebbe generare qualche tipo di antracnosi .

Tuttavia, la pianta è in grado di resistere ai suoi danni e darci il tempo sufficiente per combatterla. L’albero di kiri è principalmente ornamentale . Il suo legno ha svolto alcune funzioni in alcune società a causa delle proprietà che possiede.

In alcuni luoghi può essere chiamato Paulownia o albero della principessa per la bellezza e l’impatto che offre quando si trova con i suoi fiori .

Deja una respuesta

Tu dirección de correo electrónico no será publicada.