Suggerimenti

Tuberi: cosa sono ed esempi

I tuberi sono una parte molto importante dei prodotti vegetali attualmente consumati, con esempi rappresentativi come patate o carote. Si tratta, in genere, di parti delle piante molto nutrienti, ad alto contenuto di carboidrati e facili da coltivare, senza eccessive difficoltà.

Se vuoi saperne di più sui tuberi e vedere alcuni dei loro esempi più rappresentativi, unisciti a noi in questo articolo di EcologíaVerde su cosa sono i tuberi ed esempi, con 25 nomi e foto di alcuni di essi.

Cosa sono i tuberi – riassunto

Il tubercolo è, in campo botanico, parte di una radice o di un fusto sotterraneo che si è specializzato per lo stoccaggio di sostanze di riserva e che, per questo, subisce un marcato ispessimento. Esistono quindi due tipi di tuberi, la radice e il fusto, ma in entrambi i casi si tratta di una parte densa in cui vengono immagazzinati i nutrienti e le sostanze per la pianta, sempre parzialmente o completamente sottoterra.

Come cibo, sono verdure molto nutrienti ed economiche. Hanno un alto contenuto di amido, che li rende ricchi di carboidrati, il che li rende un’ottima fonte di energia.

tipi di tuberi

Come accennato in precedenza, ci sono due tipi principali di tuberi. Queste le sue caratteristiche principali:

tuberi a stelo

Sono caratterizzati dalla formazione vicino al livello della superficie del suolo. In esse il fusto è la parte della pianta che si ispessisce e, invece, le radici crescono successivamente dal tubero stesso. Un esempio di questo tipo di tubero è la carota.

tuberi radicali

Sono prodotti da ispessimenti di una sezione della radice stessa. Può capitare che il tubero sia l’intera radice o che interessi solo alcune parti, così che una singola pianta sviluppi più tuberi, come nel caso delle patate. Questo tipo di tuberi è anche caratterizzato dal fatto che se una parte del tubero viene tagliata, ogni pezzo può produrre una pianta completamente nuova, cosa che non accade con i tuberi a stelo.

Tuberi: esempi

Questo è un elenco di tuberi, che include alcuni dei nomi di tuberi commestibili più popolari:

  • Arraccha
  • patata dolce
  • Chago
  • Pastinaca
  • Chufa
  • svedese
  • Curcuma
  • daikon
  • Ginseng
  • Zenzero
  • Jicama
  • Konjac
  • Mashua
  • Rapa
  • patata dolce
  • Oca
  • Olluca
  • Patata
  • Ravanello
  • Barbabietola
  • Salsefrica
  • topinambur
  • wasabi
  • Yucca
  • Carota

Successivamente, parliamo delle caratteristiche di alcuni di questi tuberi e mostriamo le foto di ciascuno.

patata dolce

Con il nome scientifico Ipomoea batatas e conosciuta anche come patata dolce o patata dolce, è un tubero originario del Sud America. La sua carne può essere bianca o arancione. a seconda della varietà, e ha un sapore dolce a metà tra quello della patata e della zucca.

Chufa, il tubero dell’orchata

Questo tubero chiamato noce di tigre o Cyperus esculentus è particolarmente apprezzato in alcune parti dell’Europa, dell’Africa e del Medio Oriente. Il suo sapore è dolce e amidaceo e, sebbene possa essere consumato crudo, è molto più popolare come ingrediente nell’orchata di tigre, una bevanda molto apprezzata in alcune regioni.

daikon

Chiamato anche ravanello bianco o ravanello giapponese, questo tipo di ravanello è originario dell’Asia orientale e sudorientale. Dal suo aspetto, il Raphanus sativus var. Longipinnatus ricorda una carota, anche se di dimensioni leggermente più grandi e di colore completamente bianco. Il suo sapore è più delicato di quello del comune ravanello, ed è un ingrediente molto apprezzato nella cucina orientale, sia crudo che cotto.

Ginseng, un tubero di radice ampiamente usato in medicina

Il Ginseng è un intero gruppo di specie del genere Panax ed è una pianta erbacea di piccole dimensioni e a lenta crescita. Le specie più popolari sono Panax quinquefolius e Panax ginseng, che sono tuberi ampiamente utilizzati nella medicina naturale.

patata o patata

Ci sono pochi tuberi internazionali e famosi come la patata o la patata. Originario delle Ande e con il nome scientifico Solanum tuberosum, è attualmente uno degli alimenti più diffusi nel pianeta e la quarta coltura alimentare più diffusa al mondo. Esistono innumerevoli varietà con caratteristiche adattate.

Se sei interessato a piantarle in casa, ecco una guida pratica su quando e come piantare le patate.

patata dolce

L’igname (Dioscorea rotundata o igname bianco e Dioscorea cayenensis o igname giallo, tra le altre varietà) ha origine in Africa ed è un tubero amidaceo il cui nome significa «mangiare». In Africa è stato consumato fin dalla preistoria ed è attualmente ampiamente diffuso, soprattutto in Sud America.

Wasabi, un tubero speziato

Il wasabi si ottiene dalla radice della pianta Wasabi japonica, anche se con questo nome è più comune pensare all’omonima salsa piccante giapponese. Questa nota salsa densa si ottiene grattugiando il tubero di questa pianta e si caratterizza per il suo sapore eccezionalmente intenso e piccante, che la sta facendo diventare sempre più popolare in più paesi.

Yucca

La manioca o Manihot esculenta, chiamata anche comunemente tapioca o manioca, è originaria del Sud America. La loro pelle è dura e dall’aspetto legnoso, ma la loro carne è bianca e amidacea. È una fonte molto importante di carboidrati in molte aree tropicali dell’Asia, dell’America e dell’Africa, appena dietro il riso e il mais.

Carota

Un altro dei tuberi più consumati e coltivati ​​in tutto il mondo è la carota o Daucus carota. La maggior parte delle sue varietà sono di colore arancione e quella che si consuma solitamente è la radice tuberosa, sebbene le sue foglie siano adatte anche come alimento.

Se vuoi mantenerle fresche e biologiche in casa, incoraggiati a coltivarle con questa pratica guida su quando e come piantare le carote.

Se desideri leggere altri articoli simili a Tuberi: cosa sono ed esempi, ti consigliamo di visitare la nostra categoria Suggerimenti.

Deja una respuesta

Tu dirección de correo electrónico no será publicada.