Suggerimenti

Come piantare talee di geranio

I gerani, che in realtà sono un genere di piante con circa 200 specie e sono chiamati Pelargonium, sono una delle piante da fiore più apprezzate e apprezzate su balconi e terrazze di ogni tipo quando arrivano i mesi caldi. Queste piante, anch’esse poco impegnative nella loro cura, sono tanto appariscenti quanto decorative e hanno un altro grande punto a loro favore: la loro facile riproduzione.

Sebbene possiamo riprodurre i gerani in modo naturale, dai semi, farlo per talea è molto più veloce e comodo, e questo metodo di moltiplicazione raramente fallisce con questa pianta. Se vuoi imparare come farlo, continua a leggere questo articolo di EcologíaVerde in cui spieghiamo come fare e come piantare talee di geranio passo dopo passo.

Come fare le talee di geranio

Il primo passo sarà quello di prelevare una talea da un geranio maturo e sano. Tieni presente che il taglio crescerà come una copia della pianta da cui è stato prelevato, quindi è meglio ricavarlo da un geranio forte e sano. Segui questi passaggi per fare talee di geranio:

  1. Inizia selezionando il gambo o i gambi da tagliare. Scegliete steli che non abbiano boccioli o boccioli di fiori per punire il meno possibile la pianta, dato che formarli richiede molta energia e nel taglio dovrete comunque rimuoverli. Tuttavia, se vedi che non ci sono fiori senza fiori, puoi usarne uno sano con un fiore, ma ti consigliamo di sfruttarlo per decorare o per altri scopi.
  2. Scegli uno strumento adatto, come forbici o forbici da potatura. È molto importante che sia il più affilato possibile e che lo sterilizzi prima di eseguire ciascuno dei tagli.
  3. Taglialo sopra la seconda ascella. Come per la potatura, non fare il taglio completamente dritto: dargli un po’ di inclinazione aiuterà la pianta a guarire meglio. In questo altro articolo puoi saperne di più su quando e come potare i gerani.
  4. Lascia circa i 6 pollici superiori del taglio, scartando il resto in modo che non diventi troppo grande. Eliminate anche tutte le foglie tranne le prime due.

Quando piantare talee di geranio

Le talee non possono essere tagliate e piantate in nessun momento, poiché il ciclo vitale della pianta deve essere curato in modo che il trauma non sia eccessivo e allo stesso tempo la nuova talea abbia buone possibilità di crescita, nonostante nel caso del geranio è una pianta particolarmente resistente al processo.

Il momento migliore per fare e piantare talee di geranio è nei mesi caldi, dalla primavera all’autunno. Nei mesi invernali è quando la pianta è in uno stato di riposo e la talea potrebbe non attecchire fino al ritorno del caldo. In piena estate devi anche stare attento, poiché le giornate particolarmente calde e secche possono essere molto punitive per una talea appena piantata.

Come piantare le talee di geranio passo dopo passo

Consigliamo di utilizzare il metodo delle talee di geranio in acqua, poiché permette di preparare più talee in pochissimo spazio, perché un solo contenitore può bastare e, inoltre, ci permette di vedere a colpo d’occhio come si evolvono le radici. Prendi nota di questi passaggi per piantare talee di geranio, iniziando mettendole in acqua per radicare e finendo con piantandole in una pentola o terreno.

  1. Preparare un contenitore con acqua a sufficienza da coprire almeno la metà inferiore delle talee tagliate. Le foglie dovrebbero essere sempre fuori dall’acqua.
  2. La prossima cosa è mettere i gambi tagliati nel contenitore. Per evitare che affondino troppo o scivolino, potete utilizzare uno spago o del nastro adesivo che unisca più steli senza schiacciarli leggermente, giusto per trattenerli, facendo attenzione che le foglie non si pieghino o si schiaccino tra loro.
  3. Posizionare il contenitore in un luogo illuminato ma dove non riceva la luce solare diretta e cambiare l’acqua nel contenitore ogni 48 ore per evitare la comparsa di malattie.
  4. Quando le talee hanno sviluppato le radici, possiamo piantarle nella loro posizione finale in un vaso o in giardino.
  5. Si consiglia di preparare per loro un substrato particolarmente nutriente in questi primi passaggi. Una miscela che funziona molto bene è quella di fibra di cocco con humus di lombrico e torba, a cui vale la pena aggiungere un po’ di vermiculite e perlite. Dà un substrato leggero, con ottimo drenaggio e molto nutriente, che favorirà notevolmente la nuova pianta. Per saperne di più sul processo di semina di una talea di geranio che ha già radici dopo diversi giorni o settimane in acqua, ti consigliamo questo altro articolo su Come trapiantare una pianta.

Cura di base dei gerani

Queste sono le principali cure dei gerani di cui dovresti tener conto per prendertene cura a casa, sia che si tratti di una pianta acquisita o che provenga dalle talee di geranio che hai fatto.

  • I gerani hanno due grandi bisogni fondamentali: sole e acqua. Queste piante necessitano di un minimo di 6 ore di luce al giorno se vogliamo che crescano e fioriscano bene, ma anche l’esposizione diretta alle peggiori ore di luce potrebbe bruciarle.
  • Trova un luogo in cui ricevano luce durante la mattina, ma al riparo dalle ore pomeridiane di maggiore insolazione.
  • Quando si tratta di irrigazione, la pianta ha bisogno di mantenere un certo livello di umidità costante nel suo substrato durante i mesi caldi. Fai attenzione a non esagerare, perché un substrato umido non significa che lo allaghi. Se vai troppo lontano, annegherai la pianta. Ecco perché è necessario che il vaso abbia fori di drenaggio e che il terreno dreni bene.
  • Nei mesi freddi sarà necessario distanziare molto di più le annaffiature. Infine, la pianta apprezzerà un apporto di concime con l’arrivo del caldo e con cadenza mensile, nonché una potatura autunnale che favorisca la fioritura successiva.

Qui puoi imparare molto di più sulla cura del geranio e qui puoi scoprire 23 tipi di gerani.

Se desideri leggere altri articoli simili a Come piantare talee di geranio, ti consigliamo di visitare la nostra categoria Suggerimenti.

Deja una respuesta

Tu dirección de correo electrónico no será publicada.