Suggerimenti

Il ragno rosso: che cos’è? Come lo identifichiamo? Come possiamo combatterlo?

L’ acaro ragno è un acaro a quattro zampe abbastanza piccolo. Le sue dimensioni non superano circa 0,5 mm e si trova sempre in gruppo.

Caratteristiche del ragno rosso

Come caratteristica peculiare, il suo colore varia a seconda della stagione : è verde chiaro con macchie nere durante i mesi estivi, e arancione senza macchie nei mesi autunnali e invernali.

Si nutrono della linfa delle piante e sono uno dei parassiti che meglio si adattano ai diversi tipi di colture .

Questi insetti formano una rete bianca sulle foglie e sugli steli per proteggersi dai predatori .

Si installano, principalmente, sulla pagina inferiore della foglia e si nutrono dello strato superficiale della stessa , provocando immediatamente macchie chiare sulla pagina superiore e inferiore della foglia , che aumentano di dimensione fino a quando la foglia diventa definitivamente e completamente gialla .

Questi danni sono irreversibili e provocano la morte delle foglie . Nei frutti possono verificarsi colture di fagioli e angurie con grandi popolazioni di ragnetto rosso .

Gli attacchi più gravi si verificano nelle prime fasi fenologiche .

Le alte temperature e la bassa umidità relativa favoriscono lo sviluppo del parassita . Il ragnetto rosso si riproduce per uova; Questi sono di forma ovale e di colore rossastro e si trovano nella parte inferiore della foglia.

Quindi, se la temperatura è alta e l’ ambiente è eccessivamente secco , la moltiplicazione del ragnetto rosso aumenta sempre di più.

È un parassita molto resistente e difficile da combattere, perché muta facilmente da una generazione all’altra.

Quali colture colpisce?

Si adatta molto facilmente, quindi è comune trovarlo in tutti i tipi di colture.

In questo modo lo troviamo in fragole , melanzane , zucche , pomodori, mais , peperoncino, cetrioli , meloni , patate e alcuni tipi di alberi .

Come combattiamo il ragno rosso?

Per prevenirne la comparsa, si consiglia di mantenere le colture pulite da erbacce e residui di colture precedenti . Un’altra efficace forma di prevenzione è la rotazione delle colture .

Si raccomanda inoltre di evitare substrati con eccesso di azoto e di monitorare le colture durante le prime fasi di sviluppo.

In climi abbastanza secchi si consiglia di annaffiare le colture di notte per mantenere l’umidità.

Un’altra raccomandazione è la disinfezione prima di piantare in frutteti o appezzamenti con una storia di acari per garantire che non rimangano uova.

Il controllo biologico può essere effettuato attraverso i suoi nemici naturali. Le principali specie predatorie di ragnetti rossi per uova, larve e adulti sono altre specie di acari come Amblyseius californicus e Phytoseiulus persimilis .

Anche la zanzara Feltiella acarisuga è un predatore abbastanza efficace.

Per combattere un’infestazione si può applicare un estratto di aglio e peperoncino , anche se se la pianta è molto colpita, è meglio rimuoverla per evitare che si diffonda ad altre piante .

Deja una respuesta

Tu dirección de correo electrónico no será publicada.